Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Digging The Groove: l’arte del djing a Pisa

La figura del dj è ormai sotto le luci della ribalta, nuova “rockstar” in un mondo musicale continuamente in trasformazione. I ragazzi del negozio Sanantonio42 di Pisa indagano e diffondono da diversi anni la cultura del djing attraverso i loro corsi aperti a tutti gli appassionati. Per saperne di più ai nostri microfoni abbiamo ospitato Marco Dragoni e Gianfranco Scuotri di Restauro Digitale.

12784269_10207601371785925_1096248495_n

 

“Stasera suono” “Davvero? E che suoni?” “Metto i dischi per una serata” “Ma quello non è suonare!” Quante volte fra appassionati di musica ci sarà capitato di assistere ad una conversazione del genere. Nella stragrande maggioranza dei casi, la negazione del fatto che un dj possa affettivamente suonare viene da musicisti provenienti da ambienti esterni all’elettronica e alla musica da club. Avere questo tipo di atteggiamento significa però ignorare non solo le molteplici sfumature di ciò che può essere un’opera d’arte e nello specifico del termine “suonare”, ma anche quella che è diventata la figura artistica probabilmente più rilevante nel XXI secolo, ovvero il dj. Nato praticamente insieme alla radio e con una lunga storia alle spalle, il dj oggi non è solo colui che “mette i dischi” ma è diventata una figura artistica vera e propria, che scrive musica per i propri lavori e produce quella per altri, utilizza particolari tecniche e della strumentazione specificatamente dedicata ed è chiamato ad interagire con ambienti estranei al dancefloor come mostre, sfilate e altri happening artistici. Consapevoli di tutto ciò grazie alla loro decennale presenza nella scena e mossi da una forte passione per la musica, i ragazzi del Sanantonio42 di Pisa, streetwear shop e negozio di dischi specializzato in black music, elettronica, colonne sonore e tanto altro, organizzano dal 2010 dei workshop sull’arte del djing con consensi sempre maggiori, arrivando a tenerne regolarmente almeno uno all’anno a partire dal 2014. I due proprietari, Marco Dragoni e Matteo Chelini, stanno tenendo attualmente un corso per chi è alle prime armi al Mixart, spazio associativo pisano che permette al suo interno il raduno di varie attività, e hanno già in mente di organizzarne altri per il prossimo futuro, dedicati magari a chi ha maggiore esperienza e vuole approfondire determinati aspetti. Perché comunque una cosa è certa: il djing è un campo vastissimo in continuo ampliamento, del quale chi vuole diventare un vero e proprio dj deve conoscere i confini, la storia, le tecniche sino agli aspetti giuridico-legali riguardanti licenze e SIAE. Per saperne di più su questo mondo da chi lo vive ogni giorno abbiamo fatto una chiacchierata con Marco e Gianfranco Scuotri di Restauro Digitale, organizzazione che si occupa principalmente del recupero e della digitalizzazione di qualsiasi documento sonoro, e che ha iniziato a collaborare recentemente con i ragazzi del Sanantonio42 curando la parte dei corsi dedicata ai nastri magnetici e in particolare alle compact cassette. Buon ascolto!

Contatti: Sanantonio42.it - Facebook page restaurodigitale.com - Facebook page

post di questa categoria

Medea di Ronconi - Foto di Umberto Favretto

Medea di Luca Ronconi ...

Medea di Luca Ronconi al Teatro Verdi

kraftwerk c2c

Kraftwerk – R...

Kraftwerk – “The Man Machine” | Artwork della domenica

godblesscomputers

Godblesscomputers @ Th...

Godblesscomputers @ The Cage [ report ]

kaos

Kaos e Dj Craim @ Depo...

Kaos e Dj Craim @ Deposito Pontecorvo [report]

ultimi post caricati

IF2017: le interviste (foto: Lorenzo Antei)

IF2017: Le interviste ...

IF2017: Le interviste by RadioEco

Emergency

IF2017: EMERGENCY -INT...

IF2017: EMERGENCY -INTERVISTA AL PRESIDENTE ROSSELLA MICCIO

IF2017: Passione e dolore - “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Passione e dol...

IF2017: Passione e dolore – “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Arrivederci al prossimo anno - Recap giorno 4

IF2017: Arrivederci al...

IF2017: Arrivederci al prossimo anno – Recap giorno 4

Commenti