Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Gli UOVI … del Teatro dell’ Assedio

Gli UOVI nella Repubblica Marinara il nuovo spettacolo del Laboratorio Permanente del Teatro dell’ Assedio

A Pisa, il primo weekend di maggio, è allietato da  Gli UOVI nella Repubblica Marinara, ultima  opera del drammaturgo e regista Michelangelo Ricci creata per il Laboratorio Permanente del Teatro dell’Assedio musiche eseguite dallo stesso Ricci, scene di Giuseppe Scavone,  luci di Flavia Sciorilli. Trovarobato e Costumi Gabriella Rago e Soledad Flemma.

" Gli UOVI nella Repubblica Marinara " ph. Isabel Viele

” Gli UOVI nella Repubblica Marinara ” ph. Isabel Viele

Lo spettacolo vede il coinvolgimento di un numero cospicuo ed eterogeneo di attori. Ben 32 unità danno vita infatti ad una farsa del tutto unica nel suo genere, mettendo in mostra la propria arte espressiva affinata nel tempo grazie al  duro lavoro di laboratorio.

Si inizia con un monologo e si finisce con un delle bolle di sapone. C’è un po’ di tutto ne “ Gli UOVI …”, ci sono i colpi di scena, ci sono le “giullarate”, ci sono gli intermezzi con rottura della quarta parete che non viene solo infranta, ma totalmente abbattuta. Si ride, c’è suspense, si riflette.

Al centro dello spettacolo una tribù, strana e bizzarra, probabile metafora della vita studentesca a Pisa; Gli UOVI appunto, un gruppo di giovani, accompagnati dalla loro madre, ingenui e inconsapevoli di ciò che accaduto e ciò che accadrà.

La cornice è  il mondo che cambia, permeato dalla malvagità e dal vizio, un universo in pieno stravolgimento in cui la globalizzazione porta il cambiamento e una  complessa trasformazione  tecnologica.

" Gli UOVI nella Repubblica Marinara " ph. Isabel Viele

” Gli UOVI nella Repubblica Marinara ” ph. Isabel Viele

Oltre a “ Gli UOVI ” sul palco alternano la loro presenza figure portanti come tre temibili Erinni che tentano di avvisarli di un pericolo incombente assieme a Mama Rapa madre arcaica. Ci sono poi personaggi grotteschi come l’ammiraglio-sindaco, contornato da guardie,  attendente, servo ed amante; c’è una rappresentanza clericale; le tentazioni; i pericoli e il Male, cieco e spietato pronto ad agire e a carpire; e poi c’è l’innocenza della giovane tribù.

Il finale della farsa, resa grande anche grazie all’ alternanza di linguaggi teatrali (canto e danza oltre ai dialoghi e ai cori) oltre a un sapiente uso antitetico delle luci e alla mimica attoriale con rapidi passaggi da maschere fisse (alcune anche reali) a visi mobili, è tutto da scoprire.

La gioia che pervade l’ ultimo quadro in cui si assiste ad uno spettacolo grandioso di bolle di sapone potrebbe essere a rischio.

Riusciranno “ Gli UOVI ” a salvarsi?

Isabel Viele per RadioEco

post di questa categoria

marti festival

Marti Festival –...

Marti Festival – in collina si balla

Alessio Cremonni

Alessio Cremonini e il...

Alessio Cremonini e il successo di Sulla mia pelle: l’intervista

marti festival

eventi in Toscana: Fir...

eventi in Toscana: Firenze Libro Aperto , Marti Festival e molti altri | ATP #145

DSC_4649

Pisa Tattoo Convention...

Pisa Tattoo Convention edizione 2018

ultimi post caricati

sinigallia-any-other

Sinigallia, Any Other,...

Sinigallia, Any Other, Bells Atlas & more | Demography #297

ikillgiants-4

I Kill Giants: la dopp...

I Kill Giants: la doppia recensione – Nerdeco #37

Maribou State

Maribou State, Kelly M...

Maribou State, Kelly Moran & More | Demography #296

La profezia dell'armadillo

La profezia dell’...

La profezia dell’armadillo: la recensione

Commenti