Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Hozier [Live Report] – Speciale Pistoia Blues 2015

Continuano i nostri report sui live del Pistoia Blues, protagonista della serata del 7 luglio un ospite di fama mondiale, Hozier il cantautore irlandese che ha stregato la musica contemporanea con il suo Delta Blues.

Hozier
Si è tenuta ieri al Pistoia Blues la prima data italiana di Hozier, cantautore irlandese impegnato in un tour mondiale che lo ha già portato nei più importanti festival internazionali, come Coachella e Glastonbury.
Pubblico decisamente differente per questo concerto del Pistoia Blues, ma comunque eterogeneo;
i volti che riempiono Piazza Duomo sono giovani, tanto da poter scambiare il tutto per l’esibizione della boy-band di turno, con tanto di genitori a scortare i figli a distanza di sicurezza, ma stavolta siamo qui per qualcosa di diverso e lo spettacolo non tarda ad arrivare.
Hozier

Andrew Hozier-Byrne sale sul palco in orario, preceduto dal consueto thé caldo, al quale non rinuncia nemmeno nella torrida atmosfera della piazza, apre la serata con la seconda traccia dell’album Angel Of Small Death & The Codeine Scene.
Gli animi si scaldano velocemente, tanto che già al secondo brano della scaletta From Eden il pubblico ignora le disposizioni dell’organizzazione, che aveva preferito optare per i posti a sedere, gettandosi verso il palco, ci ritroviamo rapidamente a seguire il concerto comodamente appoggiati alle transenne.
La qualità e la capacità dell’artista catturano immediatamente chiunque, anche i padri sbadiglianti ai bordi della platea, le canzoni e la voce di Hozier continuano a scivolare leggere su un tappeto di voci monumentale, costruito ed intrecciato egregiamente dai musicisti della band, fra i quali figura anche la bravissima cantautrice (che consiglio vivamente a tutti) Alana Henderson, con la quale Andrew si esibisce nel duetto In A Week, macabra e toccante storia figurata di due amanti uccisi, che nella triste sorte a loro riservata, passano dalla decomposizione a diventare dei fiori destinati a restare per sempre sulle colline di Wicklow, terra natale di Hozier.
Emergono poi le radici blues dell’irlandese, con un bellissimo arrangiamento di Illinois Blues, brano di Skip James, artista scomparso nel 1969, il quale raggiunse il successo in un festival molto caro ad Hozier nel quale si è infatti esibito più volte, il Newport Folk Festival a Rhode Island negli U.S.A..
Piccola pausa prima dell’encore con la stupenda Take Me To Church, eseguita in un contesto surreale e magico, il pubblico infatti, fortemente costituito da ragazze e ragazzi molto giovani, si trasforma in un coro di voci bianche che portano il brano ad un livello ancora più alto.

HozierAl suo rientro sul palco, Hozier aggiunge una simpatica cover di Problem hit cantata da Ariana Grande, già suonata per il Live Lounge della BBC chiudendo questo bellissimo, purtroppo breve, concerto con il brano dai tratti Spiritual Work Song, lasciando Pistoia e tutti noi completamente esterrefatti.

Live Report: Nicola Gaddi
Foto: Adriana Vernice

post di questa categoria

Chi è Banksy? Dal mon...

Chi è Banksy? Dal mondo della musica un nuovo indizio

Depeche Mode

Depeche Mode live, qua...

Depeche Mode live, quando i sentimenti sono fatti di elettro-rock

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

ultimi post caricati

764d0be37628ec0b028eeaf030cc7aab

Steamcon 2017, lo Stea...

Steamcon 2017, lo Steampunk a Pisa

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Presentazione "Da Cassino ad Hollywood" - Promovie (foto @Promovie)

Cos’è Promovie?...

Cos’è Promovie? – “Da Cassino ad Hollywood” @LaFeltrinelli

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

Commenti