Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

IF2017: Leggi, diritti online e pirati

Venerdì, 6 Ottobre: ecco che si apre la seconda giornata dell’edizione 2017 dell’Internet Festival di Pisa. La città pisana, come ogni anno, ha accolto ospiti provenienti da ogni regione italiana, al fine di indagare tutti insieme, da punti di vista diversi, un tema che invade in maniera quasi arrogante il nostro quotidiano: il Web. Report del talk “Leggi, diritti e pirati: Equilibri fra diritti online, informazione, privacy e diritto d’autore”.

Ma, nonostante il nostro diretto contatto giornaliero con il mondo digitale, quanto ne sappiamo realmente a riguardo? L’habitat in cui viviamo non è più lo stesso di 15/20 anni fa, si è trasformato in un ecosistema digitale, dove chi va offline rimane fuori dai giochi. Il seminario tenutosi nella Camera di Commercio della città, in pieno pomeriggio, si è occupato di trattare l’argomento da un punto di vista giuridico, legislativo ed economico.  La moderatrice dell’incontro è stata Federica Meta, la quale si è posta da intermediario tra il pubblico e un panel preparatissimo, al quale hanno partecipato Enzo Mazza, Massimo Travostino, Guido d’Ippolito e Marco Gay. Il titolo era “Leggi, diritti e pirati: Equilibri fra diritti online, informazione, privacy e diritto d’autore”.

Sì, so cosa state pensando in questo momento “ma cosa me ne faccio io di un approfondimento su leggi, diritti online e blablabla… Non sono un’azienda privata e tanto meno un tizio che riesce a ricavare introiti dal web…” , magari state pure sbuffando e state per chiudere la pagina del sito. Ma è qui che casca l’asino! Questi temi, soprattuto adesso che state surfando tra le pagine del vostro browser, sono tanto vicini a voi, quanto possa esserlo la presa di corrente che avete sott’occhio, perché, diciamocelo, abbiamo quasi il terrore di rimanere con la batteria a terra, rimanere senza tecnologia e passare alla modalità offline. E’ un bene, un male? La discussione è carica di troppe scelte etiche da analizzare in un piccolo articolo, ma sicuramente è fattibile discuterne in più meeting e più giorni.
L’Internet Festival nasce anche per questo: capire e conoscere il web; rompere le barriere del Digital Divide; creare communities virtuali e luoghi reali di dibattito; interrogarsi sull’etica delle nuove tecnologie e dei nostri diritti online.

IF2017 “Leggi, diritti e pirati: Equilibri fra diritti online, informazione, privacy e diritto d’autore”.

IF2017 “Leggi, diritti e pirati: Equilibri fra diritti online, informazione, privacy e diritto d’autore”.

Vi interessa? L’IF17 colorerà Pisa per ancora due giornate: sabato 7 e domenica 8 Ottobre, non perdetevi gli incontri e nel frattempo che decidete a quali eventi partecipare, vi lascio con qualche curiosità tratta dal seminario “Leggi, diritti online e pirati”:

 

  • SPOTIFY: l’app must-have del 2017 vanta più di 60 milioni di utenti iscritti, che legalmente, e sottolineo LEGALMENTE, ascoltano i brani che più preferiscono. Perché ho sottolineato quella parola? Beh, perché se non appartenete alla generation z, vi risulterà difficile scaricare un qualsiasi contenuto senza pensare all’equazione “internet=gratis”. I reduci di E-mule e Megavideo hanno versato fiumi di lacrime ai loro funerali e adesso si rifiutano di pensare che possano esistere piattaforme migliori di quelle. E sapete perché? Non perché veramente erano migliori, ma perché decidere di abbonarsi a un ente, per chi non ha mai pagato, è ciò che tanto più ritiene assurdo. Ma cari lettori, anche io adoro il free (sono una studentessa pendolare, ogni centesimo risparmiato è un conto saldato!), ma mettetevi nei panni di chi produce ciò che adorate ascoltare. I diritti d’autore sono la causa e la conseguenza della chiusura di siti di pirateria. Non gridate “guerra allo Stato” o “morte agli infedeli” perché non trovate più soluzioni gratuite per scaricare contenuti, cercate di capire come funziona il mercato e che senza un vero introito, non può esserci successivamente un’ulteriore produzione, ergo il cliente può rimanere all’asciutto e chi ci rimette, alla fine, siete proprio voi.

 

  • YOUTUBE: vi è mai capitato di aprire un video dallo smartphone e scoprire che l’unico modo di vederlo è attraverso il desktop del vostro pc e non capirne il reale motivo? La risposta è, ancora una volta, una sola: diritti d’autore. Evidentemente quel contenuto è stato sottoposto ad un’analisi e onde bloccare il tutto per violazione di copyright, se ne limita la diffusione. Ma questa è solamente una delle opzioni a cui si è soggetti in caso di inosservanza dei diritti d’autore ed è decisamente la migliore. Forse, prima di caricare video amatoriali, è bene leggersi le condizioni di YouTube…

 

  • UGC: gli User Generated Content sono i contenuti multimediali realizzati dagli utenti e resi disponibili online senza scopo di lucro, ma solo con l’intento del libero scambio. Sono i post, gli articoli, i tweet, le foto…e anche i meme. Quest’ultimi, però, sono vere e proprie violazioni di copyright dal momento che non sono contenuti originali, ma si rifanno ad opere già esistenti, senza tener di conto del diritto di autore. Qualcuno potrebbe appellarsi alla libertà di espressione e al fatto che Internet deve essere uno strumento di realizzazione e crescita del cittadino, ma l’autore dell’opera utilizzata cosa dovrebbe dire a riguardo? Potrebbe decidere di aprire una causa contro il diretto interessato, fautore del meme.
    E voi ne avete mai realizzato uno?Forse è il caso di conoscere cosa realmente usiamo e produciamo. E l’Internet Festival ci viene in soccorso: prossimo appuntamento sulle leggi, diritti e pirati sarà sabato 7 ottobre alle 10.00. Non perdetelo!

Sara Binelli per RadioEco

 

 

post di questa categoria

Intrappolata – S...

Intrappolata – Serata noir al Teatro Nuovo

marti festival

Marti Festival –...

Marti Festival – in collina si balla

Alessio Cremonni

Alessio Cremonini e il...

Alessio Cremonini e il successo di Sulla mia pelle: l’intervista

marti festival

eventi in Toscana: Fir...

eventi in Toscana: Firenze Libro Aperto , Marti Festival e molti altri | ATP #145

ultimi post caricati

sinigallia-any-other

Sinigallia, Any Other,...

Sinigallia, Any Other, Bells Atlas & more | Demography #297

ikillgiants-4

I Kill Giants: la dopp...

I Kill Giants: la doppia recensione – Nerdeco #37

Maribou State

Maribou State, Kelly M...

Maribou State, Kelly Moran & More | Demography #296

La profezia dell'armadillo

La profezia dell’...

La profezia dell’armadillo: la recensione

Commenti