Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Be Forest: intervista – Veleno Festival

Sabato 25 luglio nella suggestiva struttura della cittadella del carnevale di viareggio ci sarà il veleno festival, con una line-up composta da marta sui tubi, management del dolore post-operatorio, maria antonietta e be forest.
in attesa dell’evento, ci siamo messi a fare delle domande agli artisti coinvolti. oggi è la volta dei Be Forest.

Be forest
-Il vostro utilizzo dei social network sembra molto felice visto che avete addirittura costruito la vostra pagina ufficiale su tumbler, come vivete questo rapporto?

In realtà nessuno di noi è particolarmente tecnologico ma cerchiamo di gestire le nostre pagine nel miglior modo possibile. Non è una cosa di vitale importanza pubblicare qualsiasi cosa facciamo su internet e la maggior parte delle volte è proprio uno sforzo per noi ricordarci di farlo.

- Avete fatto davvero molte date dalla pubblicazione del vostro ultimo album Earthbeat,
com’è vivere sul furgone? Dopo un po’ diventa frustrante?

La vita da Tour è bellissima ma allo stesso tempo molto stancante soprattutto quando devi percorrere molti chilometri in giro per il mondo. Il furgone diventa la tua casa e le persone che sono in giro con te la tua famiglia. Naturalmente vivendo ventiquattro ore su ventiquattro con altre persone ci possono essere dei momenti di tensione, dei momenti in cui vorresti rimanere solo ma non puoi e questo può essere stancante e frustrante ma allo stesso tempo ci sono un infinità di cose meravigliose che poi, fortunatamente, ti permettono di andare avanti e di riderci sopra.

- C’è un album che avete ascoltato di più negli ultimi tempi?

Sicuramente l’album dei Black Marble “a different arrangement” è stata la colonna sonora dei nostri tour

-Avete calcato il palco di molti festival e presto avremo la possibilità di vedervi anche a Viareggio al Veleno Festival, che effetto fa? C’è tanta differenza fra un palco italiano ed uno internazionale?

E’ naturale che ci siano delle differenze, in America ad esempio è un lusso fare il soundchek; arrivi al locale ed inizi a suonare indipendentemente dal fatto che tu ti senta, che i suoni siano giusti o meno è tutto molto più punk e anche se inizialmente può essere un pò alienante e frustrante è una cosa che ti aiuta e ti fa crescere molto. L’italia è la nostra casa ed è naturale che il rapporto con il pubblico sia più intimo. Alla fine però il palco è il palco ed il pubblico è il pubblico indipendentemente dal paese in cui ci si trova l’unica cosa che importa è la musica.

- La domanda scontata che vi faranno tutti: non vi attira la possibilità di cantare in italiano anziché in inglese?

E’ una domanda che continuano a farci e sinceramente continuiamo a non capire il perchè, il nostro gruppo è nato in questo modo e in questo modo continuerà ad essere. Naturalmente non pensiamo nulla di male sul cantare in italiano, semplicemente è un alternativa che non ci appartiene

- Avete avuto la possibilità di suonare in una delle migliori radio che ci sono in circolazione, la KEXP di Seattle, raccontateci quell’esperienza..emozionante?

E’ stata un esperienza meravigliosa e terrificante allo stesso tempo. Trovarsi nel luogo in cui si sono esibiti i più grandi artisti della nostra era è una grande responsabilità soprattutto quando non hai possibilità di sbagliare visto che sei in diretta. Eravamo molto emozionati e penso che si sia potuto vedere dai video, l’adrenalina e l’emozione in questi casi è talmente forte che ti blocca, siamo stati contentissimi di quello che abbiamo fatto anche se siamo consapevoli che avremmo potuto fare di meglio, è stata un esperienza che ci rimarrà dentro per tutta la vita

- Progetti discografici futuri da spoilerarci?

Ora vogliamo solo concludere questo lunghissimo tour durato quasi due anni, chiuderci in sala prove e lavorare al nuovo album. Niente spoiler :)

post di questa categoria

DSC_1222

Romics ed. autunnale 2...

Romics ed. autunnale 2019 NerdEco#71

C

C’era una volta ...

C’era una volta a… Hollywood: la recensione

Chiara Ferragni

Chiara Ferragni –...

Chiara Ferragni – Unposted, la recensione

DSC_1128

San Marino Comics 2019...

San Marino Comics 2019 NerdEco #70

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti