Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Il lunapark musicale di Davide Petrella

Sembra di avere delle montagne russe nello stomaco ascoltando i brani di Davide Petrella, giovane cantautore napoletano uscito da poco col suo primo disco “Litigare”.

Davide Petrella

Un gusto che nasce dalla fusione di sonorità rock con quelle fresche della trap e dei synth elettronici, accompagnate da testi vividi e malinconici. I brani di Petrella raccontano storie vere, amori finiti per caso che lasciano l’amaro in bocca, la difficoltà della comunicazione nell’era dei social, ma hanno anche una sfumatura più vivace e folkloristica, come il brano Cabala che si rifà alla tradizionale smorfia napoletana con tutte le superstizioni connesse al caso.

E sono proprio i testi la specialità di Davide Petrella, che riesce, con immagini forti e parole semplici, ad esprimere concetti davvero profondi, ricordando vagamente la penna di Giuliano Sangiorgi per qualità e stile. Non a caso, Davide, oltre ad essere un cantautore eccezionale, è anche coautore di moltissimi brani famosi: vanta la collaborazione con artisti del calibro di Cesare CremoniniGué Pequeno  ed anche lo stesso Sangiorgi, insomma un vero artista a tutto tondo.

Litigare è un disco molto personale ed innovativo nel panorama musicale italiano, sarebbe davvero difficile collocarlo all’interno di un genere soltanto, data la ricerca di suoni davvero minuziosa: è come un lunapark in cui ogni attrazione ha la propria specialità, la propria emozione e la propria vita.

Le chitarre elettriche distorte e la voce effettata con l’autotune di Davide raccontano di un uomo con una spiccata sensibilità, in grado di raccontarsi e di esprimere i propri sentimenti, le proprie origini e le proprie fragilità, ma col piglio e la grinta di una vera rockstar che sa trascinare il pubblico e riesce a farlo divertire quasi come ad un concerto rock anni ‘70.

Anche la scelta della copertina del disco è in controtendenza con le mode del momento e difficilmente collocabile:

“l’artwork del disco è contaminato tanto quanto le canzoni…analogico e digitale, verità e finzione, poesia e volgarità. La cover di Litigare (racconta Petrella sul suo profilo Instagram) è praticamente irripetibile, è un errore di scanner, tentato mille volte, quindi unico”.

post di questa categoria

1552644231_Avengers-Endgame

Avengers-Endgame: la r...

Avengers-Endgame: la recensione

earth night

Earth Night, Flying Lo...

Earth Night, Flying Lotus and more | Demography #386

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela, Omn...

Vinicio Capossela, Omni & more| Demography #385

DSCN8395

WØM FEST Preview: Le ...

WØM FEST Preview: Le Capre a Sonagli+Vostok

ultimi post caricati

Hitchcock

Pisa da brividi: Hitch...

Pisa da brividi: Hitchcock e Universal al Museo dellla Grafica

khalab khalab

Khalab al Pisa Jazz, R...

Khalab al Pisa Jazz, Record Store Day, Caracol e altro | Atp #171

Scherma

Scherma, coppa del mon...

Scherma, coppa del mondo. Italia conferma il podio, oro argento e bronzo

carnì-800x1000

“Cose storteR...

“Cose storte” di Andrea Carnì alla Libreria Pellegrini

Commenti