Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Billy Idol [live report] Lucca Summer Festival 2015

Piazza Napoleone senza sedie di platea in perfetto stile punk, per il più cattivo dei cattivi ragazzi: Billy Idol.

billy idol [live report] lucca summer festival 2015Trascinati dalla passione per gli ‘80s e anche un po’ dal destino, con biglietti last minute, siamo di nuovo al Lucca Summer Festival per un concerto che valeva davvero la pena vedere.

Un’armata di ciuffi platinati, chiodi di pelle, magliette strappate e corna in aria per i fan di lunga data, desiderosi di ricreare quell’atmosfera anche con qualche ruga in più.

Scenografia essenziale a parte un pornografico stuolo di chitarre laccate, fluo e glitterate. Gli anni 80 sono tornati in tutto il loro splendore, così come lui, il magnifico Billy Idol!

Dopo una breve attesa entra in scena la band: i chitarristi Steve Stevens (look sensazionale: panta-zampa di ciniglia damascati magenta, zeppe argentee, e capelli cotonatissimi) e Billy “psycobilly” Morrison, un bassista tutto da scalare con tanto di look da testa di pistone(Stephen McGrath), alle tastiere l’annoiatissimo Paul Trudeau ed il superdotato (di groove, s’intende) Erik Eldenius alla batteria. E infine lui, in abito scuro ma super borchiato, che guadagna la scena con il pugno in aria, come un supereroe, sulle note di Postcards from the Past (per l’appunto!).

Fiero, statuario, orgoglioso di varcare di nuovo la scena, coinvolge il suo pubblico come il più grandioso degli animali da palcoscenico. Già al quarto brano, Dancing with Myself (brano dei Generation X, prima band di Idol ndr.) l’atmosfera si scalda con il primo degli innumerevoli cambi d’abito, che lo vede a petto nudo e con un fisico perfetto. Ma quelle che si sono definite “Hormonal Housewives” si squagliano sul brano successivo, Flesh for Fantasy, sul quale la transustanzazione di Billy da artista a Idolo sessuale si compie.

L’età e i lunghi anni di riabilitazione non fermano l’artista, se ne sente solo l’ombra nella voce roca, ben sostenuta dal parallelo show dell’implacabile Stevens che sfodera le sue unghie smaltate nere (ma anche schiena, denti e pistole giocattolo!) in assoli interminabili tra sigarette e LED segnatasto blu.

Soltanto a metà concerto Billy si interrompe un attimo per ringraziare il pubblico, che ha continuato a sostenerlo in questi anni, e l’Italia, per aver ospitato il suo tour Kings and Queens of the Underground, e con questo retroscena tanto malinconico, quanto riconoscente parte Sweet Sixteen.

11736907_10206611242541189_733058415_nCamicia bianca, ovviamente sbottonata, per Eyes Without a Face, seguito da un momento solista di Stevens che lascia tutti a bocca aperta con un epico tributo al Flamenco e ai Led Zeppelin.

La band mette a ferro e fuoco il palco con la doppietta alcolica di Whiskey and Pills e Rebel Yell per poi interrompere il coito sul più bello e farsi coccolare dalla folla da dietro le quinte.

Gran finale, in camicia in tulle nero, l’idolo imbraccia la sua Stratocaster e sfodera dagli albori della sua carriera solista i brani White Wedding e Mony Mony.

Billy “Fuckin’” Idol ci regala uno show senza tempo, ad alto tasso di testosterone, autocelebrazione e smorfie sexy, durante il quale non si è risparmiato dall’intrattenere e dal coinvolgere i suoi fan, come solo una vera RockStar sa fare.

Nicolò Caltabellotta & Alessandra Princi

post di questa categoria

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

pantesca

Insalata Pantesca

Insalata Pantesca

radiohead oknotok

Radiohead, “OKNO...

Radiohead, “OKNOTOK” – Artwork della Domenica

ultimi post caricati

764d0be37628ec0b028eeaf030cc7aab

Steamcon 2017, lo Stea...

Steamcon 2017, lo Steampunk a Pisa

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Presentazione "Da Cassino ad Hollywood" - Promovie (foto @Promovie)

Cos’è Promovie?...

Cos’è Promovie? – “Da Cassino ad Hollywood” @LaFeltrinelli

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

Commenti