Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Da Magritte a Duchamp: la nuova mostra di Palazzo Blu

Arriva a Palazzo Blu Da Magritte a Duchamp, la nuova mostra  che omaggia il Grande Surrealismo del Centre Pompidou di Parigi

Mercoledi 10 ottobre si è svolta, presso i locali di Palazzo Blu a Pisa, la conferenza stampa de Da Magritte a Duchamp. 1929: il Grande Suralismo del Centre Pompidou , la nuova grande mostra, patrocinata da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Pisa e Regione Toscana, destinata a divenire un evento culturale imperdibile per gli appassionati d’ arte pisani e non solo.

"Da Magritte a Duchamp" ph. Isabel Viele

“Da Magritte a Duchamp” ph. Isabel Viele

Presenti all’ evento il Sindaco di Pisa Michele Conti, Cosimo Bracci Torsi Presidente di Fondazione Palazzo Blu, il Curatore Didier Ottinger e Simone Todorow di Mondo Mostre.

La nuova mostra si appresta a concludere un ciclo iniziato due anni fa con Salvator Dalì, riprendendo l’ ottica di collaborazione con il Centre National Georges Pompidou  e sperando di ripetere il successo di tre anni fa ottenuto con Modigliani et se amis.

Da Magritte a Duchamp si colloca inoltre nel decimo anno di attività di Palazzo Blu. Dieci anni in cui sono state realizzate una serie di mostre annuali dedicate ai principali artisti del Novecento (Chagall, Mirò, Kandiskij, Modigliani e Escher).

Il periodo artistico di riferimento è il 1929, anno assai importante nella corrente surrealista, individuato come momento rivoluzionario e di svolta.

La mostra si compone di 90 opere fra pitture, collages, sculture, fotografie, e disegni provenienti tute dal Centre Pompidou e ordinate dal curatore Didier Ottinger che nel centro francese occupa la carica di “direttore aggiunto” e che si può considerare come uno fra i più importanti studiosi del movimento surrealista.

"Da Magritte a Duchamp" ph. Isabel Viele

“Da Magritte a Duchamp” ph. Isabel Viele

Ad accogliere i visitatori una grande varietà di capolavori realizzati principalmente tra il 1927 e il 1935. Tra queste il celebre Le double secret  e Le model rouge di Magritte, Dormeuse, cheval, lion invisibles e L’ ane pourri di Salvator Dalì, i collage di Max Ernst, le sculture di Alberto Giacometti e Man Ray, le maschere di fil di ferro di Alexandre Calder, grandi dipinti di Picasso, Mirò, De Chirico, le composizioni fotografiche di Brassai, Lotar, Man Ray, Jean Painlevé, Claude Cahun e infine L. H.O.O Q di Marcel Duchamp.

Se volete entrare anche voi in questo universo onirico, vi ricordiamo che Da Magritte a Duchamp sarà visitabile dall’ 11 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 secondo gli orari e indicazioni che potete trovare visitando sia il sito di Palazzo Blu  che i suoi canali social

 

Isabel Viele per RadioEco

 

 

post di questa categoria

nubya garcia

Nubya Garcia live al P...

Nubya Garcia live al Pisa Jazz Festival .

SYML

SYML, Tusks, The Cranb...

SYML, Tusks, The Cranberries & more | Demography #369

23 marzo lumiere

Marzo volge al termine...

Marzo volge al termine ma non le novità che ci riserva!

Ghali

Ghali, Sfera Ebbasta, ...

Ghali, Sfera Ebbasta, Jake la Furia e molto altro | Demography #368

ultimi post caricati

carnì-800x1000

“Cose storteR...

“Cose storte” di Andrea Carnì alla Libreria Pellegrini

donne 3

Donne in festa!Tanti e...

Donne in festa!Tanti eventi da non perdere questa settimana! |atp #167

DSC_8463

Emma Goldman – F...

Emma Goldman – Femminismo e anarchia alla Sms Biblio

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Commenti