Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Donald Trump e le pulsioni più oscure dei repubblicani

donald trump

In questo momento d’espansione dei movimenti politici destrorsi su tutto il suolo europeo mi mancava il rappresentante targato U.S.A. D’altronde quando si affrontano crisi e terrorismi ci può stare una deriva a destra. Ce lo insegna anche la storia. 1929 e Germania vi dice nulla? (sì, lo so non c’era il terrorismo che conosciamo oggi e la crisi non fu la sola causa scatenante ma insomma contribuì e nemmeno poco).
In Italia abbiamo il paladino del santo Presepe Matteo Salvini, in Francia Marinè Le Pen che ha stravinto il primo turno di regionali (Liberté, Egalitè,Fraternité?) in Ungheria Viktor Orban e i suoi muri. Potrei andare avanti mettendoci dentro anche la Polonia ma mi fermo ai più in vista e chiacchierati (Erdogan e Putin appartengono ad un’altra categoria affascinante: I Dittatori mascherati).
La destra repubblicana statunitense, probabilmente sentendosi indietro rispetto alle destre del buon Vecchio Continente, ha deciso di calare il suo asso. Quel meraviglioso esemplare di Homus Demagogus di Donald Trump. Un vero astro nascente.

Ma chi è Donald Trump? Semplicemente un noto conduttore televisivo, nonché imprenditore americano con tendenze politiche ormai note (profetica una sequenza dei Simpson che ritrae il buon Trump in versione candidato repubblicano che puoi vedere qui) dato che la sua figura è associata da una decina di anni al panorama politico. In vista delle prossime elezioni presidenziali del 2016, Donald Trump non ha perso tempo cercando da subito il contatto con la parte più profonda e oscura della fazione repubblicana con una serie di dichiarazioni da vero filantropo, degne del rappresentante ideale della “Terra di Libertà” (il sarcasmo spero sia evidente).

Le meraviglie di Donald Trump hanno inizio da tempo immemore ma hanno raggiunto l’apice appena pochi giorni fa quando ha invocato la chiusura di Internet perché provoca la radicalizzazione islamica (sì, lo ha detto davvero) e richiesto il divieto totale per i musulmani di mettere piede in America. Considerando che gli Stati Uniti fondano il loro essere nazione sulla libertà d’espressione e di culto religioso – sanciti dalla loro orgogliosissima Costituzione – direi che Donald Trump dimostra di averne colto proprio il senso. Inevitabili le reazioni a livello nazionale ed internazionale. E anche dalla parte Repubblicana non sono mancate con il Governatore dell’Ohio John Kasich che lo ha definito “non adatto a fare il presidente”. C’è chi raccoglie firme per fermare la visita di Trump in territorio inglese, chi minaccia attacchi virtuali (Anonymous) e chi associa Trump al nostro Benito Mussolini (Dana Milbank, Washington Post. Per leggere l’articolo clicca qui).
Oddio guardandolo atteggiarsi devo dire che il talento c’è.

Potrei stare qui ad elencare altre perle del firmamento donaldelliano (dalle prese in giro a giornalisti disabili alle dichiarazioni sessiste come quella delle “grosse scrofe e animali disgustosi”) ma sinceramente mi sta più a cuore pormi una domanda.
Davvero Donald Trump è così ingenuo? Facile dire di sì. Io invece ho la sensazione che, oltre all’alta capacità di creare disagio, il newyorkese sia dotato di una gran furbizia nel produrre quello stato di paura (sopratutto dopo i fatti di San Bernardino) che serve ad agitare le pulsioni più oscure dei conservatori americani. Di fatto i sondaggi per le Primarie Repubblicane non lo vedono per niente male rispetto all’altro candidato Ted Cruz. Anzi. Dopo le ultime dichiarazioni sembrerebbe in salita costante e per altri analisti addirittura avanti in maniera considerevole.

Da questa ultima considerazione mi sorge spontanea un’altra domanda, forse più importante: davvero i repubblicani (elettorato s’intende, dato che il partito vede con fastidio la figura di Trump) si vogliono affidare a uno come Donald Trump?
La risposta a quest’ultima domanda potrebbe arrivare a breve mentre a noi spetta un unico compito. Fermarsi e riflettere.

Giacomo Corsetti

@giacomocorsetti

post di questa categoria

snarky puppy

Dopo il terzo Grammy, ...

Dopo il terzo Grammy, intervista agli Snarky Puppy @ Pisa Jazz

risotto viola

Risotto Viola alla Mel...

Risotto Viola alla Mela e Limone

Press conference- Marquez, Rossi e Viñales - MotoGP.com

Rossi “sei” primo!...

Rossi “sei” primo! La febbre delle due ruote

Itaca exwide (2)

Itaca – L’...

Itaca – L’amore è tornato in città – “itaca mi manchi” release party @ Ex Wide [live report]

ultimi post caricati

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

20170421_182407

Gabriele del Grande li...

Gabriele del Grande libero subito!

ijf17 - Recap giorno 5 del festival - "maratona ijf17"

ijf17 – Recap gi...

ijf17 – Recap giorno 5 del festival – “maratona ijf17″

laeffe_agnelli

Manuel Agnelli, Afterh...

Manuel Agnelli, Afterhours – #ijf17

Commenti