Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

BOSCH – Il giardino dei sogni

Anche nelle sale di Pisa, il 7 e l’8 Novembre, approda il documentario prodotto da José Luís López: “ Bosch – Il giardino sei sogni ”. Il pittore dalla doppia anima che è stato capace di fondere il macabro con il fantastico, l’orrore con l’assurdo dando vita a quadri capaci di sprigionare nell’osservatore le sensazioni più controverse, scatenando uno strano fascino per la paura.

Ma chi è Bosch e perché vale la pena andare a vedere questo documentario?

Per farla breve, Bosch è un pittore olandese che nasce nel 1453 e muore nel 1516. L’origine della bizzarria di questo pittore, che pare tutto ancora chiuso nel Medioevo, è la questione su cui si interrogano da secoli gli studiosi. Contemporaneo di Leonardo da Vinci, a prima vista sembrerebbe lontano anni luce da quest’ultimo, ma la visione artistica di Bosch si basa su un forte realismo, che era tanto ricercato dal pittore italiano: ogni dettaglio è dipinto minuziosamente, cercando di riprodurre la realtà nel migliore dei modi, al fine di far riflettere l’osservatore sul male che alberga il nostro mondo.

Bosch - Il Giardino dei Sogni

Bosch – Il Giardino dei Sogni

Bosch credeva, infatti, che per salvarsi l’unico modo fosse evitare il male, non tanto fare del bene; credeva nel diavolo e lo vedeva ovunque, come se riprendesse la tradizione dei predicatori medievali che raccontavano aneddoti feroci.

Bosch cerca di riassumere la fine del Medioevo in un momento di transizione sociale. Non è un pazzo, ma un intellettuale che cerca di riprodurre una visione critica della società, raffigurando i peccati che, a parer suo, appartenevano alla borghesia. Cerca di lanciare un messaggio di insegnamento morale, probabilmente dovuto alla propria religione, un elemento quasi invadente nella vita di Bosch.

Quindi, si direbbe che ogni sua opera sia ricollegabile alla sua fede, ma c’è anche chi, come lo scrittore Cees Nooteboom, scrivendo un libro su Bosch dal titolo Een duister voorgevoel, riflette sull’eretismo presente in alcune tele e ci lascia con una riflessione:«Se Bosch con questa sua visione desolante del mondo, avesse voluto dire che Cristo non aveva fatto nulla di buono, che cosa sarebbe successo?».  

BOSCH - Il Giardino dei Sogni

Bosch – Il Giardino dei Sogni

Difficile dare una risposta ma, attraverso la visione del documentario, qualche dubbio verrà sicuramente chiarito sulla figura misteriosa di questo artista. Cosa aspettate a vederlo?

Sara Binelli per RadioEco

post di questa categoria

Mensa - 5 regole per la sopravvivenza

Mensa – 5 regole...

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

calibro 35 rit

Calibro 35, “Rit...

Calibro 35, “Ritornano Quelli di…” | Artwork della domenica

dan kye

Dan Kye, The Fratellis...

Dan Kye, The Fratellis, Björk| Demography #238

Logo655_5-313x313

65,5 – Mondiale ...

65,5 – Mondiale addio, bentornato fantacalcio

ultimi post caricati

cof

Parola di Donna –...

Parola di Donna – Voci femminili a confronto

Il caffè

Caffè: quattro regole...

Caffè: quattro regole fondamentali secondo la scienza – Enjoy The Science – Rubrica scientifica di Radioeco

o-POSTINO-facebook

Il Postino, 8 minuti d...

Il Postino, 8 minuti di backstage in anteprima mondiale

Sophia - la Filosofia in festa

Sophia – la Filo...

Sophia – la Filosofia in festa

Commenti