Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Lorenzo Giustarini neo concorrente de “La casa è social”

C_4_articolo_2162886__ImageGallery__imageGalleryItem_2_image

Lorenzo Giustarini, neo concorrente de “La casa è social” il reality firmato Homepal primo social network immobiliare

Lorenzo Giustarini è “l’Adamo” che entrerà il prossimo 26 aprile ne La casa è social ubicata presso la Stazione Termini di Roma.

La casa è social è un format firmato Homepal che, dopo una tappa milanese, spera di raggiungere un buon successo anche nella capitale.

Gli ingredienti rimangono gli stessi: due persone vivranno all’interno di una casetta di vetro per 9 giorni 24 ore su  24.

La vita nella casetta sarà animata da un fitto calendario di eventi e appuntamenti: lezioni di tango, salsa, crossFit, yoga, cake design e flashmob che coinvolgeranno i passanti, bodypainting, aperitivi freestyle con bartender, cooking show, sfilate di moda e Dj set fino all’ ingresso di alcuni special guest ancora top secret. Ogni happening sarà condiviso in rete attraverso gli hashtag #Homepal e #lacasaèsocial.

Incuriositi, abbiamo contattato il pisano Lorenzo e gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Ciao Lorenzo,  cosa ti ha spinto a partecipare a questo reality e come sei venuto a conoscenza di questa esperienza?

Per chi crede che esistano le coincidenze è stato un caso. Occupandomi di social media marketing una persona a me cara ha visto un link sponsorizzato con questa iniziativa e mi ha scritto dicendomi “ti ci vedrei bene “. Invece di riderci ho preso la palla al balzo e mi sono candidato. Quello che mi ha spinto a farlo è il mio atteggiamento alla vita: sono curioso, appassionato di dinamiche sociali, psicologia, marketing e tante altre cose che potrò sperimentare in questa avventura.

Avresti cercato di partecipare anche se non ci sarebbero state tutte quelle attività in programma e anche se fosse mancata la componente social a contraddistinguere ogni singolo evento?

Per quanto riguarda le attività ne sono venuto a conoscenza dopo aver superato i casting : quindi sì, lo avrei fatto comunque. Mi ritengo una persona creativa e avrei inventato qualcosa da fare (cosa che farò in ogni caso). Per quanto riguarda la componente social digitale penso che sia un’ amplificazione di quella “reale”. Il digital mi scorre nel sangue e sono quindi contento che verrà utilizzato massicciamente. Avrei partecipato ugualmente anche per sperimentare le interazioni con le persone e studiare me stesso in una situazione lontana dalla normalità

Lorenzo se avressi potuto scegliere la tua compagna di questa esperienza, quale “Eva” avresti scelto?

Premetto che sono contento di essere con Alessandra Relmi, da quel poco che posso averla conosciuta al casting infatti  la ritengo una ragazza educata, molto carina e attiva. Detto questo, per come sono fatto, ogni persona di qualsiasi genere e orientamento sarebbe stata per me adatta a sperimentare e conoscere. vi saprò dire come è andata quando rientrerò.

A quali altri reality avresti il piacere di partecipare e perchè?

Ho fatto una scelta di vita orientata ad una gestione della privacy ridotta all’osso. Una buona parte della mia vita è, seppur in pillole, in vetrina. Mi piacerebbe partecipare ad ogni genere di reality che mi lasci la possibilità di esprimermi ad ampio raggio, in modo da poter condividere con il maggior numero possibile di persone il percorso di vita che ho fatto e soprattutto “il segreto” che sta rendendo sempre più fantastica la mia vita e quella di chi mi sta seguendo.

Lorenzo, un ultima domanda, quali nuovi progetti e/o sogni nel cassetto hai per il tuo prossimo futuro?

I sogni sono tantissimi, da sempre, come per tutti o quasi. La cosa importante è trovare la strada per concretizzarli e trasformarli in obiettivi. Il “sogno” è quello di contribuire al cambiamento sociale che inevitabilmente avverrà e che porterà il mondo a ragionare in modo collaborativo, collettivista come lo definisco. Il prossimo progetto è quello di girare l’italia facendo live a più non posso da posti non troppo conosciuti. Lo scopo è  dare l’opportunità, a chi non può viaggiare per motivi lavorativi, familiari, economici o di salute, di vedere, apprendere ed interagire. Credo in un mondo unito e con popoli uniti seppur non globalizzati…Cominciamo!

Ringraziamo Lorenzo Giustarini per l’intervista concessa.

Isabel Viele per Radioeco

Photo by tgcom24

post di questa categoria

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Presentazione "Da Cassino ad Hollywood" - Promovie (foto @Promovie)

Cos’è Promovie?...

Cos’è Promovie? – “Da Cassino ad Hollywood” @LaFeltrinelli

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

ultimi post caricati

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

pantesca

Insalata Pantesca

Insalata Pantesca

radiohead oknotok

Radiohead, “OKNO...

Radiohead, “OKNOTOK” – Artwork della Domenica

19114432_10213009211735700_297708183_n

Pasta-O-Matic : La pas...

Pasta-O-Matic : La pasta in barattolo!

Commenti