Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

NerdEco #3 L’ AL Pisa a Milano per l’AdventurersCON

L’ AL Pisa ha partecipato  alla prima convention di AL ufficiale in territorio europeo tenutasi a Milano

Continuando a cavalcare l’onda del successo D&D Dungeons & Dragons -l’indiscusso gioco di ruolo per eccellenza-, lAL di Pisa, che nell’ ultimo periodo ha dovuto interfacciarsi con un boom di adesioni, ha avuto l’ opportunità di presenziare a Milano, lo scorso 17 dicembre, a AdventurersCON: la prima convention di AL in Europa.

Si è trattata di una grande conquista per il territorio italiano che, per la prima volta, dopo molto tempo, ha visto la presentazione di un evento interamente dedicato al GDR con protagonista indiscusso D&D.

I giocatori dell' Al Pisa

I giocatori dell’ AL Pisa

Gli avventurieri pisani, condotti nell’ organizzazione dai master Andrea Follino e Leonardo Pucino, hanno raggiunto gli altri giocatori provenienti da ogni parte d’Italia nel capoluogo lombardo e sono stati accolti dall’ AL Milano, promotrice della convention.

Colonna portante di tutto l’evento: la collaborazione.

Collaborazione nell’ ideazione del progetto in sé: gli organizzatori milanesi guidati da Andrea Lucca ed Enrico Romeo hanno pianificato il tutto sulla base di uno “scambio” di materiali e informazioni con degli Admin americani dell’ Adventurers League e, fatta richiesta alla Wizard of the Coast, hanno dato il via alla pianificazione per la prima convention dedicata interamente a D&D sul territorio italiano e, al momento, anche l’unica convention prevista sulla mappa ufficiale delle CON targate AL con protagonista esclusiva la 5ed.

Collaborazione nel portare avanti un progetto che ha visto la partecipazione e la cooperazione di giocatori e master provenienti da tutta Italia.

Collaborazione per la promozione di un progetto benefico nato dall’ incontro dell’ AL  Milano, nella figura di Andrea Cominacini, con la Lega Italiana Lotta Tumori di Milano. Il proposito di All you can Play for Charity è quello di raccogliere fondi per la gestione degli spazi ludico-didattici dedicati ai bambini e per questo, durante l’AdventurersCon, tutti i presenti sono stati invitati a fare una donazione e, gli stessi master, hanno creato vantaggi o “feature in game” speciali per incentivare i giocatori. Il progetto, che in soli quattro giorni è così riuscito a raggiungere metà della sua cifra obiettivo, manterrà i propri canali per le donazioni aperti a chiunque voglia contribuire.

L' AL di Pisa a AdventurersCON

L’ AL di Pisa a AdventurersCON

L’evento, che ha occupato l’intera giornata di domenica, si è sviluppato su più piani.

Durante tutta la giornata si son portate avanti sessioni di gioco differenti: oltre alle due avventure principali giocate per ben tre rounds consecutivi e composte dall’ Epic, già proposto a Lucca durante il Comics, e le avventure di Lost Tales of Myth Drannor, sono state introdotte avventure speciali come Out of the Uspide Down, maratona di sei ore consecutive nata dalla fusione di Out of the Abyss con Stranger Things, le Miniere perdute di Phandelver e l’immancabile Tomb of Horror.

Ad affiancare le run di gioco sono stati introdotti degli incontri speciali come quello con Christian Bellomo alias Zoltar, figura di rilievo della scena italiana di D&D, e la famosa fiera degli oggetti magici “Fei Chen Fair”.

Esclusiva dell’AdventurersCON è stata la presentazione del Codex Venator: progetto nato in parallelo all’ Adventurers League e promosso dal gruppo di Milano con lo scopo di adattare la formula dell’AL allo stile italiano, profondamente diverso da quello americano, colmando così quelle lacune riscontrate nella formula del gioco odierna. Il materiale verrà distribuito gratuitamente a tutti gli interessati e a breve sarà dato il via anche ad una open beta per testare il progetto.

Al termine di una giornata simile ci è sembrato quasi scontato sorprendersi di come un qualcosa di così “astratto” come un gioco di GDR quale D&D, possa dar vita ad un qualcosa di così concreto e coeso. L’evento milanese non è stato solo un importante momento di incontro per tutti gli appassionati del settore, ma la prova di quanto passione e volontà possano bastare per creare un valore aggiunto sul nostro territorio basato sulla cooperazione e la condivisione, elementi che seppur apparentemente distanti dalla realtà italiana possono facilmente essere ritrovati nelle tasche di un “avventuriero”.

Irene Camposano per RadioEco

post di questa categoria

could be a fest

eventi in Toscana: Cou...

eventi in Toscana: Could Be a Fest e tanti altri | ATP #137

Riccardo Noè

Riccardo Noè Exclusiv...

Riccardo Noè Exclusive Mix | Demography #289

Immigration Unit

Immigration Unit Exclu...

Immigration Unit Exclusive Mix | Demography #287

Soreab

Soreab Exclusive Mix |...

Soreab Exclusive Mix | Demography #285

ultimi post caricati

ATP 3

Eventi in toscana: sen...

Eventi in toscana: senza filo, could be a fest e tanto altro! | atp #136

images

Festa dell’ Unicorno...

Festa dell’ Unicorno: il countdown è iniziato NerdEco #30

Lo ha già detto Gesù - Filippo Giardina @Officina Garibaldi

“Lo ha già dett...

“Lo ha già detto Gesù” di Filippo Giardina

lucca giornalismo

CRONISTI IN CLASSE: CA...

CRONISTI IN CLASSE: CAMPIONI DI GIORNALISMO

Commenti