Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Borgo Stretto a colori – #insomnia

Sembra il titolo di una favola e forse lo è per davvero. Ragazzi di tutte le età riempiono di colori le strade del centro e il mattino dopo, purtroppo, l’incantesimo finisce.

14813689_10207721651339074_697458373_n

Nella notte tra il 21 e il 23 ottobre in Borgo Stretto è successo qualcosa di fantastico. Per una notte Pisa ha perso il grigiore delle sue strade grazie a dei comunissimi gessetti colorati che si utilizzavano quando eravamo alle elementari. Tutti quelli che uscivano dalla Piazza delle Vettovaglie hanno trovato di fronte a se uno spettacolo unico fino ad ora.
Verso le tre del mattino anche noi eravamo lì – anche noi siamo umani – e come tutti ci siamo meravigliati nel vedere quei colori. All’inizio sembrava una trovata per recuperare qualche spicciolo da parte dei ragazzi che ogni sera si fermano lì a chiederne qualcuno, ma dopo poco si è capito che c’era qualcosa in più.
Incuriositi, abbiamo iniziato a fare qualche domanda in giro e dopo tanti amici confusi come noi, abbiamo conosciuto due ragazzi che erano lì da un po’ più di tempo e ci hanno chiarito un pochino le idee. Giulia e Daniele erano lì da quando le mattonelle colorate erano molte meno rispetto al risultato finale fotografato e pubblicato sul social il mattino dopo. Ci hanno detto che anche per loro il tutto sembrava improvvisato, ma poi dopo un po’ che osservavano hanno capito che sotto sotto c’era qualche principio di organizzazione. Da quando i nostri due amici erano lì, hanno visto aumentare il numero di gente che ha preso un gessetto messo a disposizione e che ha iniziato a colorare tracciando prima qualche segno con il gessetto su una mattonella e poi spargendo il colore per tutta la mattonella con la mano. Per ogni mattonella è stato usato un colore diverso e per ogni ragazzo che si aggiungeva al gruppo, partiva una telefonata o un messaggio a qualche amico che subito raggiungeva l’ormai colorata zona.
14885850_10207721651179070_361944678_nSe la cosa poteva sembrare improvvisata all’inizio, dopo poco tempo il tutto si è trasformato in una macchina per organizzata con un obiettivo sempre più chiaro e soprattutto comune: riempire di colori il Borgo!
Giulia e Daniele, a un certo punto della nostra chiacchierata, scoppiano a ridere e vedendo le nostre facce incuriosite ci raccontano un aneddoto che ha dell’incredibile.. anche i netturbini, impegnati nel loro turno di notte, si sono fermati per gustarsi lo spettacolo. La loro reazione ha stupito tutti: si sono messi a ridere vedendo quei colori, e forse con la voglia di colorare anche loro, si sono avvicinati al gruppo di ragazzi facendo i complimenti a tutti; poi hanno ripreso la guida dei loro mezzi e per non rovinare quello spettacolo urbano hanno fatto il giro più lungo. Non solo i netturbini, ma, continuano Giulia e Andrea, anche le forze dell’ordine trovandosi di fronte al fatto (e creando un po’ di agitazione nei cuori di quelli che avevano in mano un gessetto), hanno stupito tutti: senza neanche scendere dalla loro vetture, forse anche loro attratti dall’assenza di quel grigio onnipresente, hanno fatto retromarcia e sono andati via facendo continuare la fantastica esperienza dei ragazzi presenti.
14826370_10207721654899163_1714419807_nGuardandoci intorno vedevamo tutti con il proprio smartphone in mano, chi per telefonare ad altri amici, chi invece per scattare foto: tutti si stavano chiedendo che hashtag usare per postarle in rete, così approfittando dell’amicizia creatasi con Giulia e Daniele, chiediamo loro se fosse stato ideato qualche trend per l’occasione. Inizia a spargersi la voce di un hashtag da utilizzare ideato probabilmente da uno dei primi artisti/organizzatori: #insomnia! Piano, piano ci siamo accorti della grande quantità di foto presenti sui social con questo hashtag.
Ci siamo chiesti il motivo di questa scelta, si presuppone che la parola sia stata scelta per richiamare l’elemento notturno (insonnia) e rimandare al concetto di “collaborare insieme ad un progetto comune”, quello di colorare le vie del centro (omnia).
#insomnia, se così possiamo permetterci di chiamarlo, ha attirato l’attenzione di molte persone, ha creato magia in Borgo Stretto, ha fatto tornare tutti piccoli e come ogni favola, a una certa ora, il tutto è sparito.
Il mattino dopo ci sono stati altri netturbini che hanno lavato via tutto, ma noi siamo romantici, sognatori,  fotografi improvvisati e #insomnia è rimasto nei nostri ricordi, nelle memorie dei nostri cellulari e nei profili di Facebook di tutti quelli presenti.

Il nostro sogno è di rivedere quel Borgo colorato e di rivivere le stesse, improvvisate, magiche emozioni.

14877186_10207721652619106_1621058907_n

Giammario Spada e Alice Gennari per RadioEco

post di questa categoria

Piovani

Concerto di Nicola Pio...

Concerto di Nicola Piovani @Piazzadeicavalieri @Danteprima

20170526_111203

Rumors al Teatro Sant...

Rumors al Teatro Sant’ Andrea

18216851_1523951117678404_2557619096999505965_o

Rintocchi di Campanile...

Rintocchi di Campanile, in scena al Teatro Sant’ Andrea

20170515_172452

Da Cassino ad Hollywoo...

Da Cassino ad Hollywood, la presentazione

ultimi post caricati

ON POINT (5)

Ghali – Lapalux ...

Ghali – Lapalux | Demography #206

eventi wom

Eventi della settimana...

Eventi della settimana – ATP | WØM FEST – MI AMI e tanto altro

spring attitude

Spring Attitude –...

Spring Attitude – Mixtape – Demography #205

Il podio di Le Mans - MotoGP.com

Le Mans – La feb...

Le Mans – La febbre delle due ruote

Commenti