Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Lana Del Rey, Beirut, Stats & more | Demography #330

La settimana del rientro è stata particolarmente lunga e difficile, ma noi di Demography lo sappiamo e vi regaliamo una nuova playlist con Lana del Rey, i Deerhunter, i Beirut ed Ellis May. Voi mettete le cuffie e premete play, il week end ve lo sistemiamo noi.

Partiamo dalla East Coast statunitense con Chrome Sparks che torna sulle scene inaugurando il nuovo anno con il suo secondo lavoro, l’EP Be on Fire uscito per Counter Records: atmosfere dreamy con elementi di hip hop e synth sono il filo conduttore dei brani, come in Ultraviolet Rainbow che trovate in playlist.

Lana Del Rey

Be On Fire – Chrome Sparks

Sulla West Coast è invece il momento di Lana del Rey che pubblica un nuovo singolo estratto dall’album in uscita quest’anno Norman Fucking Rockwell: la ballata Hope is a dangerous thing for a woman like me to have – but I have, voce e pianoforte in cinque minuti abbondanti di delicatezza e introspezione.

Ma questa settimana gli USA fanno il pieno di release interessanti e perciò vi segnaliamo Plains dei Deerhunter che torneranno il 18 Gennaio con l’ottavo disco Why Hasn’t Everything Already Disappeared?, e i Beirut, anche loro pronti a presentare il nuovo album l’1 Febbraio: possiamo intanto goderceli in Landslide, secondo singolo estratto di cui è stato pubblicato il video ieri.

Vi segnaliamo poi Master Plan, singolo del rapper di Washington Damu The Fudgemunk contenuto in Instrumental for the Reflecting Sea: uscita meno recente delle altre in questa playlist (21 Dicembre), ma se ve lo siete persi durante le vacanze di Natale questo è il momento giusto per recuperare il suo mix strumentale di hip hop old school e jazz pubblicato dalla Redefinition Records, etichetta di cui lo stesso artista è co-fondatore e proprietario.

 

Lana Del Rey

Instrumental for the Reflecting Sea – Damu The Fudgemunk

Per quanto riguarda il panorama europeo non potete invece perdervi Ellis May, sound designer danese, un concentrato di elettronica dal sound freddo e preciso, firma tipica delle regioni scandinave, ma realmente capace di creare atmosfere adatte a perdersi nei propri pensieri, grazie anche alla voce come in questa The Distance; debut album in vista , invece, per i londinesi Stats che intanto ci fanno ascoltare Lose It, brano in cui confluiscono britpop e il sound synth che richiama quello dei Pet Shop Boys.

Vi lasciamo infine con i Bring Me The Horizon e la loro Medicine, terzo singolo che troverete in Amo, album in uscita il prossimo 25 Gennaio: a volte basta sapere quando lasciare andare persone tossiche per la nostra vita come medicina per l’anima, questo ci dice la band, sfruttando però elementi elettronici inusuali nella loro musica che rimane comunque ben riconoscibile e apprezzabile.

 

Lana Del Rey

Medicine – Bring Me The Horizon

 

Tracklist:

Ultraviolet RainbowChrome Sparks

Hope is a dangerous thing for a woman like me to have – but I have Lana Del Rey

PlainsDeerhunter

LandslideBeirut

Master PlanDamu The Fudgemunk

The DistanceEllis May

Lose ItStats

MedicineBring Me The Horizon

 

Buon ascolto!

 

Francesca Staropoli

 

post di questa categoria

i giardini di mirò @ lumiere (1)

Giardini di Mirò live...

Giardini di Mirò live @Lumiere Pisa [ report ]

Sex Education

Sex Education – ...

Sex Education – la recensione

james-blake-assume-form-1547481367-640x640

James Blake , Luché, ...

James Blake , Luché, Ainé e molto altro | Demography #334

The Cranberries

Cranberries, Garbage, ...

Cranberries, Garbage, SOAK & more | Demography #332

ultimi post caricati

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Ph. Irene Camposano

Stefano Bellani al Pis...

Stefano Bellani al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Café

Saverio Raimondo - Pisa Comedy Fest

Saverio Raimondo al Pi...

Saverio Raimondo al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Cafè

Foto dell'evento.

ELSA Day: Parole in as...

ELSA Day: Parole in ascolto @ Gipsoteca

Commenti