Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Ipazia: l’attrice Milena Vukotic all’IF2016

14390908_1166793766711049_479281539759623126_nIpazia, matematica, astronoma e filosofa interpretata da Milena Vukotic

Venerdì 7 ottobre al Teatro Verdi si è parlato di comunicazione; in tarda serata ha avuto spazio un altro tipo di linguaggio, una comunicazione vintage, non più “media di comunicazione”, ma “medium di comunicazione”.

Nel corso del tempo si è notato che la scienza e, in particolar modo, la storia dell’informatica, hanno avuto come protagonisti prevalentemente uomini. Si è osservato anche come sia cambiata, dopo gli anni Ottanta, la figura dell’informatico: da un ingegnere maturo, benestante, con camicia a quadretti e penne nel taschino, si è passati alla figura del nerd informatico: un ragazzino genialoide, goffo, miope, per gran parte del tempo solo, ma soprattutto, sempre uomo.
Ci si è posti dunque un dubbio: che ruolo hanno avuto le donne nel campo della scienza e, specialmente, nella storia dell’informatica?

Per tentare di risolvere il quesito sono state evocate dal mondo dei morti tre scienziate: la prima serata di giovedì Hedy Lamarr, interpretata da Iaia Forte, venerdì Ipazia, interpretata da Milena Vukotic, e sabato verrà evocata Grace Hopper, interpretata da Anna Meacci.

Milena Vukotic nei panni di Ipazia

Contatti: Tre donne nel futuro richiamate dal passato

Nella serata del 7 ottobre Milena Vukotic ha incarnato lo spirito di Ipazia, matematica, astronoma e filosofa greca antica; Ipazia, nata ad Alessandria d’Egitto nel 355/370 e morta nel marzo 415, era figlia di Teone, il geometra e filosofo di Alessandria, che studiava e insegnava nella medesima città, dedicandosi soprattutto alla matematica e all’astronomia; la donna fu prima allieva e poi collaboratrice del padre: fu istruita da Teone e arrivò addirittura a superare il maestro, in particolare nell’astronomia. Ipazia aveva tutti i titoli per succedere al padre nell’insegnamento; era rappresentante della filosofia neoplatonica e aveva raggiunto un livello tale di cultura da superare tutti i filosofi del suo tempo; inoltre era solita uscire in città e spiegare pubblicamente a chiunque volesse ascoltarla Platone, Aristotele, o le opere di qualunque altro filosofo.
Nel marzo 415 Ipazia venne uccisa da una folla di cristiani in tumulto e questo l’ha resa una martire della libertà di pensiero.

 La celebre attrice italiana Milena Vukotic, nei panni di Ipazia, ha evocato alcuni particolari della vita della scienziata, ricordando il padre, il rapporto allieva-maestro che intercorreva fra di loro, la sua passione per lo studio e per il pensiero e ha illustrato alcuni principi filosofici; tuttavia, sul punto di risolvere il quesito dei medium, che attendevano impazienti, l’anima della defunta ha spezzato il legame, interrompendo il racconto e dunque non esaudendo la curiosità del pubblico. Il mistero non è stato svelato e l’ultimo tentativo avverrà sabato 8 ottobre con l’evocazione di Grace Hopper.

Eleonora Cocciu per RadioEco

post di questa categoria

Lorenzo Kruger al Cinema Lumière, Pisa

Lorenzo Kruger e le ca...

Lorenzo Kruger e le canzoni dei Nobraino [report]

FIPILI HORROR FESTIVAL

FIPILI Horror Festival...

FIPILI Horror Festival 2018 – settima edizione

villazuk

VillaZuk + Dome la Mue...

VillaZuk + Dome la Muerte EXP [ report ]

james senese

James Senese live @Lum...

James Senese live @Lumiere Pisa [ report + foto ]

ultimi post caricati

eventi james senese

eventi in toscana: lum...

eventi in toscana: lumiere, deposito e…|atp #126

Le ultime 3 piattaforme consigliate, ph. Jasmine El Kaabi

Copie Digitali Online:...

Copie Digitali Online: dove acquistarle e come! NerdEco #19

rapa

Orecchiette fatte in c...

Orecchiette fatte in casa e cime di rapa

mokadelic

Mokadelic live: paesag...

Mokadelic live: paesaggi musicali al Lumiere

Commenti