Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Buio Presto – Dieci canzoni da ascoltare al buio

BUIO PRESTO – 10 CANZONI DA ASCOLTARE AL BUIO

Ecco a voi una lista di canzoni da ascoltare qualora le tenebre dovessero abbracciarvi anzitempo.
Una lista atta ad accompagnarvi nel percorso che porta fuori dalla nictofobia se ascoltata tutta e nell’ordine consigliato.

buio

0 “Nessuna”

Tanto non avete elettricità, quindi non potete accendere il PC.
E anche supponendo che abbiate un portatile con la batteria carica, non potete ascoltare musica in streaming.
E, a ben vedere, non potete neanche leggere questo articolo.
Ma volendo azzardare che voi possiate formulare un pensiero preventivo, vi invito a creare ora questa playlist da utilizzare poi all’uopo.
Gli scoiattoli, quei simpaticissimi ratti oblunghi sotto anfetamina, fanno scorta di ghiande durante la bella stagione per non rimanere senza durante l’inverno.

Sarete mica inferiori agli scoiattoli?

1 “Buio – Fine Before You Came

“Non aver paura del buio
meglio non vedere
che cercare invano e non trovare”

E con questa bella botta di positività si apre la nostra playlist. Però è pur sempre un aspetto positivo della vostra condizione.Va aggiunto che il gruppo di Lietti potrebbe cantare di prati in fiore e coniglietti saltellanti e far salire lo stesso l’angoscia. Lo dico nonostante siano una delle mie band preferite.

Anzi forse lo sono proprio per questo.

2 “Non Dormi – Giorgio Canali”

“Come vorresti addormentarti ora,
ma,complice il silenzio,
il vuoto ti divora”

Vi rigirate nel letto avvolti da lenzuola, pensieri e noia. Ma il sonno vi evita.
Ps: Sapevo che questa playlist, dato l’argomento, non sarebbe sfociata in caciara e canti da osteria ma mi rendo conto che al momento queste canzoni fanno di Vasco Brondi un allegro compagnone.
Mi rifarò alla prossima.

3 “Chi ha Paura del Buio? – Piccolo Coro Mariele Ventre

“Chi ha paura del buio?
Io no!”

Come promesso!
Ecco delle nuove leve dell’indie italiano che con il loro giovanile ottimismo risollevano il morale del nostro decalogo.
I figli degli Afterhours si sono riuniti per reinterpretare l’album più famoso dei genitori in chiave Dance/Trip-Pop/Sponge-Pop.
Ripetetevi che non avete paura del buio.

4 “Quello che Manca – L’Orso”

“E non ho paura del tuo buio,
il buio ha soltanto un colore,
ho paura dell’amore
che è pieno di sfumature.”

Bella.
Profonda.
No, davvero. Molto bella.
Ammetto di essere sorpreso perchè di solito le canzoni de L’Orso mi fanno cagare. Invece questa mi fa schifo.
Spero che questa rima vi aiuti a trovare una motivazione per non avere più paura del buio.
Mentre io continuo a cercare un motivo per questa canzone.

5 “E Ruberò per te la Luna – Negramaro”

“E ruberò per te la luna
Se il buio ti farà paura
Eh!”

Vi rincuorerebbe?
Chissà la comodità di avere la luna come personale faretto sulla scrivania.
Una cosuccia così, discreta e funzionale.
Senza contare che la luna non emana luce propria quindi si è conclusa più o meno una mazza.
Ma tant’è..

6 “Blackout – Linkin Park”

“I’m stuck in the bed you made
Alone with this sinking feeling”

E’ il momento di prendersela con l’unico responsabile della vostra situazione.
No, non voi stessi…Non sia mai.
Ma il blackout.
Urlategli con le parole del gruppo di Shinoda e Bennington la vostra indignazione.

7 “Lullaby – The Cure

“Lullaby”

Ora che vi siete sfogati potete apprestarvi al sonno.
Il titolo però è l’unica parte della canzone che può ispirare la tranquillità necessaria.
Vi auguro di non capire l’inglese perchè se no addormentarvi vi verrà difficile.
Questa era la ninna-nanna che cantavano a Robert Smith da piccolo.
E i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

8 “Ninna Nanna – Daniele Celona”

“Ninna nanna
tutto a posto
era solo un brutto sogno.
Ninna nanna
tutto a posto
dormi pure cittadino italiano
fotti ancora il tuo vicino se vuoi.”

Se il vostro dirimpettaio dovesse essere una persona piacente potreste provare l’approccio dicendo che vi ha mandato Celona.
Comunque dato il ritmo di questa canzone e il testo della precedente è evidente che io con le ninne nanne non ci so fare.

9 “Ninnananna – Modena City Ramblers”

“Forse ti stai cullando al suono di un treno,
inseguendo il ragazzo gitano
con lo zaino sotto il violino
e se sei persa
in qualche fredda terra straniera
ti mando una ninnananna
per sentirti più vicina.”

Cosa c’è di più conciliante per il sonno della confortante atmosfera Rom?
Crogiolatevi nella consapovelozza di essere a casa sotto le coperte sanini e salvini.

10 “Dormi – Subsonica”

“Dormi che è meglio
dormi che è meglio
dormi che è meglio così.”

Ecco appunto.
S’è fatta anche una certa.

Ed ecco, per i più pigri di voi, la playlist Spotify già bella e pronta da usare buio presto – playlist.

post di questa categoria

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

serata

eventi in toscana: ser...

eventi in toscana: serate jazz e…|atp #109

Pirati sbarcano a Teat...

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

ultimi post caricati

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

ryanair

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Ryanair

Albert Einstein

Albert Einstein: la te...

Albert Einstein: la teoria della felicità messa all’asta – Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

Commenti