Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Demography #43: recensione Tre Allegri Ragazzi Morti, Anthony D’Amato, Bad Love Experience

Tre Allegri Ragazzi Morti
I Tre Allegri Ragazzi Morti sono un’istituzione della musica indipendente italiana, aldilà di quanto possono essere apprezzati o meno risultano fra i capostipiti dell’ autoproduzione, del rifiuto netto nei confronti della distribuzione di massa, per sviluppare e promuovere la tendenza ad una condivisione di qualità.
Nell’aprile 2015 comincia la loro nuova iniziativa, una serie di concerti unplagged, al limite dell’acustico riproporranno i classici della loro discografia arricchendo l’esibizione con una serie di cover, prima fra tutte Vivere fuggendo, brano dei Pan del diavolo contenuto nell’album Folkrockaboom ultimo Lp del 2014.
L’originale (ascoltala qui) cantata da Aloisi risulta ruvida e strascicata, il testo non brilla di per sé, eppure confezionata ad arte con un accompagnamento minimalista restituisce a chi ascolto la tensione e la confusione del pezzo.
La voce di Toffolo invece tende ad addolcire il brano, gli arrangimenti la rendono semplice e cantilenante, il testo perde completamente attrattiva anzi risulta sciatto, monotono e troppo ritmato, perde una sorta di primitività, perde sicuramente mordente.
Ci sono cover non riuscite, questa sicuramente risulta fra quelle.

-images-uploads-gallery-done-5
Quando senti profumo di qualcosa di nuovo e vecchio al tempo stesso può finire in tragedia o in un piccolo miracolo, Anthony D’Amato con il suo Lp The Shipwreck From The Shore colpisce come un gratta e vinci fortunato alla fine di una giornata deludente.
L’artista in dieci tracce evidenzia sfumature di colori in continua evoluzione, accosta giri di fiati ed arpeggi di chitarra, mescolando un folk genuino, radice di un sostrato culturale personale, con una frizzante vena pop, e non solo per le ballad più malinconicamente autunnali come l’ultima traccia “Calico, Alone”, ma anche per brani tendenzialmente leggeri come “Back Back Back”.
Sentiamo forte la presenza di un buon bagaglio folclorico musicale vagamente alla Bruce Springsteen di Wrecking ball e Shackled And Drawn ma quello che sicuramente distingue D’Amato dal resto è la capacità di arricchire una parete grigia con le proprie tinte.
Come dicevo, o finisce in tragedia o con un piccolo miracolo, a questo giro tiriamo un sospiro di sollievo.

10960034_10152522041155904_1498447436656352370_o

Nell’era dominata da mode schizofreniche e fuori da ogni possibile ragionamento logico quella del 2014/2015 di riportare in auge i profumi degli anni 80 si può tranquillamente considerare l’eccezione alla regola.
I Bad Love Experience nel nuovo Lp in uscita il 6 aprile aprono le porte all’elettronica nel proprio arsenale musicale introducendo drum machine, sinth, loop come se piovessero ed un retrogusto adorabilmente sperimentale sbaragliando in Believe Nothing uno spiraglio di eccentrica originalità.
Puntando alla disinvoltura e soprattutto alla schiettezza il gruppo livornese con tutta la sincerità che dispone cambia rotta, si evolve, matura e ci regala qualcosa che vale la pena provare, ascoltare ed assaggiare, ed ovviamente aspettare.

Chiara Manera

post di questa categoria

black sun empire

Black Sun Empire ̵...

Black Sun Empire – GLI OLANDESI (NON) VOLANTI

backstage campos

Campos – Backsta...

Campos – Backstage from the Basement [ intervista ]

yombe

YOMBE, Nick Murphy �...

YOMBE, Nick Murphy & more | Demography #229 [playlist]

La battaglia dei sessi

Recensione: La battagl...

Recensione: La battaglia dei sessi

ultimi post caricati

IF2017: le interviste (foto: Lorenzo Antei)

IF2017: Le interviste ...

IF2017: Le interviste by RadioEco

Emergency

IF2017: EMERGENCY -INT...

IF2017: EMERGENCY -INTERVISTA AL PRESIDENTE ROSSELLA MICCIO

IF2017: Passione e dolore - “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Passione e dol...

IF2017: Passione e dolore – “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Arrivederci al prossimo anno - Recap giorno 4

IF2017: Arrivederci al...

IF2017: Arrivederci al prossimo anno – Recap giorno 4

Commenti