Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Intervista a Zerocalcare-Sguardi sul Medio Oriente@UniversitàdiPisa

Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech, è un fumettista italiano. Il nome d’arte “Zerocalcare” nasce quando, dovendo scegliersi un nickname per partecipare ad una discussione su internet, si ispirò ad uno spot di un prodotto anti-calcare che stava andando in onda in quel momento in televisione. Si conforma allo stile di vita dello straight edge (derivante dall’hardcore punk), che prevede l’astinenza dall’uso di tabacco, alcool e droghe. Sabato alle 18.30 nella facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa si è tenuta l’iniziativa “Sguardi sul Medio Oriente: ZeroCalcare a Pisa con Kobane Calling” L’incontro ha avuto lo scopo di farci comprendere ciò che sta accadendo in Medio Oriente attraverso la voce di chi ha raccolto storie e testimonianze della società civile. L’ iniziativa è stata organizzata dall’associazione “Un ponte per…” in collaborazione con  il Progetto Rebeldia, l’associazione culturale Kurdistan, la Mezzaluna Rossa Kurdistan Italia onlus ed il Coordinamento Toscano per il Kurdistan. In questa occasione Zerocalcare ha presentato Kobane Calling, ultimo suo lavoro. L’opera è un reportage in forma di fumetto del viaggio che ha portato l’autore al confine tra la Turchia e la Siria a pochi chilometri dalla città assediata di Kobanê, tra i difensori curdi del Rojava, opposti alle forze dello Stato Islamico. Pedro-kobane3   L’arrivo e la permanenza sono tratteggiati nelle vignette con umorismo e digressioni tipiche dello stile di Zerocalcare ma anche con spirito critico verso le contraddizioni con cui internazionalmente vengono condotti gli interventi bellici e un fortissimo coinvolgimento emotivo verso le persone e i volontari conosciuti. Zerocalcare ha deciso di partire dalla sua Rebibbia, cuore della periferia romana e andare a Kobane per aiutare la gente del posto assieme ad un gruppo di volontari. Colpito dalla realtà del Kurdistan e della guerra (così’ diversa dalla spettacolarizzazione che i nostri media tendono a darne) ha deciso di fornirne la sua rappresentazione grafica: mettere in fumetto tutto ciò che ha potuto vedere direttamente con i suoi occhi, facendo un tipo d’informazione senza filtri e criticando cosi’ il modo con cui i media vorrebbero che noi Occidentali percepissimo il conflitto. Pedro-kobane2 Kobane Calling è un viaggio che un po’ tutti noi forse dovremmo prenderci il tempo di fare: capace di farti ridere( seppur in maniera amara), riflettere, commuovere e arrabbiare: il tutto legato dall’impagabile umorismo e vena critica di Zerocalcare. Questo lavoro merita davvero molta considerazione ed è bello che un tema così difficile e scottante ci sia stato trasmesso attraverso la forma del fumetto, rendendolo “appetibile” anche a persone che di norma di geopolitica non s’interessano. SEGUE INTERVISTA A ZEROCALCARE

 

post di questa categoria

4362142973_41e74dbc81_b

Aggiornare il corso di...

Aggiornare il corso di comunicazione L-20? Capiamo la nuova proposta

CLAIM NEW GROUNDS

Deposito Pontecorvo e ...

Deposito Pontecorvo e The Cage: esplosione Hip Hop | ATP #149

Ph. Irene Camposano

Bright 2018: a spasso ...

Bright 2018: a spasso per l’Orto Botanico di Pisa!

BRIGHT 2018

BRIGHT 2018 – La...

BRIGHT 2018 – La Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori

ultimi post caricati

Cimini

Cimini @ Lumiere

Cimini @ Lumiere

Vapors of Morphine (20)

Vapors of Morphine @ L...

Vapors of Morphine @ Lumiere [ report ]

apple

Apple pensa agli stude...

Apple pensa agli studenti: sconti per tutti!

09-10-11 (40)

Offset fest2018 previe...

Offset fest2018 preview: Pilia+Pupillo◉╋◑ e Sax Ruins at Lumiere Pisa.

Commenti