Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

La Corea del Nord e quel “meraviglioso senso di comunità”

maxresdefault

Kim Jong-un lo aveva già annunciato in svariate occasioni che la Corea del Nord avrebbe avviato un programma per la progettazione della Bomba H. Niente di cui sorprendersi veramente visto che è una delle nazioni più militarizzate del mondo. Dopo vari esperimenti con le testate “solo” atomiche, lo scorso 6 gennaio sembrerebbe che un ordigno all’idrogeno sia esploso nel nord dello Stato Nordcoreano provocando un terremoto di 5.1. Scetticismo e allertaè ciò che ha prodotto l’accaduto, anche perché potrebbe trattarsi della solita trovata propagandistica di quella “bravissima persona” (come l’ha definito Antonio Razzi) del dittatore asiatico.

Come sappiamo tutti la Nord Corea è uno stato dittatoriale che si tramanda di generazione in generazione nemmeno come l’Impero Romano ai tempi dei Cesare. Non sbaglieremmo di molto a definirlo di fatto una Monarchia Dittatoriale. Un paese isolato dal resto del mondo nel quale regna una sola figura, il “semi-dio” Kim Jong-un. Tra campi di concentramento riservati ad oppositori politici e non soggetti alla schiavitù e alle torture oltre che alle libertà praticamente nulle in campo politico-economico, la Corea del Nord è uno dei paesi dove i diritti umani sono meno rispettati  e dove si tende a brutalizzare la popolazione sistematicamente (non lo dico io, ma Amnesty International qui). Ma d’altronde si sa, le “brave persone” si comportano così.

I nostri eroi Matteo Salvini e Antonio Razzi la Corea del Nord l’hanno visitata e ne sono rimasti abbagliati come se avessero visto una sorta di Terra Promessa. “Sembra la Svizzera” ha tuonato Razzi, “C’e un grande senso di comunità” ha ribadito Salvini. Alla luce del sopracitato quadro sociale mi chiedo dove abbiano potuto vedere questa oasi di benessere e felicità. Credo che le migliaia di persone che cercano tutti i giorni la fuga in Corea del Sud avrebbero qualcosa da ridire in proposito. Forse in Corea del Nord ci sono polveri che alterano la realtà? Una possibile spiegazione, ma è molto più facile che la risposta sia un preoccupante quanto disagiante “non c’e nessuna polvere sottile“.  Ci siamo capiti sul significato di “preoccupante” vero?

Dopo tutto questo festival di bave (per dirla come Travaglio) le reazioni all’ultima provocazione nordcoreana non si sono fatte attendere. Razzi praticamente ha consigliato di mettere le bombe “in cantina” come un Barolo d’annata e giustificando la cosa. D’altronde chi non si fiderebbe a lasciare una Bomba H in mano ad una personalità desiderosa di vedere la sua “bellissima” capigliatura su ogni testa maschile nordcoreana (almeno così narra la leggenda). Da qualche parte nelle istruzioni d’assemblaggio della testata terminucleare ci dovrebbe essere scritto “tenere fuori dalla portata dei bambini”. Il nostro Salvini invece sembrava svegliarsi (dalle polveri asiatiche?), rendendosi conto che “La Corea del Nord è un pericolo”. Meno male ma, a questo punto, mi sorge un dubbio: Ma l’oasi di libertà e comunità tanto decantata dov’è finita?

Sinceramente consiglierei a Salvini di occuparsi di Milan (grande Matteone!) o di altro che non sia politica estera (sulla politica nazionale il suo furbesco gioco purtroppo riesce, è inutile non ammetterlo). Per quanto riguarda Razzi ormai abbiamo perso le speranze (l’unica cosa positiva che ha fatto è aver dato l’ispirazione a Crozza di imitarlo). Ancora si fa fatica a sapere come abbia fatto a diventare Senatore. Forse la presenza in politica di uno come Gasparri (che ormai semina leggenda di continuo con gaffe come l’ultima su Jim Morrison su Twitter) funge da motivatrice per chiunque. Della serie “Se ci sta dentro lui?”.

Augurandosi che un giorno Salvini e Razzi possano trasferirsi nella loro terra promessa concludo la mia riflessione. Devo andare a farmi la capigliatura “alla Kim Jong-un” per poi attendere l’imminente prossima “meraviglia” a 140 caratteri di Gasparri.

Giacomo Corsetti

@giacomocorsetti

 

 

post di questa categoria

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

"il cervello e la mente" - conferenza divulgativa @Gipsoteca Unipi

Il cervello e la mente...

Il cervello e la mente – intervista ad Alberto Del Guerra

Pixel a 45 giri - Gipsoteca di Arte Antica dell'Università di Pisa

Pixel a 45 giri –...

Pixel a 45 giri – Gipsoteca di Arte Antica #Unipi

20170515_172452

Da Cassino ad Hollywoo...

Da Cassino ad Hollywood, la presentazione

ultimi post caricati

Chi è Banksy? Dal mon...

Chi è Banksy? Dal mondo della musica un nuovo indizio

Depeche Mode

Depeche Mode live, qua...

Depeche Mode live, quando i sentimenti sono fatti di elettro-rock

764d0be37628ec0b028eeaf030cc7aab

Steamcon 2017, lo Stea...

Steamcon 2017, lo Steampunk a Pisa

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

Commenti