Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Il caso Spotlight va alla caccia di un marcio ancora presente

spotlight_jpg_1003x0_crop_q85

Candidato a sei premi Oscar, Il caso Spotlight di Tom McCarthy ripercorre la storia vera della squadra Spotlight del «Boston Globe» contro la pedofilia ecclesiastica nella città americana.

La normalità e l’insabbiamento. Possono essere queste due parole a descrivere l’essenza che sta dietro a Il caso Spotlight, il nuovo film di Tom McCarthy che ripercorre le vicende della squadra Spotlight del «Boston Globe» che nel 2001 indagò e fece luce su una serie (almeno 70 preti coinvolti) di abusi perpetrati su minori nella città americana. Il tutto con l’accondiscendenza dell’autorità ecclesiastica nella persona dell’arcivescovo Bernard Francis Law, ma pure dei media locali che fino a quel momento non si erano mai interessati realmente alla questione nonostante le numerose denunce. Mettersi contro la Chiesa cattolica è roba per cuori forti.

L’attualità nel film la fa da padrona. D’altronde non ho potuto non notare la somiglianza tra l’ammissione pastorale candida e tranquilla a Rachel McAdams e l’intervista a Padre Gino Flaim, che alcuni mesi fa non solo giustificava la pedofilia ma “meravigliosamente” dava la colpa ai bambini rei di aver “bisogno di affetto“. Il trofeo “Cattolico dell’anno” se lo contendono lui, Padre Fanzaga e Kiko Arguello (quello del femminicidio è colpa della donne) e sembra che la premiazione verrà effettuata da Massimo Gandolfini. Scusate, sto divagando. Torniamo al film.

La performance di Michael Keaton è sublime. Mark Ruffalo è sempre convincente e Rachel McAdams è Rachel McAdams. Nota di merito per il meraviglioso sottovalutato Stanley Tucci, mai sulla bocca della gente ma sempre al top in ogni suo film. Regia sorprendente per un Tom McCarthy più famoso come sceneggiatore (Up, un capolavoro) che come regista. Film necessario, essenziale e diretto che riesce a catturare l’attenzione dello spettatore. In un certo senso una sorta di versione ecclesiastica di quel Tutti gli uomini del Presidente del 1976 con Robert Redford alla scoperta degli intrecci politici da caso Watergate. La colonna sonora è affidata ad Howard Shore mai invadente e molto delicata. Delicata come la situazione narrata.

Altro tema attuale che Il caso Spotlight tocca è quello della denuncia di tali reati. Infatti basti solo pensare che soltanto due anni fa il Cardinal Bagnasco dichiarava che non vi è “obbligo di denuncia per gli abusi sui minori. Il perché? «Per rispetto delle vittime». Oltre ogni limite della leggenda. Meno male che la Pontificia Commissione istituita da Papa Francesco ha affermato l’obbligo morale alla denuncia, donando un minimo di decenza alla questione dei preti pedofili. Questione tutt’altro che vicina alla risoluzione purtroppo (e chissà se lo sarà mai). Credo si sia capito che l’argomento del Caso Spotlight mi stimoli divagazioni e riflessioni in quantità industriale.

Comunque la candidatura a sei Oscar (tra cui Miglior film e Miglior regia) è il giusto riconoscimento per questo film. Nel 2003 la squadra Spotlight per questa inchiesta ricevette il Pulitzer di “pubblico servizio”. Magari stavolta riceverà il premio più ambito ad Hollywood anche se francamente credo che le chances siano più basse di una vittoria a Wimbledon di Rafael Nadal. Ad ogni modo appuntamento al 28 febbraio. Magari ci sarà qualcosa che mi sorprenderà. E non ne sarei deluso.

Ps. Domanda a tutti i Gandolfini e gli Adinolfi amanti del Family Day: come mai non vi vedo in nessuna piazza contro i preti pedofili?

Giacomo Corsetti

@giacomocorsetti

post di questa categoria

bug

Demography #239 | Bug ...

Demography #239 | Bug Mixtape

TOPY

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #1: TOPY

Marilyn Monroe by Milton Greene

Sfighe Stellari –...

Sfighe Stellari – Marilyn Monroe

Mensa - 5 regole per la sopravvivenza

Mensa – 5 regole...

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

ultimi post caricati

cof

Parola di Donna –...

Parola di Donna – Voci femminili a confronto

Il caffè

Caffè: quattro regole...

Caffè: quattro regole fondamentali secondo la scienza – Enjoy The Science – Rubrica scientifica di Radioeco

o-POSTINO-facebook

Il Postino, 8 minuti d...

Il Postino, 8 minuti di backstage in anteprima mondiale

Sophia - la Filosofia in festa

Sophia – la Filo...

Sophia – la Filosofia in festa

Commenti