Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

K Á R Y Y N, Amon Tobin, Not Waving & more|Demography #353

Nuova playlist Demography: parola d’ordine del giorno: spe·ri·men·ta·zió·ne.! Un giro tra le varie sfaccettature dell’elettronica con il nuovo singolo di K Á R Y Y N accompagna da un’intelligenza artificiale, il ritorno di Amon Tobin, la soundtrack ‘ambient firmata da Not Waving e ancora Son Lux e Black Taffy.

Come suonerà la musica del futuro? Da anni l’intelligenza artificiale viene utilizzata per la composizione e in generale nella sperimentazione di nuovi linguaggi musicali, ed è proprio di ieri la notizia di come l’AI dello smartphone Mate 20 Pro di casa Huawei ha reso compiuta – grazie al supporto del compositore brasiliano Lucas Cantor e dei 66 elementi della English Session Orchestra – la Sinfonia No. 8 di Schubert, uno dei più celebri capolavori incompiuti della storia della musica, conosciuta appunto come “The Unfinished Symphony”. Apriamo dunque questa playlist Demography all’insegna del connubio tra intelligenza artificiale e sensibilità umana ascoltando “TILT”, il nuovo brano di K Á R Y Y N, compositrice e cantante di origini siriane, armene e americane, prodotto in collaborazione con Young Paint, un’intelligenza artificiale appunto. Young Paint è un software che emula il processo di conoscenza musicale, sviluppato dal produttore Darren J Cunningham (aka Actress) in collaborazione con il dipartimento digitale della Goldsmiths, e ha debuttato lo scorso ottobre con l’EP “Young Paint” (Werk_Ltd., 12 ottobre 2018). “TILT” è il risultato di una sessione collaborativa di scrittura tra Cunningham, Young Paint e K Á R Y Y N, un singolo che mescola la rigida e fitta nebbia digitale con un cantato morbido e caldo.l brano farà parte dell’album di debutto di K Á R Y Y N, “THE QUANTA SERIES”, scritto e registrato nel corso di sette anni, ispirato al viaggio alla scoperta di sé stessa e attraverso diversi continenti, alla sua eredità familiare, a temi della fisica quantistica, all’amore e al dolore, alla crescita personale, e all’impatto che hanno gli essere umani gli uni sugli altri. Descritto come “a sonic architect” (Dazed & Confused), “curiously powerful experimental pop, music that sounds both supernatural and ancient” (Pitchfork) e una “electronic adventurer” (FACT), il lavoro di K Á R Y Y N ha conquistato Björk e Marina Abramovic con la sua musica ricercata ed eterea, e mette in risalto la sua capacità di manipolare il suono in modo unico, elegante e sorprendente.  K Á R Y Y N lo descrive come “ a journey back to myself. My heroine’s journey. It’s about uncovering the covered, searching for parts of myself that I had lost”. L’album sarà disponibile dal 29 marzo su Mute, intanto K Á R Y Y N partirà per un tour con il compagno di etichetta Apparat, e sarà ospite del Sonar 2019.

K Á R Y Y N

Passiamo poi al pop-elettronico dalle fascinazioni notturne degli HÆLOS (Arthur Delaney, Dom Goldsmith e Lotti Benardout), trio con base a Londra, che dopo l’ottimo album di debutto “Full Circle” (Matador, 2016), il prossimo 10 maggio tornerà con il secondo lavoro in studio intitolato “Any Random Kindness” in uscita su Infectious. “Boy / Girl” è il primo singolo ad anticiparlo. Consigliato a tutti gli amanti delle sonorità trip-hop e The XX.

Consigliatissimo anche il nuovo LP di Black Taffy (aka Donovan Jones) “Elder Mantis” uscito il 15 febbraio per Leaving Records di Matthewdavid. Black Taffy è un compositore e performer di Dallas, ex bassista e tastierista del gruppo post-rock This Will Destroy You, il cui focus attuale sta nell’abbinamento di musica ambient con potenti bassi e percussioni, tra hip- hop e “bedroom electronic”. “Elder Mantis” è un lavoro ipnotico e nostalgico, suona come una trance spirituale o come un antidoto alla frenesia della vita quotidiana, disegna i contorni di un sogno ad’occhi aperti, che è allo stesso tempo rilassante e inquieto.

Passiamo poi ai Son Lux – nato come progetto solista di Ryan Lott poi espanso nel 2015 in un ensable a tre con Ian Chang alla batteria e Rafiq Bhatia alla chitarra – che hanno annunciato “Remnants & Reissues”, un cofanetto 3xLP in edizione limitata via Joyful Noise Recording, con riedizioni dei primi due album At War with Walls & Mazes” (2008) e “We Are Rising” (2011), così come un nuovo LP intitolato “Remnants”, una collezione di registrazioni rare e inedite che vanno dal 2008 al 2017 e che comprenderà brani commissionati per spettacoli di danza danza, riarrangementi drastici di brani già eistenti e tre outtakes da “At War With Walls & Mazes”. Per celebrare questo progetto, i Son Lux hanno condiviso una nuova traccia intitolata “Sleep“, insieme al video diretto da Zach McNair per McNair Haus. 

K Á R Y Y N

Ritorniamo in casa in casa Mute Rec, da dove eravamo partiti con K Á R Y Y N, con “Just Reflecting”, primo singolo estratto dal quarto album del compositore e produttore britannico nominato Mercury Prize, Maps (aka James Kenneth Chapman). L’album “Colours. Reflect. Time. Loss.”, disponibile dal 10 maggio, si presenta come un lavoro ambizioso che ridefinisce la carriera di Maps, e vede il “bedroom producer” aprirsi a nuove collaborazioni con un approccio orchestrale, incluso il lavoro con l’ensemble classico The Echo Collective, percussionisti e cantanti di tutto il mondo. Queste canzoni straordinarie, coinvolgenti e impressioniste, realizzate e prodotte dallo stesso Maps, sono ispirate alla campagna del Northamptonshire attorno allo studio, un luogo di pace, isolamento e ispirazione. “I wanted to push everything to the limit with this record, and explore new territory for Maps. The orchestral instrumentation and addition of other musicians and singers played a huge part in finding the purer and more human emotion I was searching for. I learnt the violin as I was growing up, so I’m glad it finally came in useful!”  ha dichirato Maps sul nuovo disco.

K Á R Y Y N

Ascoltiamo poi “Someone Else”, brano tratto dal secondo album del produttore britannico Tourist (aka William Phillips) “Everyday”, uscito il 15 febbraio. “Everyday” è descritto dall’artista come la sua personale riflessione sulla famiglia, sulla salute mentale, sull’amore e sulla perdita; il tentativo di creare un disco onesto e sincero, risultato di godere del processo creativo e dell’esplorazione dei suoni e come questi ci fanno sentire. “Si tratta di essere vulnerabili, insicuri, gioiosi, annoiati, malinconici e tutte le sfumature che vanno dall’essere felici o tristi. Sono io che abbraccio la mia esperienza quotidiana, e rifletto su cosa significhi essere marito, fratello, figlio e se stesso”. La copertina di “Everyday” è opera del fotografo britannico Nigel Shafran, che ha anche diretto il video minimalista “Apollo”.

Concludiamo alla grande con l’italiano Alessio Natalizia aka Not Waving e un brano estatto dal suo ultimo disco “Futuro (Music for The Waldorf Project)” – uscito l’8 febbraio via Ecstatic Records, una colonna sonora ambient minimalista realizzata per il progetto teatrale di Sean Rogg, “The Waldorf Project” , un’esperienza radicale immersiva su un grande palcoscenico in cui l’arte è consumata attraverso tutti i sensi, dal sound design, coreografie e gastronomia – e con il ritorno di Sua Maestà Amon Tobin, che ha annunciato l’uscita del suo nuovo album – dopo 8 lunghissimi anni dall’acclamato “ISAM” (Ninja Tune) – e la nascita della sua nuova etichetta Nomark. Il 26 aprile, il pioniere della musica elettronica Amon Tobin pubblicherà “Fear in a Handful of Dust”, nell’attesa godiamoci il primo estratto “On a Hilltop Sat the Moon”.

K Á R Y Y N

Buon Ascolto

K Á R Y Y N ft. Young Paint – TILT
HÆLOS – Boy/ Girl
Black Taffy – Lanterns Files in Mist
Son Lux – Sleep
Maps – Just Reflecting
Tourist – Someone Else
Visible Cloaks, Yoshio Ojima, Satuski Shibano – Stratum
Daniel Avery – Under the Tallest Arch
Not Waving – Emotion 1.4 Decontamination
Amon Tobin – On a Hilltop Sat The Moon

Marta Cardilli per RadioEco

 

 

post di questa categoria

CoCo

CoCo, Ghemon, Flying L...

CoCo, Ghemon, Flying Lotus & molto altro | Demography #401

teatro

Teatro, musica, cinema...

Teatro, musica, cinema e tanto altro! | ATP #176

Funk

Montoya, Funk Shui, Au...

Montoya, Funk Shui, Auntie Flo | Demography #400

Jameszoo

Jameszoo, Greg Foat,DJ...

Jameszoo, Greg Foat,DJ Haram & more|Demography #399

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti