Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

24:00:00 – Una commedia romantica sulla fine del mondo

Perché scrivere dell’ennesimo amore per San Valentino quando si può parlare di un romanzo la cui quarta di copertina riporta «Non c’è amore alla fine del mondo»?

Oggi, in barba all’amore e a tutti i suoi stupidi luoghi comuni, parlerò di 24:00:00 – Una commedia romantica sulla fine del mondo. Ma vi dirò qualcosa anche dell’autore Federico Guerri, uomo dal multiforme ingegno.

La copertina di 24:00:00

La copertina di 24:00:00

Il romanzo

24:00:00 si presenta più come un soggetto cinematografico che come un romanzo. Pieno di cliché «tutti voluti» così come la cassata siciliana è il simbolo della zuccherosità. Un giorno in sette luoghi diversi del mondo nel cielo appare un enorme orologio. Che sia dì o notte poco importa, il countdown parte e non si cura della luce o del buio. Undici persone dovranno fare i conti col tempo, con la propria storia, insomma con se stessi. Ma non potranno ignorare gli altri. Alcune storie sono già intrecciate e lo scopriamo leggendo, altre si intrecciano nel corso della lettura.

E alla fine… Beh, della fine non posso dirvi nulla. Anche voi meritate il vostro countdown da lettori scandito dalle pagine sfogliate, spero, con la stessa voracità con cui ho fatto fuori il libro in una sola notte.

A fare da cornice, intermezzo e conclusione, troviamo l’immane lavoro di Magnus Dahl.

Magnus è un avido lettore che si pone un obiettivo praticamente impossibile: collegare i personaggi minori della Grande Narrazione per creare una immensa storia.

Cosa c’è dunque alla fine del mondo? Ci sono di sicuro gli Uomini con tutto il peso della vita che si portano addosso.

Come si reagisce di fronte alla fine del mondo imminente? Si può portare a termine un progetto, mandarlo all’aria, ardire o fare un po’ come ci pare.

 

L'autore Federico Guerri

L’autore Federico Guerri

 

L’autore

Federico Guerri nasconde un segreto: vive giornate di 36 o addirittura 48 ore. Ha così tanti interessi da farti credere impossibile di poter contare su appena 24 ore come te, povera creatura umana, che porti avanti a stento romanzi, film e serie tv.

Prima di 24:00:00 aveva già scritto Questa sono io, nato come spettacolo teatrale e poi divenuto poi romanzo. Il libro raccoglie le esperienze personali di una giovane attrice e di attori dilettanti, svelando cosa accade dietro le quinte nella vita di un’artista.

Ha scritto in prima e in terza persona, «manca la seconda persona, “tu stai facendo”, “voi state facendo”». Il prossimo progetto editoriale – mi dice – va verso il «computabile».

In realtà è il teatro che permea la vita di Federico Guerri. Comincia molto giovane scrivendo pezzi di cabaret. In seguito partecipa ai corsi di improvvisazione teatrale e al laboratorio di scrittura teatrale con Franco Farina presso il Teatro Verdi. A 23 anni è un operatore teatrale.

Dieci anni fa nasce ADA – Arsenale delle Apparizioni, il cui nome è ispirato all’opera I giganti della montagna di Pirandello, ma è anche il nome della bisnonna dello stesso autore. ADA è conosciuto soprattutto per gli spettacoli di improvvisazione teatrale (in queste settimane è in corso il torneo dei quartieri pisani, ndr). Guerri è andato oltre il classico match di improvvisazione, creando dei format originali: il Fight club, Impronauti, Improducers e il Deus ex machina «la cosa di cui vado più fiero».

Sarà proprio I giganti della montagna a essere portato in scena fra qualche mese dagli attori del laboratorio “La valigia dell’attore”, curato sempre da Guerri.

Ma Federico Guerri è questo e altro.

Per esempio, per scoprire di che razza di nerd si tratta vi consiglio di visitare su Facebook la pagina Mondo di Nerd, una comunità virtuale di cui l’autore è stato eletto Sindaco a furor di popolo. MdN è nato quattro anni fa e attualmente conta più di 70mila utenti.

È in progress la Trilogia dell’Inferno, un viaggio nerd nell’Aldilà ispirato alla Divina Commedia e ideato insieme a Mario Lucio Falcone, disegnatore di Advanced Nerds, e Daniele Daccò, direttore di Orgoglio Nerd.

 

Ho chiesto a Federico Guerri cosa farebbe se spuntasse un countdown nel cielo, la sua risposta è stata pacatissima: «Non avrei scadenze e starei più tranquillo. Se sapessi che è la fine del mondo mi dispiacerebbe un casino perché non saprei come sarebbe mia figlia fra qualche anno. Ma, più o meno, le cose che volevo fare le ho fatte».

L’incontro con l’autore non è stato così breve come potreste pensare, qui a seguire troverete tutto il resto.

Film: Harry ti presento Sally, La finestra sul cortile, Blade Runner, I soliti ignoti

Serie tv: Breaking bad, True detective, The newsroom, Doctor Who

Libri: 1984, Alice nel paese delle meraviglie

Teatro: Tutto Shakespeare, Aristofane e Sofocle (anche se «i Persiani di Eschilo è geniale!»)

Musica: Pink Floyd, De Andrè, Counting Crowds, Eels

Attori: Philip Seymour Hoffman, Benedict Cumberbatch, James Stweart

Attrici: Audrey Hepburn

Registi: Mario Monicelli, Billy Wilder, Orson Welles, Alfred Hitchcock, Stanley Kubrick

Fumetti: Watchman, Sandman

Videogiochi: The last of us

 

L’articolo finisce qui. Ma da quando l’avete aperto è partito il countdown per chi non ha ancora letto il romanzo.

23:57:34

23:57:33

23:57:32

 

Con la divina prerogativa dei fanciulli che prendono sul serio i loro giuochi, la maraviglia ch’è in noi a rovesciamo sulle cose con cui giochiamo, e ce ne lasciamo incantare. Non è più un gioco, ma una realtà maravigliosa in cui viviamo, alienati da tutto, fino agli eccessi della demenza.

Cotrone, I giganti della montagna

post di questa categoria

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

serata

eventi in toscana: ser...

eventi in toscana: serate jazz e…|atp #109

Pirati sbarcano a Teat...

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

ultimi post caricati

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

ryanair

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Ryanair

Albert Einstein

Albert Einstein: la te...

Albert Einstein: la teoria della felicità messa all’asta – Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

Commenti