Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Hannah Williams & The Affirmations al Deposito Pontecorvo [report + intervista]

Hannah Williams & The Affirmations live al Deposito Pontecorvo. Tra soul, funk e sfumature jazz di nuova e vecchia generazione.

1

Nonostante le poco promettenti condizioni meteorologiche decido ieri sera di dirigermi al Deposito Pontecorvo per il concerto di Hannah Williams e i suoi The Affirmations.  Hannah è una che all’età di sei anni sapeva leggere la musica meglio di quanto sapesse leggere un libro, fulminata dal soul dopo aver provato praticamente qualsiasi genere musicale esordisce nel 2012 con il suo primo disco A Hill of Feathers” acclamato da pubblico e critica. Il suo ultimo disco Late Nights & Heartbreak” è stato registrato a Londra nello studio dei The Heliocentrics e prodotto proprio da Malcom Catto ed è uscito per la milanese Record Kicks l’11 novembre.

18

Il concerto inizia con calma poco dopo la mezzanotte, non c’è il pubblico delle grandi occasioni ma la gente arriva un po’ da tutta la Toscana. Hannah sale sul palco indossando una felpa piena di brillantini rosa, dopo la prima canzone si scusa per il ritardo con un “ci hanno fatto mangiare troppo, voi italiani sapete decisamente come si cucina“. L’ora di concerto passa velocissima tra momenti molto intensi ed altri decisamente più ballabili; la voce di Hannah la fa ovviamente da protagonista, ma anche i musicisti che la accompagnano sanno decisamente il fatto loro.

8

La presenza scenica di Hannah è enorme e noto con piacere è che tutti sul palco si divertono tantissimo e l’energia trasmessa permette di lasciarsi coinvolgere e di apprezzare ancora di più le canzoni; compensando  l’assenza, per esempio, di una sezione di fiati piuttosto presente nel disco. Chiude la prima parte della scaletta una fantastica versione di Dazed & Confused brano di Jake Holmes ai più noto per la versione dei Led Zeppelin. Abbiamo poi il classico encore con Hannah che si fa accompagnare da tutto il pubblico per i cori dell’ultimo brano, Woman Got Soul. Finito il concerto siamo riusciti a scambiare due parole con Hannah, disponibilissima nonostante il mio inglese non proprio accademico. Ci ha raccontato un po’ della sua formazione musicale, del suo ultimo disco e della sua visione della scena musicale di oggi.

Per completezza vi lasciamo il suo ultimo disco, per contrastare il grigiore di questa giornata.

post di questa categoria

Il podio di Le Mans - MotoGP.com

Le Mans – La feb...

Le Mans – La febbre delle due ruote

18641807_10212822019456010_1131345033_o

Paccheri alla “n...

Paccheri alla “norma” con bufala

ON POINT (4)

Kutmah – Capibar...

Kutmah – Capibara – Pulsatilla| Demography #204

soundgardenart

Soundgarden, “Su...

Soundgarden, “Superunkown” – Artwork della domenica

ultimi post caricati

18216851_1523951117678404_2557619096999505965_o

Rintocchi di Campanile...

Rintocchi di Campanile, in scena al Teatro Sant’ Andrea

20170515_172452

Da Cassino ad Hollywoo...

Da Cassino ad Hollywood, la presentazione

Viaggio di Claudio Pelizzeni

Trip Therapy- viaggio ...

Trip Therapy- viaggio senza aerei

20170504_010200

Limonaia – zona...

Limonaia – zona rosa è stata sgomberata

Commenti