Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

[Live Report] Prima eliminatoria Senza Filo Music Contest (05/11/2014)

Ormai sono cinque anni che l’autunno pisano è firmato dalla musica in acustico. Ebbene sì, perché lo scorso giovedì 6 novembre, il Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa ha aperto le danze, o per meglio dire i suoni, della quinta edizione del Senza Filo Music Contest, una gara tra otto gruppi che si sfidano a colpi di suoni completamente acustici, con strumenti musicali e voci non amplificati, senza fili per l’appunto.

Il contest si articola in quattro serate, nei quattro giovedì di novembre, in cui si sfidano, in ognuna, due dei gruppi in gara per un’ultima sfida finale che si terrà sabato 29 novembre. La gara è condita anche da apparizioni musicali e special guest.

Ad inaugurare il contest, sono stati, giovedì 6 novembre, i fiorentini Giulio Bracaloni, Matteo Torretti, Valerio Mazzoni, Maurizio Costantin alias Piaceri Proletari, che si sono scontrati con gli I Am the Distance, formati dai lombardi Laura Cicerale, Fabio Donegà, Alessandro Iannone e Jacopo La Posta.

La serata inizia con l’ironia di un duo-cosenzafilo1ver-pop-femminile affezionato al Senza Filo Music Contest, Joe “Barbra” Monachella e Riccardo “The Prat” Pratesi, in arte The Pop Lovers.

Subito dopo i ragazzi del Museo degli Strumenti per il Calcolo coinvolgono gli spettatori con la loro dimostrazione di un aritmometro e sfamano le loro coclee con giradischi e vinili d’epoca.

Subito dopo, ad alimentare il fuoco delle suggestive candele che adornano il Cantiere San Bernardo i rustici Piaceri Proletari. Irriverenti e dall’interazione col pubblico facile, riscaldano la chiesa sconsacrata con i loro tanti strumenti: chitarra, contrabbasso, tromba, clarinetto, tuba e un fantastico quanto poco comune banjo mandolino. Suonano uno swing cantato in italiano influenzato dal folk americano in salsa di balera romagnola (o almeno così loro si definiscono sul sito di crowdfunding dove cercansenzafilo2o di dar vita al loro disco) e la voce di Matteo Torretti (ammiccante alla tradizione degli anni ’60 italiani) dipinge la periferia di Firenze e le piccole cose, insomma, i piaceri dei proletari.

Dopo un piacevolissimo secondo stacco ad opera dei summenzionati Pop Lovers, bravi quanto ilari, cambiano le atmosfere, dalla Rifredi dei Proletari si passa alle atmosfere raffinate degli I Am The Distance. Più in difficoltà nel tenere il palco, le incertezze scompaiono una volta che nelle loro mani compaiono le tre chitarre acustiche e il basso (acustico anch’esso, siamo sempre al senza filo), sapientemente giocolato tra gli elementi del gruppo. Veniamo accompagnati dalle loro voci, brillantemente armoniche, sulle quali spicca quella di Laura Cicerale, unico elemento femminile dei quattro. Squisitamente malinconici, i loro testi in inglese cullano lo spettatore e lo lasciano in uno stato di calma apparente. Particolarmente appropriati considerate le scenografie che rappresentavano l’intera costruzione come una grande astronave i cui portelloni davano su spazi onirici.

In chiusura, partendsenzafilo3o dal pubblico, si fanno strada verso il palco due ragazzi, José Vitgestain ed Emanuel Derrida, ovvero i Piñon en la jeta (Cazzotto in faccia) con le loro Canciones para comprender el sentido de la vida, le  loro atmosfere latino-americane e i loro testi in spagnolo e in inglese. Fantasticamente ispirati e veramente competenti nel far vibrare le corde riescono ad entusiasmarci al punto da chiedere un bis.

La serata, infine, si conclude con la vittoria dei Piaceri Proletari, che avremo il piacere di rivedere e riascoltare durante la finale di sabato 29 novembre sempre al Cantiere San Bernardo in via Pietro Gori a Pisa.

Qui il report fotografico completo di Dario D’Ambra.

In occasione del Senza Filo Music Contest, inoltre, da questa domenica alle 19 manderemo in onda degli speciali del programma Overdrive Underground (storico programma di Radioeco dedicato alle interviste ai gruppi emergenti), nei quali sarà possibile ascoltare dei frammenti live delle serate del Senza Filo e, dalla prossima settimana, anche interviste ai partecipanti.

Adriana Vernice e Guglielmo Piacentini

post di questa categoria

ATP (17)

eventi in Toscana week...

eventi in Toscana weekend: Pollege Festival e altro ancora | ATP #92

ATP (16)

eventi in Toscana: Mus...

eventi in Toscana: Music W Festival e non solo | ATP #91

ATP (15)

eventi in toscana R...

eventi in toscana – atp #91 | W.O.M., Henry Wu e tanto altro

ATP (14)

eventi della settimana...

eventi della settimana – Atp #90 | Demonology HiFi, Sean Kuti e molto altro

ultimi post caricati

Cattivissimo Me

Recensione: Cattivissi...

Recensione: Cattivissimo Me 3

Musica W 2017 - Manifesto

Musica W Festival 2017...

Musica W Festival 2017 – TUTTE LE INFO

Copy of Copy of ON POINT (9)

Demography #218 –...

Demography #218 – Mixtape | Da Actress a Clap! Clap!

ON POINT (10)

Demography #217 –...

Demography #217 – mixtape | Ninja Tune & More

Commenti