Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Beyoncé, SZA, Madonna e molto altro | Demography #384

Beyoncé torna con un album a sorpresa e un documentario su Netflix, un’inaspettata collabarorzione tra Madonna e Maluma e tra SZA, The Weeknd e Travis Scott in esclusiva per GoT, questo e molto altro nella nuova playlist (quasi) tutta al femminile per questo venerdì di Demography!

 

Beyoncé

Beyoncé

Queen B ha pubblicato un disco a sorpresa, HOMECOMING: THE LIVE ALBUM, una raccolta di 40 brani facenti parte della performance che Beyoncé ha presentato al Coachella, più due tracce inedite. Homecoming è legato all’uscita del documentario omonimo su Netflix che racconta proprio della performance al Coachella in cui Beyoncé, oltre a esibirsi da vera diva sfoggiando tutto il suo enorme talento, ha raccontato il proprio percorso, la propria vita, le motivazioni che l’hanno avvicinata alla musica e la caparbietà che l’ha portata ad essere, ad oggi, la migliore performer al mondo.

SZA, The Weeknd & Travis Scott

SZA, The Weeknd & Travis Scott

Le uscite di questo venerdì sono legate a doppio filo con film e serie tv perché, oltre al documentario Netflix su Beyoncé già citato, abbiamo anche un brano intitolato Power is power che vede l’insolita compresenza di SZA, The Weeknd e Travis Scott sulla stessa traccia, scritta per essere inserita all’interno della famosissima serie tv Games of Thrones.
In realtà avevamo già visto SZA e Travis Scott insieme in Love Galore, così come quest’ultimo aveva già collaborato con The Weeknd in due brani contenuti in Astroworld, ma questo terzetto ci suona davvero insolito (seppure suoni da Dio), tenendo anche conto che SZA era stata lontana dalle luci della ribalta per qualche mese a causa di alcuni problemi di salute che la cantante è riuscita poi a superare.

Madonna, Maluma

Madonna, Maluma

Madonna ha collaborato con Maluma in Medellìn. La regina della pop music è sempre sul pezzo e attenta a ciò che accade nel panorama musicale internazionale, nonostante l’età non proprio giovanile. E stavolta ci ha stupito con un brano dalle sonorità reggaeton che vede il featuring insolito di uno dei migliori cantanti del genere a livello mondiale, Maluma. Medellìn è già un tormentone e siamo pronti a risentirla in tutti i club più fighi del mondo.

Priestess

Priestess

Un’altra donna, un’altra (piccola) diva, ma stavolta italiana, Priestess, ha pubblicato il suo nuovo album Brava.
Brava è un inno alla forza del genere femminile, allo status di diva e di donna alfa. Non a caso vengono citate alcune tra le star e le figure femminili più famose e in vista al mondo, da Brigitte Bardot a Monna Lisa, fino ad arrivare ad Andromeda: tutte personalità forti e importanti alle quali la rapper Priestess si ispira e vede come esempi.
Una bella sfida quella di scrivere un disco così gender  che racconta di donne che hanno fatto, in un modo o nell’altro, la storia in un mondo che fatica a stare al passo coi tempi, a capire ed accettare le differenze di genere senza travalicare in posizioni troppo radicali, nel maschilismo, nello svilimento della figura femminile e del suo ruolo sociale. E Brava arriva nel momento giusto per svegliare il pubblico del rap italiano, è un vero e proprio schiaffo alla scena musicale che vede spesso le donne come rapper di seconda scelta o inadatte a questo genere di musica (genere in cui, dando uno sguardo fuori dalla penisola, cantanti e rapper come Beyonce, Cardi B e Nicki Minaj primeggiano in tutte le classifiche con numeri pazzeschi e riconoscimenti a livello mondiale). Il disco di Priestess non è solo musica, è una presa di posizione di una donna forte che urla a gran voce la propria femminilità e vuole essere ascoltata, senza se nè ma.

 

Margherita Vicario

Margherita Vicario

E per restare in ambito italiano, la giovane cantautrice Margherita Vicario è fuori col suo nuovo singolo Mandela: un inno alla fratellanza tra i popoli e contro il razzismo, ma raccontate con la simpatia e la spensieratezza ormai tipici della Vicario. Un viaggio tra sapori speziati, cricket e problemi sociali che dovrebbero essere superati da anni, ma purtroppo attualissimi. Mandela fa sorridere e vuole rispondere proprio con un sorriso all’odio dei nostri giorni, ed è bello sapere che in Italia ci siano artisti socialmente impegnati come Margherita Vicario.

Ma a questo giro abbiamo anche un fuori playlist che merita però attenzione ed è il nuovo singolo di Serena Brancale, Vita da artista. La cantante barese ha pubblicato su YouTube il lyric video del suo nuovo pezzo, un racconto simpatico della vita che conduce ogni artista e che sbugiarda l’alone dorato che si crea attorno all’idea della vita che fanno i cantanti, ma ne mostra invece le macchie, gli scocci, le ansie, tutto ciò che non viene portato sul palco, ma che rimane nel camerino solo con l’artista.

post di questa categoria

viaggi 5

Viaggi infiniti questo...

Viaggi infiniti questo fine luglio: live, flamenco e jazz |atp #181

Spoon

Spoon, Ride, Jenny Hva...

Spoon, Ride, Jenny Hval |Demography #429

alessandro cortini

Alessandro Cortini, Ne...

Alessandro Cortini, New Order, Daymé | Demography #428

Margherita Vicario

Margherita Vicario, Ed...

Margherita Vicario, Ed Sheeran, Blood Orange e molto altro | Demography #427

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti