Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Atp World Tour Finals 2014: Federer e Djokovic nel nulla

DSC_2967

Sinceramente sono in difficoltà nel trovare parole che possano descrivere la mia delusione, ma alla fine ritengo che queste Finals ATP mediocri abbiano avuto la finale che meritavano, ossia una non-finale con lo shock del ritiro di Federer e la vittoria del n. 1 Novak Djokovic.

Un Masters Finals iniziato con le migliori premesse vista la presenza di tre tennisti con voglia di fare e sorprendere come Raonic, Nishikori e il vincitore degli Us Open Cilic, alla loro prima volta alla o2 Arena; oltre alle presenze di Berdych, Federer, Djokovic, Murray e Wawrinka. Invece la Round Robin si è trasformata in una vera e propria mattanza firmata Federer e Djokovic, che si sono messi a giocare ad un altro sport rispetto agli altri protagonisti, con risultati eclatanti da k.o. tecnico (spicca il 6-0 6-1 di Federer a Murray). Solamente Nishikori e Wawrinka (in semifinale) si sono salvati dal nulla che si è formato intorno al serbo e lo svizzero cercando di arginare la prorompente superiorità del n. 1 e n. 2 del mondo (Ah Nadal e Del Potro quanto ci siete mancati!). Solo le semifinali sono state all’altezza di un torneo che negli anni scorsi ha ammaliato milioni di spettatori, ma proprio queste, che sembravano rianimare il torneo londinese, ci hanno tolto la finale più bella ed attesa con l’infortunio di Federer contro Wawrinka.

05-roger-federer-vs-kei-nishikori-atp-finals-2014

È ancora la schiena a fare crack, privandoci di una finale che sarebbe stato il coronamento di una stagione fantastica e di una rivalità che, visti i problemi di Nadal, sembra essere viva più che mai. Infortunio che arriva ad una settimana da un altro obiettivo di Federer, forse il più grande del suo 2014, cioè la Coppa Davis che rappresenta l’unico pezzo del puzzle che manca alla sua leggendaria carriera. Non è da escludere che la decisione, a mio avviso più che comprensibile, di dare forfait (3° ritiro in carriera!) sia dipeso anche da questo evento sulla terra indoor di Lille.

Forfait che ha consegnato il titolo a Djokovic che così eguaglia Lendl come titoli consecutivi in questo torneo e sale a quota 4 nella bacheca di ogni tempo della competizione. Un successo meritato per un giocatore straordinario sotto tutti gli aspetti, che ha saputo migliorarsi riprendendosi quel n. 1 che è la sintesi della sua annata fantastica, conclusasi con 7 titoli tra i quali spicca Wimbledon.

La sensazione che rimane di questa annata e di queste Finals è quella che ci stiamo avviando in una fase tennistica di grande competizione con giocatori sicuramente meravigliosi, ma senza quei fenomeni che ormai da un decennio siamo abituati a vedere e che possono portare questo sport verso confini nuovi; al tempo l’ardua sentenza, se smentire o confermare tale previsione.

Aspettando le ATP Finals 2015 e pregando che si ritorni agli standard abituali, non ci resta che attendere l’inizio dell’anno nuovo per riprendere l’overdose di tennis e per tornare ad ammirare i vari Federer, Djokovic e Nadal, perché Dio solo sa quanto ci mancheranno in futuro e quanto mancheranno a tutto il tennis.

 

Giacomo Corsetti per Radioeco.

post di questa categoria

scarda

Scarda + La Stazione @...

Scarda + La Stazione @ Lumiere [report & intervista]

francesca michielin

Francesca Michielin li...

Francesca Michielin live al Reverse e tanti altri eventi| ATP #156

Moka Stone @ Lumiere 1

Moka Stone Live @ Lumi...

Moka Stone Live @ Lumiere [Report]

Vampyr

Paolo Spaccamonti &...

Paolo Spaccamonti & Ramon Moro sonorizzano Vampyr di Dreyer al cinema Lumiere.

ultimi post caricati

Sdang!

The Growlers, Yann Tie...

The Growlers, Yann Tiersen, Sdang! & more | Demography #324

Francesca Michielin

Francesca Michielin e ...

Francesca Michielin e il suo tour sopra alla Techno

Nanni Moretti

Santiago, Italia: Nann...

Santiago, Italia: Nanni Moretti incanta Pisa

Instagram

Instagram si da alle c...

Instagram si da alle chat vocali – Tutto il tech della settimana #6

Commenti