Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #14: IL KRAUTROCK

krautrockQuando si parla di rock subito si pensa a realtà come quella inglese e/o quella statunitense, ma anche la Germania sa sorprendere. La realtà denominata krautrock si è sviluppata in una Germania ancora alle prese con le conseguenze del secondo conflitto mondiale e soprattutto con la divisione in due parti, ma comunque desiderosa di risorgere dalle proprie ceneri.

Ecco allora che una nuova generazione di musicisti ha creato, nel solco del genere rock, una realtà alternativa a quella anglofona all’interno della Germania Ovest. Ma da dove nasce il termine krautrock? Era stato coniato in modo spregiativo da un settimanale inglese chiamato Melody Maker e faceva volutamente riferimento a una  delle parole che si usano ancora oggi per indicare il popolo tedesco, vale a dire kraut.

L’altra denominazione è Kosmische Musik (trad. “Musica cosmica”), denominazione che è stata creata nel Natale del 1972 a seguito della pubblicazione di una storica doppia antologia.

Questi termini, però, hanno racchiuso al proprio interno un caleidoscopio di gruppi estremamente diversi fra loro: si passava, pertanto, dallo sperimentalismo estremo dei Faust alla primissima New Age dei Popol Vuh, dalla nascita della techno tramite i Kraftwerk ai viaggi spaziali degli Ash Ra Tempel. Parallelamente al Krautrock nasceva la Berlin School avente per principali esponenti i Tangerine Dream.

krautrock

Con molta probabilità, queste band così tanto diverse fra loro possono essere accomunate dalla voglia di essere pionieri di un tipo nuovo di musica. In più molte delle loro canzoni sono state utilizzate come colonne sonore da Rainer Wender Fassbinder, Werner Herzog e soprattutto Wim Wenders -vale a dire i tre registi più rappresentativi del nuovo cinema tedesco, specialmente l’ultimo che è famoso per aver diretto “Il cielo sopra Berlino”.

Il krautrock ha influito su artisti provenienti da altri percorsi e fra questi si può annoverare perfino il compianto David Bowie, il Duca Bianco.

Maria Sofia Rebessi per RadioEco

post di questa categoria

Quietwater

Quietwater, Cactus? &a...

Quietwater, Cactus? & more | Demography #308

le luci della centrale elettrica

Le Luci Della Centrale...

Le Luci Della Centrale Elettrica @ Obihall

demography

Mudhoney, J Mascis, Ee...

Mudhoney, J Mascis, Eerie Wanda & more|Demography #307

alessio bondì

Alessio Bondì, La Rap...

Alessio Bondì, La Rappresentante di Lista & more | Demography #306

ultimi post caricati

DSC_7497

Pisa Vintage 2018: nuo...

Pisa Vintage 2018: nuovo successo per la fiera del vintage

4362142973_41e74dbc81_b

Aggiornare il corso di...

Aggiornare il corso di comunicazione L-20? Capiamo la nuova proposta

foto di Cinema Arsenale

“Il ragazzo più...

“Il ragazzo più felice del mondo” – Intervista a Gipi

naip

NAIP + Baby Dee @Lumie...

NAIP + Baby Dee @Lumiere [ report e intervista ]

Commenti