Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

La reputazione nell’era dei social-#ijf17

Come non compromettere il diritto alla reputazione cadendo nella diffamazione, in ragione della libertá di stampa e di cronaca. Con Simone Bonavita e Valerio Edoardo Vertua, #ijf17

“La reputazione, la reputazione, ho perso la mia reputazione! Ho perso la parte immortale di me stesso; resta la parte bestiale. La mia reputazione, Lago, la mia reputazione.” (Shakespeare)

La reputazione intesa come considerazione altrui e convenzionalmente sentita come retta misura delle qualitá o più comunemente della moralitá, può assumere diversi significati a seconda del’ambito in cui é impiegata: in diritto, in economia, in sociologia; sul Web più specificatamente con il concetto di “Web-Reputation”. Si é tenuta oggi, nella Sala Priori dell’Hotel Brufani, la conferenza intitolata “La reputazione nell’era dei social: tutela, violazione e diritti” ad opera degli avvocati Valerio Edoardo Vertua e Simone Bonavita. Presidente dell’associazione Digital Forensics Alumni, co-fondatore e Vice-presidente dell’associazione Cloud Security Alliance Italy il primo, professore a contratto in Trattamento dei Dati Sensibili presso l’Università degli Studi di Milano per l’anno accademico in corso il secondo. Dopo aver brevemente spiegato la distinzione fra i vari diritti della personaltá, sono stati analizzati i casi in cui il diritto alla reputazione può essere compromesso in ragione della libertá di stampa o di cronaca senza ricadere nella diffamazione che, nel diritto penale italiano, è il delitto previsto dall’Art.595 del codice penale italiano.

La reputazione nell'era dei social-#ijf17

La reputazione nell’era dei social-#ijf17

“Deve affermarsi la responsabilità extracontrattuale di chi, sui social network, ad esempio Facebook, pubblichi e divulghi ai terzi affermazioni lesive all’onore e della reputazione di un utente”. (Tribunale di Monza – 2010)

Su carta è possibile tutelare la reputazione tramite rettifica: intervento inteso a correggere o modificare una notizia oppure una dichiarazione in ambito giornalistico. Su internet, data la miriade di utenti connessi ogni giorno e la libera diffusione delle notizie, intervenire diviene quasi del tutto improponibile. Siamo vittime della continua affermazione di “fake news” anche a causa dell’estrema disinvoltura con cui ogni giorno utilizziamo i nostri strumenti di informazione in rete quali computer o smartphone. La cura sta nell’educazione. È necessario insegnare un utilizzo etico e giusto dei mezzi di informazione volto a saper distinguere la veritá, la gravitá delle espressioni realmente offensive e l’ironia. Non tutte le affermazioni forti infatti sono lesive: l’esempio più comune è quello del giornalismo satirico. Qualora la reputazione non sia tutelata sono previsti una serie di provvedimenti relativi ai casi presi in questione  quali: richiesta di rettifica, risarcimento del danno, sequestro pagina web, esposto all’ordine dei giornalisti, social media policy.

Rebecca Del Carlo per RadioEco

post di questa categoria

DSC_3457_copia

Heretico, dopo questo ...

Heretico, dopo questo appartente nulla – @TeatroEra

clap clap band

eventi in Toscana: Cla...

eventi in Toscana: Clap Clap Band e molto altro | ATP #114

aphrodite al deposito pontecorvo

eventi in Toscana: Aph...

eventi in Toscana: Aphrodite al Deposito Pontecorvo e molto atro| ATP #112

Capodanno 2018 in Toscana

Capodanno 2018 in Tosc...

Capodanno 2018 in Toscana: concerti e molto altro| ATP #111

ultimi post caricati

fantastic

Fantastic Mr Fox &...

Fantastic Mr Fox & More | Demography #251

tiramisu pistacchio

Tiramisù al pistacchi...

Tiramisù al pistacchio

il tuo anno perfetto inizia da qui

Il tuo anno perfetto i...

Il tuo anno perfetto inizia da qui

Cranberries

The Cranberries, To Th...

The Cranberries, To The Faithful Departed | Artwork della Domenica

Commenti