Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Iosonouncane, Zac Nelson, Public Service Broadcasting [recensione] Demography #53

E’ lunedì ed eccoci tornati con le nuove uscite del panorama indipendente internazionale, oggi in rassegna il nuovo album di Iosonouncane Die, Some are this di Zac Nelson e Go! dei Public Servuce Broadcasting!

Iosonouncane
Dopo una pausa di ben cinque anni Iacopo Incani in arte Iosonouncane torna con il suo secondo attesissimo Lp Die. Preceduto dall’acclamato La Macarena su Roma Incani presenta un album colmo di venature elettro-orchestrali distinte da schiaffi di progressive rock calcati come un evidenziatore sul foglio, ed al tempo stesso la migliore componente cantautorale all’italiana.
Abbiamo fra le mani un concept marinaresco basato sui sette minuti di un uomo ed una donna, come racconterà in un intervista “il giorno è alto sulle rive e un uomo in mezzo al mare teme di morire. Nello stesso istante una donna guarda dalla terra ferma gli ultimi scoppi di burrasca al largo vivendo il terrore di non rivederlo mai più. DIE è il racconto dei loro pensieri in una manciata di secondi”.
La traccia Tanca sommerge di un pesante ed intenso canto antico mescolato a sonorità cupe, otto minuti di compressione, tradizioni e radici avvolte dalla mano di elettronica che rende il brano pieno ed assordante, un panico crescente che schiaccia l’ascoltatore. Veloce segue Stormi, traccia dai profumi anni 80 che diventa una vera e propria droga per chi ascolta, c’è movimento e velocità, c’è l’adorabile crescendo in cui la voce di Incani si trasforma culminando nel falsetto che dona assuefazione.
Un album guidato ovviamente dal filo delle ottime produzioni, una canzone è la diretta conseguenza dell’altra, così Buio segue Tanca, Carne segue Stormi, si creano collegamenti, si attivano sinapsi e l’unica conclusione possibile è questa: ascoltarlo ancora.

Iosonouncane
Continuiamo sulla scia delle componenti sonore più spiazzanti arrivando al primo brano estratto da New Once, Lp d’esordio di Zac Nelson pubblicato con la Styles upon styles di New York.
La traccia “Some are this” unisce sonorità elettroniche e pop, dalla velocità disarmante di appena due minuti e undici secondi sfreccia accompagnata dalla voce quasi pseudo infantile dell’artista che regala freschezza e dinamicità.
È solo un assaggio, Nelson alla fine non ha ancora rivelato niente di completo, dobbiamo aspettare l’intero album per capire se la curiosità può trasformarsi in un prodotto tridimensionale senza rimanere sterile e fine a se stesso.

Iosonouncane
Public Service Broadcasting sono un duo londinese che crea pillole di sonorità all’avanguardia basandosi su campionamenti di vecchie registrazioni estratte da film, documentari, discorsi pubblici ecc, ecc. Nel caso specifico ci troviamo di fronte a “Go!” ultimo estratto dall’Lp “The Race For Space” pubblicato a fine febbraio, la traccia nasce dall’accordo armonioso fra un mix di chitarre, giri di batteria strepitosi e propulsioni di elettronica con i dialoghi originali della control-room della NASA durante l’atterraggio sulla Luna di Armstrong.
Tre minuti e cinquantotto secondi che crescono esattamente come la tensione nella sala di controllo, a parlare è l’atmosfera che si respira ascoltando il brano, un velocissimo esempio di musica a tratti futuristica che lascia l’ascoltatore spiazzato.
Insomma dopo un brano così puoi accompagnare solamente.

Chiara Manera

post di questa categoria

coverlg_home

Gatta Cenerentola al C...

Gatta Cenerentola al Cinema Arsenale

"Loving Vincent"- Vincent Van Gogh

Vincent Van Gogh: dall...

Vincent Van Gogh: dalla tela al grande schermo

kaos godblesscomputers

Eventi della settimana...

Eventi della settimana: Godblesscomputers e tanto altro | atp #101

mogwai

Demography #230 | Mogw...

Demography #230 | Mogwai, Wangel & More

ultimi post caricati

IF2017: le interviste (foto: Lorenzo Antei)

IF2017: Le interviste ...

IF2017: Le interviste by RadioEco

Emergency

IF2017: EMERGENCY -INT...

IF2017: EMERGENCY -INTERVISTA AL PRESIDENTE ROSSELLA MICCIO

IF2017: Passione e dolore - “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Passione e dol...

IF2017: Passione e dolore – “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Arrivederci al prossimo anno - Recap giorno 4

IF2017: Arrivederci al...

IF2017: Arrivederci al prossimo anno – Recap giorno 4

Commenti