Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Corpi che si sfogliano, al Lumiere

Corpi che si sfogliano di Giovanna Maina presentato al Lumiere

Lunedì 22 Ottobre 2018, al Lumiere di Pisa, è avvenuta la presentazione di Corpi che si sfogliano. Cinema, generi e sessualità su Cinex (1969 – 1974) edito ETS, 2018. Presenti all’ incontro l’ autrice Giovanna Maina assegnista di ricerca presso l’ Università di Sassari, il giornalista Alessio Carli e la sociologa Maria Luisa Fagiani.

Corpi che si sfogliano presentato al Lumiere

Corpi che si sfogliano presentato al Lumiere

Corpi che si sfogliano è incentrato su Cinesex, “Rassegna internazionale di fotofilm e attualità cinematografica” , nato nel 1969  e oggetto peculiare nell’ universo della stampa maschile di quel periodo.

Maina ha come obiettivo quello di tentare un primo studio incentrato sul cineromanzo sexy d’ inizio anni Settanta, argomento trascurato dagli studi sulla cinematografia.

L’ analisi di Cinesex (quattordicinale con 62 uscite), considerato in genere di limitata rilevanza sociale, propone in sé problematiche complesse ed è in grado di suscitare riflessioni non di scarsa importanza, specie se si prende in considerazione  il contesto socio-culturale in cui lo si colloca.

Il 1969 fu infatti un anno importante in cui si venne affermando sempre più la rivoluzione sessuale in un’Italia appena uscita dal boom economico. Fu un momento in cui, per la prima volta, si cercò di attuare una certa “rinegoziazione” del rapporto uomo – donna e di quello con la censura.

Corpi che si sfogliano

Corpi che si sfogliano

Corpi che si sfogliano è il risultato di un solido percorso di studio che Giovanna Maina ha iniziato durante il dottorato di ricerca in Storia delle Arti Visive e dello Spettacolo, svolto proprio all’ Università di Pisa e proseguito con un’ opera di meticolosa consultazione svoltasi presso la Bibliomediateca Mario Gromo del Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Lo studio di Cinesex è stato di tipo diacronico. Maina non ha analizzato il quattordicinale come opera a se stante, ma l’ ha esaminata anche nel corso del tempo, da quando cioè quei Corpi che si sfogliano non sono stati più un mero catalogo di esposizione di corpi di attrice, ma hanno voluto includere anche quelli dei lettori e in particolar modo delle lettrici: dalla fantasmagoria dell’ evasione al voyerismo del quotidiano, dal rapporto cinema / attualità a quello sesso / attualità.

Un’ analisi a 360°  su un mondo in evoluzione, così precisa e così attenta nella metodologia che meriterebbe di essere proposta volgendola anche verso l’ attuale e il contemporaneo.

Isabel Viele per Radioco

post di questa categoria

Unloved

Unloved, Vök, Pereira...

Unloved, Vök, Pereira & more | Demography #354

DSC_3519

Firenze Fantasy parte ...

Firenze Fantasy parte il countdown NerdEco #57

K Á R Y Y N

K Á R Y Y N, Amon Tob...

K Á R Y Y N, Amon Tobin, Not Waving & more|Demography #353

Be Forest

Wajad وجد, Be Fores...

Wajad وجد, Be Forest & more | Demography #352

ultimi post caricati

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Foto di Giuseppe Flavio Pagano

ensemble Entr’acte ...

ensemble Entr’acte – Concerti della Normale

50012384_10155968040120848_6768598884873666560_o

Pisa Jazz e tanti altr...

Pisa Jazz e tanti altri eventi | ATP #162

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Commenti