Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Eros e virtù, il libro di Alberto Mario Banti

Eros e virtù – Aristocratiche e borghesi da Watteau a Manetla presentazione del libro di Alberto Mario Banti presso Palazzo Ricci

Banti presenta "Eros e virtù" ph. Isabel Viele

Banti presenta “Eros e virtù” ph. Isabel Viele

 

Lo scorso 23 novembre, presso l’aula multimediale di Palazzo Ricci, si è tenuta la presentazione di Eros e virtù - Aristocratiche e borghesi da Watteau a Manet edito da Laterza. Allincontro, promosso ed organizzato dalla Libreria Pellegrini, erano presenti il Professore Alberto Mario Banti, autore dell’ opera, la Professoressa di Pedagogia dell’Ateneo Pisano, Maria Antonella Galanti e la storica dell’arte Silvia Panichi.

La prima ad intervenire è stata Silvia Panichi, la quale ha illustrato il contenuto del libro al pubblico:

Il libro di Banti fa riferimento a molti quadri assai noti, come quelli di Manet, Sargent, Millais, Velazquez e ce li fa guardare per la prima volta, svelandoci, da storico, il modo in cui le élites sociali e culturali concepiscono i rapporti di genere, l’amore, la sessualità. Due dipinti in particolare sono stati al centro dell’indagine: “L’insegna di Gersaint”di Watteau e “Il Balcone di Manet”. Tali opere difatti ci mostrano il mutamento avvenuto tra XVIII e XIX secolo nell’ambito della cultura europea. Nel Settecento le nobildonne godevano di libertà di vario tipo, ma non tutti erano d’accordo e perciò nacque una cultura di opposizione che troverà ampio spazio nell’ Ottocento. In pittura viene documentato tutto ciò. La pittura di nudo continua ad esistere ma viene caricata di simbolismi ed esotismi. Emblematico il caso di “Colazione sull’Erba” 

E’ stata poi la volta della Professoressa Maria Antonella Galantiti, che ci ha spiegato meglio il cambiamento avvenuto tra Settecento e Ottocento per quel che riguardava la condizione femminile:

Se ci pensiamo bene, la figura femminile in “Colazione sull’ erba” non può che ricordarci le nostre veline e le altre donne televisive che popolano la nostra tv da circa una ventina d’anni. Facciamo caso anche agli abiti e a come questi siano diversi per gli uomini e per le donne. Nel suo libro Banti ci vuol raccontare anche le ombre della storia. Il libro non arriva fino al Novecento, momento in cui sono state pubblicate due opere aventi il focus sull’isteria femminile e sull’ inferiorità mentale delle donne. Il libro ci disillude. Spesso siamo soliti pensare che l’umanità vada sempre avanti ma non è sempre così: non sempre il nuovo è migliore e progresso.

Ad intervenire per ultimo, è stato l’autore del libro, Alberto Mario Banti, che ha spostato il ragionamento su una prospettiva più politica:

Il mio intento è stato quello di spiegare cosa ci sta dietro ai dipinti settecenteschi ed ottocenteschi. Ho preso poi come riferimento tre fatti ben distinti: l’episodio di protesta di Mary Richardson che nel 1914 che danneggiò il dipinto “Venere e Cupido” di Diego Velasquez esposto alla National Gallery,  la diffussione delle opere politiche e sociali di Rosseau e anche una pubblicazione recente “Il Corpo delle donne” di Lorella Zanardo che ci racconta dell’oggettivazione del corpo femminile della tv Berlusconiana. Ho cercato in definitiva di effettuare un’indagine per giungere alle origini del fenomeno. collegando tutti i tasselli.

copertina libro "Eros e virtù" ibs.it

copertina libro “Eros e virtù” ibs.it

Isabel Viele per RadioEco

post di questa categoria

cetilar pisa half marathon

Cetilar Pisa Half Mara...

Cetilar Pisa Half Marathon 2018: la mezza maratona al via il 14/10

Career Week

Career Week dell’...

Career Week dell’Università di Pisa

oznor

START festival – Wel...

START festival – Welcome to Pisa II edizione: il finale

23858147546_6ed4e283de_b

Caso Mattarella: cosa ...

Caso Mattarella: cosa succede? Facciamo chiarezza

ultimi post caricati

Alessio Cremonni

Alessio Cremonini e il...

Alessio Cremonini e il successo di Sulla mia pelle: l’intervista

ADVENTURE CLUB

eventi in Toscana: Fir...

eventi in Toscana: Firenze Libro Aperto e molti altri | ATP #145

sinigallia-any-other

Sinigallia, Any Other,...

Sinigallia, Any Other, Bells Atlas & more | Demography #297

ikillgiants-4

I Kill Giants: la dopp...

I Kill Giants: la doppia recensione – Nerdeco #37

Commenti