Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Kendrick Lamar feat. The Weeknd, Craig David & more | Demography #255

Sopravvivere al lunedì con un nuovo numero di Demography e una nuova playlist in cui trovate di tutto: da una partenza a mille con Kendrick Lamar, al pezzo strumentale di Divide and Dissolve, al folk firmato Wrongonyou e molto altro.

Andiamo con ordine. La prima traccia della nostra playlist è Live In The Moment di Craig David feat. Goldlink su beat di Kaytranada, giusto per farvi aprire gli occhi con il pop-funk grooveggiante del pezzo.

Si continua con un altro brano che aspettavamo da un po’ di tempo. Sto parlando di Pray For Me, che porta le firme di The Weeknd e Kendrick Lamar. Da To Pimp A Butterfly a DAMN, l’evoluzione di Kendrick è stata talmente importante e complessa che non si può più definire un semplice astro nascente, anzi. DAMN è stato più di un semplice disco, piuttosto un vero spartiacque tra quello che c’era prima e quello che c’è adesso. Il lavoro di Kendrick Lamar ha influenzato in pochissimo tempo il panorama musicale, nonostante l’album di cui parliamo è uscito meno di un anno fa. E ora è tornato con la colonna sonora di Black Panther, film della Marvel, curata interamente da Kendrick e alla quale partecipano una miriade di artisti come Anderson Paak, Vince Staples, James Blake e molti altri ancora. Che aggiungere? Siamo decisamente di fronte a un artista che sta cambiando tutto, tra un po’ si parlerà di Avanti Kendrick e Dopo Kendrick? Peccato che ai Grammy non si siano pienamente accorti del suo talento, in un mondo giusto, Lamar sarebbe tornato a casa con un carrello pieno di premi.

kendrick219089193   Dopo aver ascoltato Diplomatic Immunity di Drake la nostra playlist arriva all’unico pezzo strumentale presente di Divide and Dissolve. Il duo di Melbourne formato da Takiaya Reed (sax, chitarra, visual) e Sylvie Nehill (percussioni e visual), è pronto a farci sentire il prossimo album, Abomination, che a quanto pare potrebbe lasciarci decisamente sorpresi. Aspettando il 16 febbraio, giorno di uscita del disco, vi facciamo ascoltare Assimilation. Subito dopo si passa al folk e lo facciamo con il nuovo singolo di Wrongonyou, musicista veterano di Demography. Il 9 marzo uscirà Rebirth, il suo primo album che non vediamo davvero l’ora di ascoltare e che stato prodotto da Michele Canova. Nella nostra playlist abbiamo inserito Prove It, di cui vi facciamo vedere anche il video girato in Islanda.

Andiamo avanti con la band viennese degli Hearts Hearts. Il gruppo è pronto a presentare il suo nuovo disco, Goods/Gods, che uscirà il 20 aprile per Tomlab. Prodotto da Peter Paul Aufreiter, il nuovo album è un misto di estasi e angoscia, come dimostra l’alternarsi di momenti pieni di funk, a “ballate digitali”. A seguire troviamo i Generic Animal con la loro Broncio, prima traccia dell’album uscito lo scorso gennaio. Proseguiamo con una traccia del nuovo disco dei MGMT, Little Dark Edge (per la sottoscritta una delle migliori), e poi passiamo subito ad Elbows, all’anagrafe Max Schieble. Il musicista ha rilasciato il suo EP, Sycamore. la prima traccia del suo lavoro è la stessa contenuta nella playlist, The Rain/Sparrow Creek, un pezzo chill e molto influenzato dal jazz, che si riallaccia così all’ultimo brano di oggi, ai primissimi secondi di Culture National Anthem dei Migos.  

Grazia Pacileo

post di questa categoria

marti festival

Marti Festival –...

Marti Festival – in collina si balla

marti festival

eventi in Toscana: Fir...

eventi in Toscana: Firenze Libro Aperto , Marti Festival e molti altri | ATP #145

sinigallia-any-other

Sinigallia, Any Other,...

Sinigallia, Any Other, Bells Atlas & more | Demography #297

ikillgiants-4

I Kill Giants: la dopp...

I Kill Giants: la doppia recensione – Nerdeco #37

ultimi post caricati

Alessio Cremonni

Alessio Cremonini e il...

Alessio Cremonini e il successo di Sulla mia pelle: l’intervista

DSC_4649

Pisa Tattoo Convention...

Pisa Tattoo Convention edizione 2018

San Rossore 1938 ̵...

San Rossore 1938 – Al cinema Arsenale si riflette sull’orrore

cetilar pisa half marathon

Cetilar Pisa Half Mara...

Cetilar Pisa Half Marathon 2018: la mezza maratona al via il 14/10

Commenti