Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Alessandro Leogrande al Festival del giornalismo IJF16

leogrande
Alessandro Leogrande. Frontiere: giornalisti, fotografi, scrittori raccontano la tragedia dei migranti

Questo il titolo della conferenza organizzata in seno alla decima edizione del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia che vedeva ospiti lo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande, Aris Messinis, fotografo dell’Agenzia France Press Atene, Giovanna Panchieri di Skytg24 e Martina Stevis del Wall Street Journal.

Si è trattata di una riflessione sul racconto della tragedia dei migranti visto da diversi punti di vista. Martina Stevis, ha raccontato la sua esperienza come giornalista specializzata in tema di rifugiati e migranti in Europa, Medio Oriente e Africa mentre il fotografo Aris Messinis, ha raccontato lo sbarco di Lesbos, dove egli stesso si è reso parte del ‘racconto’ quando ha smesso di scattare foto per aiutare le persone naufragate. Lo scrittore Alessandro Leogrande, autore del romanzo La Frontiera, ci ha introdotti al tema dei trafficanti e dei baby-scafisti attraverso le storie dei sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo a largo di Lampedusa.

La Frontiera è “un libro fatto di molti libri”, come ha spiegato lo stesso Leogrande, perché costituito da storie chiuse o “to be continued” sempre legate tra loro da un filo di incontri e coincidenze fino al termine della lettura.

Leogrande, parla di una tematica usata e abusata con l’intento di offrirne qualcosa di diverso e di utile. È tornato con calma sui luoghi delle tragedie, cercando le fonti primarie e documentandosi per raccontarci in modo verosimile questi viaggi della speranza. Si è fatto lui stesso viaggiatore.

Il viaggio infatti è l’elemento chiave delle migrazioni; rappresenta il passaggio non solo fisico, ma spesso drammatico tra la vita di prima e una nuova al di là della “frontiera”. Un passaggio fatto di regole condivise da tutti, la prima delle quali è  il “non guardarsi indietro”.

In questa sua ricostruzione l’autore ci ha rivelato di  aver parlato a lungo con testimoni. Si è affidato a persone in parte indicate dall’ Archivio dei migranti e dalla Scuola Asinitas di Roma spiegando man a mano le loro storie con immensa delicatezza. La sua è una raccolta di storie umane destinata a rimanere a lungo un punto di riferimento importante per il giornalismo e per la storia recente delle migrazioni verso l’Europa.

Isabel Viele per Radioeco

Segue intervista di Eleonora Cocciu

Photo by gocity.it

post di questa categoria

ATP (17)

eventi in Toscana week...

eventi in Toscana weekend: Pollege Festival e altro ancora | ATP #92

ATP (16)

eventi in Toscana: Mus...

eventi in Toscana: Music W Festival e non solo | ATP #91

ATP (15)

eventi in toscana R...

eventi in toscana – atp #91 | W.O.M., Henry Wu e tanto altro

ATP (14)

eventi della settimana...

eventi della settimana – Atp #90 | Demonology HiFi, Sean Kuti e molto altro

ultimi post caricati

Cattivissimo Me

Recensione: Cattivissi...

Recensione: Cattivissimo Me 3

Musica W 2017 - Manifesto

Musica W Festival 2017...

Musica W Festival 2017 – TUTTE LE INFO

Copy of Copy of ON POINT (9)

Demography #218 –...

Demography #218 – Mixtape | Da Actress a Clap! Clap!

ON POINT (10)

Demography #217 –...

Demography #217 – mixtape | Ninja Tune & More

Commenti