Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Demography #36: Numa Crew, Platonick Dive, Capibara, Ioshi.

PrintRuggendo, carichi e diretti dalla Liondub Records ritroviamo le maestose fiere della Numa Crew. Il collettivo fiorentino è maestoso in questo nuovo album dalle collaborazioni importanti e dai suoni massicci. New Underground Massive Alliance si presenta esattamente per quello che è, una nuova alleanza massiva ed underground. I suoni sfornati sono decisamente fuori dalle ottiche italiane (non a caso la Liondub è di NY) e le collaborazioni precedenti di cui fanno sfoggio non sono da poco (EMI Italy e NoMad per citarne un paio). Sia che collaborino con realtà italiane come i Mellow Mood o Mc Kwality (LN Ripley) sia con nomi internazionali come Dub FX,  i Numa si muovono sinuosamente tra le linee e le liane di jungle, dubstep, drum and base e reggae. “Bass Hater” esemplifica bene la cadenza di tiro.

Platonick-DiveOwerflow è il secondo album dei Platonick Dive uscito questo mese per la Black Candy Records. L’album è il tuffo platonico da cui traggono il nome, un eterno istante di intangibilità, la Tomba del Tuffatore. Un album delicato e consistente, dove le linee più basse ti prendono per mano e i sample vocali ti accarezzano il viso mentre sei a mezz’aria. Da “Spoken Noise” che avrebbe potuto anche chiamarsi Whispered Music per la compostezza si passa a “Please Dance Slowly” dove la richiesta sembra proprio essere quella di danzare lentamente. Di qui l’album si descrive da solo con i titoli dei pezzi, sopra di te, da Seattle a Berlino passando per le connessioni sotterranee, per l’alta marea, lo specchio, affogati nell’overdose di riverbero sulla strada che riporta a casa. Il meglio deve ancora venire e questo album ci lascia con una soffusa sensazione di jet-lag.

In occasione del Fosfeni ed avendoli intervistati qui non potevamo non soffermarci su Capibara Ioshi.

ArtworkCapibara debutta da fondatore della White Forest Records con Jordan, dopo aver rilasciato Roxanne EP (campione del campione, 5 minuti buoni per capire che stavo ascoltando una Aguilera pesantemente pitchata). L’album è il deciso frutto dell’amore per le sonorità afro-beat e i sample vocali del produttore dal peloso aka. Un LP che se non è dedicato a quel Jordan è sicuramente aperto da un altro cestista, “James Harden” dove l’attenzione alla melodia è più maniacale della cura della barba del giocatore dei Rockets. Loop intricati come l’Amazzonica e ritmi torrenziali come le piogge nella suddetta. Synth pluviali e ricchezza di fauna: Lies, Sabir, Millelemmi, Milena Medu, i summenzionati Platonick Dive, 12 Inch Plastic Toys e molti altri. Jordan non come Michael ma questo album è un tiro da tre punti.

ArtworkSempre sotto la folta chioma della Foresta Bianca, Ioshi ha chiuso il catalogo uscite della WF del 2014 con il suo sodalizio con Sabir e il loro album dal sanscrito titolo, Mandala. Il viaggio di iniziazione interiore parte con la fusione delle anime dei due producer, “Rising Tide”, dove spicca una certa propensione per giri di batteria (non a caso, considerato Ioshi)e un altalenare tra jazz e sintetizzazioni spinte. Un album squisitamente esotico e speziato, dove spicca la collaborazione con Capibara in un pezzo articolato da sgranare come un rosario tibetano. Il concetto dell’album è sapientemente sintetizzato nell’ultima traccia “Audiomandala”, è un percorso di illuminazione acustico, se mi permettete la sinestesia.

Guglielmo Piacentini

post di questa categoria

bjork ind and wine colapesce

Colapesce, Iron &...

Colapesce, Iron & Wine e Björk | Demography #222

Ammore e Malavita

Recensione: Ammore e M...

Recensione: Ammore e Malavita – RadioEco

ATP (21)

eventi in toscana: jaz...

eventi in toscana: jazz e tanto altro | atp #96

ON POINT (12)

Demography #221 | Senn...

Demography #221 | Senni, Mana & More

ultimi post caricati

andrea-bocelli-cieco

Bocelli al “Robo...

Bocelli al “Robotics Pisa 2017″

disabilità

Riabilitazione Robotic...

Riabilitazione Robotica e disabilità

21369202_1459686247455704_2765862834516775347_n

“I robot sono (già)...

“I robot sono (già) tra noi” alla Stazione Leopolda

21369086_1458170454273950_3935959977150986174_n

Robotics Pisa 2017 e l...

Robotics Pisa 2017 e la sua cerimonia inaugurale

Commenti