Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Fable per videogiochi sottovalutati, nerdeco #52

Fable come terza tappa del nostro viaggio alla ricerca dei videogiochi sottovalutati.

Nuovamente la Rubrica di NerdEco è qui per intrattenervi con una nuova analisi di un titolo, che secondo noi, non ha ricevuto negli anni abbastanza popolarità rispetto a quanto meriti. In questo caso si parla di Fable, un action-RPG edito Lionhead Studios nel 2004 per la console Xbox, Windows e Mac OS X.

Artwork ufficiale di Fable, 2004

Artwork ufficiale di Fable, 2004

Paragonato ai titoli odierni, Fable potrebbe apparire troppo ‘stantio’ nelle meccaniche del Gameplay. Va considerato però che  la grafica di inizio duemila non poteva vantare tecniche moderne come quella della motion-capture e,  la resa dei movimenti e delle espressioni,  era meno fluida e realistica rispetto a quella attuale. Tuttavia questo, vi assicuriamo,  non è assolutamente un ostacolo tale da impedire di apprezzare la piccola chicca che è Fable.

All’ interno di un ambientazione fantasy mediovaleggiante si potrà esplorare la terra di Albion.
Non si parla di un Open-World alla pari di The Witcher, ovviamente, ma nonostante i mezzi più limitati a disposizione, il team della Lionhead riuscì a sfruttare le proprie texture per riprodurre quanto più fedelmente possibile i paesaggi campestri britannici e strutturare le peculiari città-stato sparse per la regione in più di 50 Mappe diverse.

A movimentare il tutto una trama lineare, ma particolarmente ben caratterizzata che vede il proprio Eroe (il cui nome ci rimarrà sempre ignoto) crescere a seconda delle nostre scelte,  dalla tenera pubertà sino all’ anzianità.

Screenshot ufficiale di Fable Anniversary

L’Eroe combatte contro la Regina delle Vespe, Fable Anniversary, 2014, Screenshot Ufficiale

Le decisioni sono il metodo attraverso il quale la IA del gioco decide come far interagire Albion al nostro personaggio: si è risparmiato un criminale per misericordia durante un’ esecuzione pubblica? E’ consuetudine per l’ Eroe entrare nelle locande sfoggiando egocentricamente un Trofeo ottenuto al termine di una Missione? Ci si esprime in maniera divertente, aggressiva, paurosa, o gentile con i vari NPC? Ogni cosa cambia gradualmente l’ impatto sul mondo a cominciare dal proprio aspetto. Del resto, in un contesto di magia e misticismo, non c’è di che stupirsi se un personaggio crudele, magari persino un Adepto di un Tempio Oscuro si vedesse annerire le pupille durante il corso della partita, o persino ostentare un paio di corna diaboliche; oppure si è stati buoni, altruisti e caritatevoli e invasi dalla Luce della Dea, i capelli si fanno bianchi e il corpo viene circondato qua e là da una spruzzata di polvere fatata e farfalle (effetto che vi consigliamo di provare quando si è bardati con un’armatura di piastre oscura completa, è decisamente .. peculiare!)

Dopo l’ impatto delle scelte, la seconda punta di diamante di Fable sta nell’esplorazione.

Visto che  il  concentrarsi solo sulle missioni principali potrebbe occupare massimo dieci ore totali di Gameplay, il Team ha strutturato il mondo su attività secondarie, trovando un passatempo altrettanto interessante come quello d’ interazione con i vari personaggi sparsi per le mappe e lo sbloccare successivo di mini-giochi, tornei clandestini e chi più ne vuole più ne metta. Potreste guadagnare tesori e oggetti rari, ritrovarvi a perlustrare nascondigli segreti, sostenere prove cruenti o incredibilmente comiche per accedere a nuove stanze sigillate dalla magia. Annoiarsi, insomma, è pressocché impossibile se si sa dove poter guardare.

Eppure non finisce qui, l’emozionante trama basata su conflitti familiari e la costante lotta tra Bene e Male (un cliché che a nostro parere Fable riesce a rendere splendidamente) viene accompagnata anche da una soundtrack originale prodotta e composta da Russell Shaw e Danny Elfman –rispettivamente candidato ai BAFTA awards il primo e ai Grammy e gli Oscar il secondo per il Sound Design– che accompagnano il giocatore con musiche suggestive.

L'Eroe scaglia una Palla di Fuoco su un Bandito, Fable Anniversary, Screenshot Ufficiale

L’Eroe scaglia una Palla di Fuoco su un Bandito, Fable Anniversary, 2014, Screenshot Ufficiale

Appassionante, emozionante e incredibilmente divertente, Fable è un gioco che ottenne il meritato successo solo durante i suoi primi due anni d’ uscita, ma che con l’ innovazione tecnologica e la successiva rivoluzione del Videogioco passò rapidamente di moda.

Nell’ era post-modernista dei remake, però, è giusto che NerdEco vi inviti a ritentare, o provare per la prima volta questo pezzo da novanta. Vi consigliamo quindi su Steam di Fable: The Lost Chapters (il primo capitolo di Fable, ma con una decina di ore di gameplay base e contenuti extra) e la Fable Anniversary prodotta successivamente nel 2014 con un nuovo motore grafico, per smussare, fin dove possibile, la staticità dei movimenti imposta dalla vecchia programmazione del 2004 e aggiungendo qualche DLC al pacchetto di The Lost Chapters.

Se questi titoli vi piaceranno,  potreste anche decidere di continuare l’ esplorazione di questa Saga e cimentarvi su Fable 2 e Fable 3, sebbene –come si suole dire– difficilmente i sequel possono dirsi validi quanto il primo capitolo di una serie.

 

Insomma cosa state aspettando?
Aggiungetelo ora in Wishlist!

La Vostra Console,
Jasmine El Kaabi per NerdEco

post di questa categoria

todays festival 4

TOdays Festival 2019 |...

TOdays Festival 2019 | Demography #431

Sam Smith

Sam Smith, Stormzy, Gi...

Sam Smith, Stormzy, Giaime & molto altro | Demography #430

viaggi 5

Viaggi infiniti questo...

Viaggi infiniti questo fine luglio: live, flamenco e jazz |atp #181

Spoon

Spoon, Ride, Jenny Hva...

Spoon, Ride, Jenny Hval |Demography #429

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti