Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Armi atomiche: come e perchè condizionano le nostre vite?

armi atomiche

Armi atomiche, esempi giornalettismo.com

“Le armi atomiche ci riguardano? Come e perchè le armi atomiche condizionano le nostre vite”

Il 19 novembre, presso la Sala dei Dodici del Palazzo dei Cavalieri di Santo Stefano, si è tenuta la conferenza Le armi atomiche ci riguardano? Come e perchè le armi atomiche condizionano le nostre vite, all’ interno del ciclo degli incontri Pisa non dimentica Hiroshima e Nagasaki, iniziativa in programma dal 12 al 24 novembre 2015.

Di seguito vi riportiamo un resoconto di cio’ che è stato detto dagli esperti del settore.

L’ incontro è stato aperto e moderato da Eugenio Ripepe, professore di filosofia politica, più volte presidente della Facoltà di Giurisprudenza di Pisa, e insignito dell’ Ordine del Cherubino.

E’ importante discutere di tale tematica; troppo spesso si attua un processo di rimozione circa la questione delle armi atomiche ma invece e’ importante, necessario parlarne. Nella Dichiarazione ONU si parla del diritto alla pace, ma che fare? Facciamo guerre per impedire a chi possiede le armi atomiche il loro utilizzo? Può  servire?

Il primo relatore Maurizio Simoncelli, vicepresidente dell’Istituto di Ricerche Internazionali del Disarmo, ha effettuato un intervento corredato da slides con dati numerici e grafici, fornendo informazioni circa la diminuzione progressiva in questi anni dei test nucleari. Simoncelli ha parlato della tipologia di diverse armi atomiche e dei loro effetti, dei mezzi delle basi militari da cui partono questi ordigni, per poi soffermarsi ad illustrare le situazioni di pericolo che potrebbero minacciare la nostra tranquillità quotidiana.

Sono principalmente quattro le situazioni di pericolo: aggressioni da parte di due superpotenze, quella da parte di una superpotenza verso più unita’, il pericolo di attacchi informatici, incidenti e/o errori. Desta poi una comprensibile preoccupazione, il fatto che paesi come Israele, Iran e Corea del Nord, siano in possesso di arsenali atomici.

Il secondo relatore Alessandro Polsi professore del Dipartimento di Civiltà e forme del sapere dell’ Università di Pisa, ci ha dato dei cenni  storici sull’utilizzo dell’ atomica. A partire dagli esperimenti della bomba atomica, dal suo sganciamento fino ai giorni nostri.

Va detto che dal momento che un’arma viene creata, è difficile far retrocedere gli attori che ne dispongono al suo utilizzo. Un grave rischio e’ poi la possibile sottovalutazione della pericolosita’ di alcune armi di cui disponiamo oggi, estremamente più ridotte per le dimensioni, rispetto a tante altre del passato. La miniaturizzazione non significa produzione di ordigni privi di pericoli.

Armi atomiche base Aviano

Armi atomiche, depositi presso Base di Aviano bergamopost.it

Il ricercatore Marcello Mollica, esperto di discipline demoantropologiche, ci ha proposto una sua relazione sulle popolazioni che oggi attuano suicidi a scopo terroristico e sui progressivi cambiamenti di mentalità dovuti ai passaggi di potere tra i leader politici che si sono alternati in quei territori. In particolare si è soffermato sull’ Opzione Sansone.

Per Opzione Sansone si intende il nome che alcuni analisti militari usano per indicare la strategia di deterrenza di Israele che prevede un contrattacco con ampio uso di armi nucleari come “ultima risorsa” nel caso che attacchi militari minaccino la sua esistenza. Il termine è stato usato anche per riferirsi ad ipotetici contrattacchi non-nucleari da parte di fazioni non-Israeliane, come Yassir Arafat e Hezbollah. Il nome è un riferimento alla figura di Sansone, che spinse i pilastri di un tempio Filisteo, facendo cadere il tetto e uccidendo sé stesso e migliaia di Filistei che lo avevano catturato

Il penultimo relatore, Simone Marinai, professore associato del Dipartimento di Giurisprudenza ed esperto di Diritto Internazionale, si è dichiarato colpito dagli ultimi attentati terroristici e ne ha sottolineato la gravità nel quadro internazionale. La sua relazione si è basata sulla Conferenza di Riesame del TNP del 2015.

Il TNP, trattato di non proliferazione nucleare, risente della guerra fredda, un trattato per cui gli stati nucleari discutono sull’utilizzo o meno delle bombe atomiche, condannando l’utilizzo per fini bellici e sostenendo invece l’utilizzo nucleare a scopo benefico, mentre gli stati non nucleari si impegnano al non acquisto di armamenti e accettano verifiche sui propri territori. L’ultima Conferenza di Riesame è avvenuta nel 2015 e da molti è stata vista come un fallimento perchè non siamo riusciti ad adottare un documento finale a causa di un’opposizione di America, Gran Bretagna e Canada circa la creazione di una free-zone in Medio Oriente. Va però detto che la non approvazione di un documento non è una cosa vincolante, può avere un impatto politico ma non è indice di crisi o quant’altro. E’ sempre importante non smettere di parlare e discutere sulla questione delle armi atomiche.

A chiudere vi è stato l’intervento di Pierluigi Consorti del Dipartimento di Giurisprudenza, esperto di Diritto  ecclesiastico, economico, interculturale. Consorti si è interrogato sul significato di guerra e pace e sulla loro relazione.

In questa dialettica, l’ago della bilancia e’ la responsabilità individuale nella scelta verso un versante pacifico o bellico. Anche io non posso che sottolineare l’importanza di muovere le coscienze al dialogo consapevole, responsabile e non al tabu’ e alla censura.

Isabel Viele per Radioeco

 

post di questa categoria

Presidenziali FR

Presidenziali francesi...

Presidenziali francesi – Una settimana in un clic! – Speciale

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

Una settimana in un clic! - Terrorismo

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Terrorismo

Westminster

Terrore a Westminster:...

Terrore a Westminster: Isis rivendica attacco

ultimi post caricati

bruce harper dauwd

Bruce Harper – D...

Bruce Harper – Dauwd | Demography #197

ATP (1)

Eventi in Toscana: Dep...

Eventi in Toscana: Deposito Pontecorvo, Surfer Joe e altro| Atp #77

wasbridge council

Wasbridge Council R...

Wasbridge Council – Mixtape – Demography #196

show_img

T.R.A.me Indipendenti ...

T.R.A.me Indipendenti al Teatro Rossi

Commenti