Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

(Everybody) Play the game.

internet_festival_pisa2014Un salottino dai colori tenui. Una mescolanza di suoni che risultano cacofonici ad un orecchio non allenato. Persone che giocano, si divertono. Un’atmosfera generalmente rilassata. Queste la prime impressioni qui al Renaissance Games Festival.
Facciamo un salto indietro, cosa e dove.

Noi di RadioEco siamo al MixArt, in via Giovanni Bovio 11, dove giovani sviluppatori, designer e publisher presentano i prodotti del loro amore per il mondo videoludico. È in effetti il gioco dell’amore quello che cantano i Queen nel pezzo che dà il titolo a questo articolo. Non bisogna essere certo esperti del settore per rendersi conto dell’affetto e della volontà che queste persone riversano nelle loro linee di codice. Quattro le piccole realtà che vengono rappresentate in questo showcase:
tinyBuild Games con Speedrunners,
Reply Forge con in Space we Brawl,
Lionade Games con Check-in Knock-out,
e Ennio Pirolo insieme a Ciro Continisio con Fatal Error.

Abbiamo preso al volo la possibilità d’intervistare Alex Nichiporchik, CEO di tinyBuild, chiedendogli come fosse il suo rapporto con Internet e cosa significasse essere un publisher di una certa importanza nel mondo indie (tinyBuild ha raggiunto l’impressionante cifra di 26,000$ grazie a Kickstarter nel 2011). Alex presenta qui a Pisa Speedrunners, co-sviluppato con la DoubleDutch games e correntemente in accesso anticipato su Steam, gioco multiplayer veramente poco clemente dove i giocatori devono accaparrarsi il primo posto in una folle gara di corsa a piedi. Alla nostra domanda su come Internet ha influito sulla sua vita, Alex ci ha risposto “Internet è stato parte integrante della mia vita da sempre, e, ad essere onesto, non riuscirei ad immaginare la mia vita senza, mi ha aiutato a costruire questa [la tinyBuild n.d.A.], quindi senza di esso non sarei qui. Ed è per questo che penso che celebrare Internet nella sua interezza sia un’idea realmente interessante, perché ti dà così tante opportunità; il mondo si appiattisce: puoi parlare con chiunque, incontrare chiunque online, ed è un bene. Penso che sia fantastico” (Trovate l’intervista completa dopo l’articolo).

Gli altri sviluppatori non sono stati da meno per quanto riguarda simpatia e disponibilità: Jacopo Dagnino e Umberto Mognetti ci hanno illustrato il loro simpaticissimo In Space We Brawl, altro multiplayer (inutile a dirsi che il sovrano incontrastato è stato il genere couch multiplayer, perfetto per gamer non sociopatici) stavolta ambientato nello spazio, dandoci discrete randellate con le loro coloratissime astronavi. Loro si sono definiti “fortunati” perché hanno avuto la possibilità di sviluppare la loro creatura dall’animo indipendente nell’ambito di una società non indie (la Forge Replay), tutto il buono dell’indipendenza senza il problema dei fondi, insomma.

Diversa la situazione che coinvolge Ennio Pirolo e Ciro Continisio, developers per due compagnie diverse, che hanno messo insieme (e riparato sotto i nostri occhi) Fatal Error, dove fino a quattro robottini inquadrati dall’alto possono distruggersi senza pietà per portare il punto luminoso in base. Anche in questo caso i programmatori non sono stati buoni con noi di RadioEco e ci hanno rimandato a casa con ben pochi punti in saccoccia.

Quarto rappresentante il giovanissimo Nick Aarts, olandese, che presenta, per conto anche dei suoi colleghi, il progetto universitario Check-in Knock-Out, sulla falsariga di Smash Bros, dove due ospiti di un hotel possono alzare di peso qualsiasi elemento della stanza e scagliarselo addosso brutalmente. Facile da giocare, difficile lasciare il pad.

Una bella rosa di volti quella presente a questo Internet Festival 2014. In questioni come quelle dello sviluppo indipendente è di vitale importanza riconoscere che dietro questi progetti ci sono ragazzi giovani e appassionati, che credono nel loro prodotto, esseri umani, ma soprattutto Gamers.

Il resto dell’intervista a Nichiporchik:

 

Guglielmo Piacentini per Radioeco.

post di questa categoria

Cous Cous Klan - Anteprima nazionale

Cous Cous Klan –...

Cous Cous Klan – Anteprima nazionale

godblesscomputers

Radioeco presenta: God...

Radioeco presenta: Godblesscomputers live e molto altro | atp #108

DSC_3053_2

Verità che ricordavo ...

Verità che ricordavo – Michele Santeramo al Teatro Era

cof

Non Una Di Meno: abbia...

Non Una Di Meno: abbiamo un piano

ultimi post caricati

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

Commenti