Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Bavette con pesto di pistacchi e vongole

Un tuffo nei sapori del Sud e del mare, con queste deliziose Bavette con Pesto di Pistacchi e Vongole!

L’Acqua di Marzo, per Elis Regina e Tom Jobim, rappresentava tutte quelle cose alle volte impercettibili e altre divine, che ci scivolano attorno facendo un rumore leggero come quello della pioggia.
Per questo ci siamo fatti poeticamente trasportare dalla Saudade per darvi un piatto con sapori pungenti e penetranti, che per molti sarà sinonimo di “casa”.

Bavette con pesto di pistacchi e vongole

 

Tempo di preparazione: 1 h

Difficoltà: 6 CFU

Ingredienti per il pesto:

200 gr. di pistacchi
5 foglie di basilico
4 cucchiai di parmigiano reggiano
100 ml olio d’oliva
sale q.b.
pepe q.b.
acqua q.b.
mezza scorza di limone
Procedimento: In una pentola portate l’acqua ad ebollizione. Versate i pistacchi già sgusciati e lasciateli ammorbidire per circa cinque minuti.

A quel punto li scolate, private i pistacchi della loro pellicina e li ponete in un recipiente. Aggiungete l’olio, il parmigiano reggiano, la scorza di limone grattugiata, le foglie di basilico (lavate ed asciugate) e azionate il mixer. Salate, pepate, aggiungete man mano l’acqua necessaria, fino ad ottenere una crema spumosa.

Ingredienti per il condimento:

pesto di pistacchi
2 spicchi d’aglio
400 gr. di vongole veraci
olio d’oliva q.b
sale q.b.
pepe q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco
bavette

Procedimento: lavate accuratamente le vongole, e lasciatele in un recipiente ripieno di acqua fredda con un cucchiaio di sale, per spurgarle. Pulitele, sciacquatele e lasciatele aprire in una padella con un filo di olio, uno spicchio di aglio e il coperchio. Sgusciate le vongole, filtrate il sugo di cottura e mettetelo da parte.

Lessate le bavette in abbondante acqua salata. Prima della cottura, diluite il pesto di pistacchi prima preparato con qualche cucchiaio di acqua di cottura. Quando la pasta sarà al dente, trasferitela nella padella con le vongole. Fatele saltare a fuoco vivace, aggiungendo il pesto, eventualmente un po’ di “fumetto” delle vongole e amalgamate velocemente.

Nonostante abbia aperto l’articolo citando quel capolavoro eterno quale “Aguas De Março” di Antonio Carlos Jobim, ho deciso di scegliere un altro autore per questa uscita di 4 Esami In Padella, si tratta infatti del novarese Giorgio Poi.
Un cantautore vicino e distante al tempo stesso (L’infanzia trascorsa nella Lucchesia, la vita da giovane adulto fra Londra e Berlino), non solo per motivi geografici, ma anche per sonorità che si accostano al mondo della musica elettronica ricordando però i classici di Battisti e dei meno conosciuti Manfredi ed Enrico Nascimbeni.
Tempo che disorienta, testo fresco e pezzo che viaggia bene su tutta la linea e la linea di basso mi provoca lo stesso godimento della tizie carine che ti sorridono sull’autobus.
“Acqua Minerale” estratto dall’album di Esordio di Giorgio Poi per Bomba Dischi “Fa Niente” uscito nel mese di Febbraio, a voi.

MariaClaudia Rauseo e Nicola Gaddi

post di questa categoria

Cranberries

The Cranberries, To Th...

The Cranberries, To The Faithful Departed | Artwork della Domenica

django

Django Django, Joan As...

Django Django, Joan As Police Woman & more| Demography #250

Ogni storia è una storia d'amore

Ogni storia è una sto...

Ogni storia è una storia d’ amore

Ph. Feltrinelli.it

NerdEco #5 “Mace...

NerdEco #5 “Macerie Prime” di Zerocalcare (la recensione)

ultimi post caricati

Votare è un diritto, ma come si vota nel 2018?

Votare il 4 marzo? Com...

Votare il 4 marzo? Come si vota e chi può farlo

Oroscopo dello studente

Oroscopo dello Student...

Oroscopo dello Studente: gennaio

Buon Newtonale

Buon Newtonale: un mod...

Buon Newtonale: un modo alternativo per festeggiare il 25 Dicembre – Enjoy The Science, Rubrica scientifica di Radioeco

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

Commenti