Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

DEMOGRAPHY #12

unnamed-10Il debutto del duo avant-elettronico Stage Hands è previsto per il 10 febbraio 2015, e grazie all’ascolto in anteprima dell’LP omonimo, composto da sei tracce, abbiamo potuto apprezzare come Brandon Locher e Gerald Mattis (entrambi musicisti e produttori) abbiano saputo tessere una trama di armonia tra antitesi. Acustico/elettrico, astratto/concreto, teorico/pratico: sono tutti contrasti abilmente amalgamati nei due pezzi che abbiamo analizzato.

“The Populating of Empty Space” ha un sound minimale molto affine con le musiche di sottofondo dei videogames rétro (sarebbe ideale per giochi come Sonic the Hedgehog, per intendersi). È un’elettronica introspettiva che avanza in punta di piedi con melodie penetranti, il cui video ritrae un allucinogeno sogno digitale pieno di modelli prismatici attraverso una computer-grafica anni ’80. Una conferma degli opposti virtuosamente mescolati dagli Stage Hands è la scelta di optare per una inusuale batteria jazz.

Caratteristiche simili per “Adaptive Lines”, che si mantiene su una buona qualità senza però elevarsi dallo status di musica da sottofondo, svelando forse un po’ il limite di questo esordio degli Stage Hands prodotto da My Idea of Fun.

5021392961194Già uscito il 24 novembre ma comunque recente è l’ultima fatica di Andrew Lustman, conosciuto come FaltyDL. L’EP di 8 tracce dall’impronunciabile titolo ///|\||\\\\ è stato anticipato da “Do Me (Bruk Mix)”, pezzo che non brilla per originalità. La base è scontata e risentita, e neanche il rullante spostato dai canonici 4/4 riesce a conferire al brano una maggiore incisività. Questo è il secondo album negli ultimi dodici mesi di FaltyDL (segue In The Wild), ancora prodotto da Ninja Tune, e sta a testimoniare come il 2014 sia stato un anno molto intenso per il musicista americano.

unnamed-11Altrettanto intenso sarà il 2015 per Jaye Kranz, polistrumentista e lead singer degli australiani Brighter Later. Il singolo “Brace” è il preludio a quello che sarà il seguito del disco d’esordio The Wolves. Un pianoforte delicato introduce la flebile voce cristallina di Jaye Kranz, mentre l’architettura di suoni va sempre più articolandosi verso atmosfere solenni. “Brace” è la prima uscita dei Brighter Later dopo il tour che li ha visti impegnati per tutto il 2013, impreziosito da esibizioni in luoghi prestigiosi come il Sydney Opera House.

Iacopo Galli

post di questa categoria

Dunk

Dunk live @Lumiere Pis...

Dunk live @Lumiere Pisa [ report ]

tangerine dream @ teatro verdi (3)

Tangerine Dream : un v...

Tangerine Dream : un viaggio attraverso lo stargate

capo lee

Capo Lee & Jack D...

Capo Lee & Jack Dat @Lumiere, Pisa

Paolo Angeli_22_22 free Radiohead_2

Paolo Angeli “Fr...

Paolo Angeli “Free Radiohead” live @IF2018

ultimi post caricati

IF2018 - “Fake: una storia vera” con Martina dell'Ombra

IF2018 – “Fake...

IF2018 – “Fake: una storia vera” con Martina dell’Ombra

Blade Runner

IF2018 – Blade R...

IF2018 – Blade Runner (The Final Cut) @ Cinema Arsenale

Ph: Irene Camposano

IF2018 – Affront...

IF2018 – Affronta il Pac-Man: una sfida all’ultimo puntino.

soccerdatachallenge

IF2018 – Soccer Data...

IF2018 – Soccer Data Challenge [Hackathon]

Commenti