Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

La fisica di Sheldon: 3 fatti scientifici in The Big Bang Theory – Enjoy The Science

Sheldon CooperLa fisica di Sheldon: scopriamo insieme 3 fatti scientifici che il protagonista di The Big Bang Theory usa nella sua matta e insolita vita quotidiana

Il prossimo Febbraio uscirà “Young Sheldon”, serie spin-off e prequel della nota serie-tv “The Big Bang Theory”, che parlerà dell’infanzia del bizzarro protagonista Sheldon Cooper.

Prima di vedere la serie però, facciamo un ripasso e esploriamo 3 fatti scientifici che ci ha insegnato Sheldon in The Big Bang Theory, utilizzandoli nella sua matta e insolita vita quotidiana.

1)      Il gatto di Shrödinger

Erwin Schrödinger, è stato un fisico austriaco importante per i suoi contributi alla meccanica quantistica, la fisica che studia il comportamento delle particelle elementari. Il paradosso del gatto servì a Shrödinger per spiegare i limiti della meccanica quantistica: supponiamo di avere un gatto chiuso in una scatola con all’interno un meccanismo che può attivare un gas velenoso; non sapremo mai, finchè non apriremo la scatola, se il gas si è attivato o meno, quindi finchè la scatola resta chiusa il gatto è sia vivo che morto. Sheldon usa questo macabro paradosso per rispondere ai dubbi della sua vicina Penny, indecisa se intraprendere o meno una relazione amorosa con il suo amico Leonard.

2)      L’effetto Doppler

La fisica di SheldonCome dimenticare il travestimento di carnevale di Sheldon. Mentre i suoi amici avevano optato per banali costumi come Frodo o Peter Pan, lui si presenta con una tuta nera con delle strisce bianche, meravigliandosi che nessuno capisca che è ovviamente vestito da effetto Doppler, che, per intenderci, è quell’effetto che percepisce il nostro orecchio quando sentiamo, per esempio, il suono della sirena di un’ambulanza, che si avvicina e poi si allontana da noi. Scientificamente parlando, l’effetto Doppler è un fenomeno che consiste nel cambiamento della frequenza dell’onda sonora dovuto al movimento della sorgente che emette il suono rispetto a noi che lo ascoltiamo, con conseguente la diversa percezione di acutezza del suono stesso. In particolare, quando osservatore e sorgente si avvicinano, il suono percepito dall’osservatore è più acuto del suono originale, mentre quando essi si allontanano il suono ha un’acutezza minore del suono originale: fateci caso la prossima volta che sentirete una sirena!

3)      I buchi neri

La fisica di SheldonFrequenti gli incontri, immaginari e non, di Sheldon con Stephen Hawking, una delle poche persone mai esistite per cui il protagonista di The Big Bang Theory nutre una profonda stima. Stephen Hawking è molto noto per i suoi studi sull’origine dell’Universo e sui buchi neri, delle regioni dello spaziotempo, in cui il campo gravitazionale è così forte che nulla che si trova al suo interno può sfuggire all’esterno e tutto ciò che c’è nelle sue vicinanze viene “risucchiato” all’interno, tutto, perfino la luce!

Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

Adriana Vernice per Radioeco

post di questa categoria

Ph. Irene Camposano

Bright 2018: a spasso ...

Bright 2018: a spasso per l’Orto Botanico di Pisa!

BRIGHT 2018

BRIGHT 2018 – La...

BRIGHT 2018 – La Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori

cetilar pisa half marathon

Cetilar Pisa Half Mara...

Cetilar Pisa Half Marathon 2018: la mezza maratona al via il 14/10

Career Week

Career Week dell’...

Career Week dell’Università di Pisa

ultimi post caricati

Capibara

Capibara, /handlogic, ...

Capibara, /handlogic, Gold Mass & more | Demography #301

Mirai: la recensione d...

Mirai: la recensione dell’anime firmato Mamoru Hosoda

Lievedelfool

“Yorick. Un Amle...

“Yorick. Un Amleto dal sottosuolo” – Leviedelfool @ TeatroEra

IF2018 - “Fake: una storia vera” con Martina dell'Ombra

IF2018 – “Fake...

IF2018 – “Fake: una storia vera” con Martina dell’Ombra

Commenti