Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Cuori affranti – “Quand’ella altrui saluta”

Ciao a tutti lettori accaniti! Siamo tornati dopo una pausa un po’ più lunga del previsto!

Sappiamo tutti che i problemi amorosi non vanno in vacanza, non rispettano le festività e nemmeno gli appelli d’esame e, anzi, spesso rendono tutto più complicato. Non disperate: “Cuori affranti” è ancora qui a diffondere saggezza sentimentale a tutti!

Ripartiamo quest’anno con un saluto di benvenuto ricordando, per anticipare il tema della lettera di oggi, le parole del sommo poeta: “Tanto gentile e tanto onesta pare /… quand’ella altrui saluta”. Comunque lo interpretiate quel “pare” è fondamentale per il senso del sonetto. Proviamo a farlo capire anche alla giovane a cui rispondiamo.

Ieri, dopo un paio di mesi dall’ultima volta che lo avevo incontrato, ho rivisto il mio ex. Non so perché ma sentivo che l’avrei incontrato. Intuizione femminile oppure dipende dal fatto che stavo passando per la strada di casa sua? Probabilmente la prima, lo sento: fin da piccola ho manifestato questo tipo di sensibilità.

Scrivo per dei consigli perché i problemi che questo incontro mi ha creato sono molteplici.

Innanzitutto: lui mi ha salutato. Era già successo una volta, la prima in cui ci siamo incontrati da quando lui mi aveva lasciato. Anche in quell’occasione mi aveva salutato e, dopo una prima incertezza, anche io l’avevo risalutato. L’ho fatto anche ieri, come se niente fosse, nonostante mi fossi ripromessa di non farlo.

Come dovrei comportarmi a riguardo? Devo guardarlo e non rispondere? Devo salutarlo? Sono molto combattuta, indecisa e, soprattutto, non riesco a frenare la mia lingua prima di pronunciare quel terribile “ciao”.

Secondo problema: non era solo. C’ era una ragazza con lui. Somigliava ad una sua amica che anche io conosco ma non sono sicura fosse lei, anche perché si è girata a guardarmi, non mi ha salutato, e soprattutto era con lui sulla strada per casa sua.

Questa cosa mi ha mandato un po’ in crisi. Non so cosa pensare e in me si sono risvegliati molti ricordi, e tutto è successo in un periodo in cui, stranamente, mi ritrovo spesso a pensare a lui e ai momenti insieme.

Help!

Anonima solitaria, nostalgica e confusa.

*   *   *

Cara anonima nostalgica,

oserei dire che purtroppo problemi come i tuoi sono piuttosto frequenti: insomma in una città di medie dimensioni come Pisa è altamente probabile incontrare qualcuno che conosci. A volte gli incontri sono positivi e piacevoli ma, molto più frequentemente, vorresti non essere uscita di casa. Capita, dunque, e di questo dobbiamo solamente farcene una ragione. Riguardo le tue capacità di previsione invece, non saprei dire se tu sia particolarmente sensitiva o se semplicemente dovresti scegliere con più cura le strade su cui transitare.

Ma… affrontiamo i tuoi dubbi uno alla volta.

Primo: il saluto.
C’è da dire che il tuo ex è evidentemente un tipo cordiale. Quindi, come comportarsi di fronte a tanta superiorità e gentilezza? Se rispondi dimostri educazione e un certo distacco. Non sembrerai più tanto coinvolta emotivamente, cosa che, da quello che scrivi, non corrisponde a verità. Nel caso in cui tu non risponda, dimostri un po’ di rancore.
Per concludere: take it easy. Nessuno a parte te si porrà il problema di analizzare le tue reazioni, soprattutto se parliamo di una ragazzo di un’ età, presumo, tra i 20 e 30 anni: è una categoria che non eccede mai con lo psicologismo. Io direi questo: fatti forza e con sguardo accigliato e deciso fai capire che lo hai visto e che non lo saluti intenzionalmente. Quello che devi chiarire, soprattutto a te stessa, è che voi non siete conoscenti qualsiasi e tanto meno amici. Punto. Mai essere amici dei propri ex. Mai, non si può.

Secondo problema: la tipa in sua compagnia.
Come prima, purtroppo è inevitabile che accada qualcosa del genere. Non so dirti se fosse la sua amica o la sua nuova fiamma, e non posso rassicurarti. Comunque venire a sapere che ha nuova ragazza è una cosa che devi preventivare. Prima o poi capiterà. Questo non vuol dire che non ricapiterà anche a te, magari a breve, di incontrare qualcuno, cara “anonima solitaria”.

Anzi, per te in questo caso ho un consiglio molto propositivo: hai presente quel tipo carino della palestra? Oppure quello della biblioteca? Ecco, saluta uno di loro, o meglio tutti e due, almeno le corde vocali non lavoreranno inutilmente.

A questo punto direi che… io vi saluto e… salutatevi anche tra di voi, magari il più cordialmente possibile.
Mi raccomando, scrivete e seguiteci! Alla prossima!… CIAO

V.S. per Radioeco.

 

 

post di questa categoria

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

serata

eventi in toscana: ser...

eventi in toscana: serate jazz e…|atp #109

Pirati sbarcano a Teat...

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

ultimi post caricati

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

ryanair

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Ryanair

Albert Einstein

Albert Einstein: la te...

Albert Einstein: la teoria della felicità messa all’asta – Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

Commenti