Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Man of Moon-Nova Lumen-Vynil Williams- Demography #56

Man of Moon è il gruppo con cui Demography #56 ha deciso di cominciare la settimana, torniamo in formato ordinario regalandovi musica nuova e si, in questo caso anche bella!

Man od moon

Scavando negli angoli bui dell’indipendente internazionale spesso vengono alla luce perle che regalano non poche gioie, questa settimana parliamo appunto sorprese con il duo scozzese Man of Moon.
Vengono da Edimburgo, pubblicheranno con la Melodic Records il 17 luglio il loro Lp d’esordio, ma nel frattempo ci preparano ad un grande botto con il singolo The road ed a quello che sembra essere materiale promettente e di qualità.
Man of Moon è costituito da appena due membri, Michael Reid e Chris Bainbridge, insieme hanno creato con questa nuova traccia una miscela esplosiva che si condensa in un ibrido, composto da sfumature di psichedelic, punk rock, ed industrial.
Esplode nelle cuffie con una potenza atomica che destabilizza, confonde, e trascina in un trip acustico di ottima
qualità, non ascoltarlo sarebbe la risposta sbagliata ad uno stimolo necessario.

Man on Moon – The Road.

unnamed (1)

I Nova Lumen sono un progetto di Torino che ricorda vagamente i Baustelle, questo non sempre è un aspetto negativo, spesso certo, ma non sempre.
In questo caso ci troviamo di fronte il loro primo singolo “Ambrosia” estratto dall’album in uscita a settembre “Assurdo Universo” in pubblicazione per Gente Bella, è una traccia insidiosa e ripetitiva che volente o nolente entra nel cervello fino a costringerti a canticchiare il ritornello, abilmente studiato ad hoc.
Esattamente come le canzoni di Bianconi e co.
La differenza sta nell’impostazione sonora, siamo di fronte a del sinth pop, un pallido esempio di elettronica alla Battiato che non stupisce l’ascoltatore, ma lo ubriaca di drum machine e sinth creando un vortice di dipendenza momentanea per questa traccia.
Intelligente, magari non del tutto sconvolgente, ma non resta che aspettare settembre.

Nova Lumen – Ambrosia

Man of moon

Vynil Williams ha la voce di una dolce distorsione sonora che si dilata sulla onda di un psichedelic sinth pop.
Parliamo del progetto di Lionel Williams che sempre per la Company records pubblicherà a luglio il suo nuovo album “Into”. Per ora decide di regalarci un singolo, “World soul” un viaggio metafisico all’interno di sonorità dilatate, una new wave che si confonde con quell’elettronica dolce ed appena accennata, con momenti di alta tensione rilassata dalla voce dell’artista sinuosa e rassicurante.
Un bel pezzo di cui non dobbiamo fare troppe presentazioni, un loop emotivo che punta più in alto di quello a cui dovrebbe arrivare in punta di piedi. Eppure stupisce.

Vynil Williams – World Soul

Chiara Manera

post di questa categoria

ATPap1

Eventi in Toscana: Cor...

Eventi in Toscana: Cory Henry, Deposito e tanto altro | ATP #127

Avengers

Avengers: Infinity War...

Avengers: Infinity War, la recensione

pop dei coreani

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #12: POP E ROCK COREANI

Lorenzo Kruger al Cinema Lumière, Pisa

Lorenzo Kruger e le ca...

Lorenzo Kruger e le canzoni dei Nobraino [report]

ultimi post caricati

FIPILI HORROR FESTIVAL

FIPILI Horror Festival...

FIPILI Horror Festival 2018 – settima edizione

IJF18: Ferruccio De Bortoli

#IJF18: Ferruccio De B...

#IJF18: Ferruccio De Bortoli “Giornalismo e rivolta. mezzo secolo dopo il ’68″

mosul

#IJF18: Mosul eye racc...

#IJF18: Mosul eye racconta l’atrocità dell’Isis

#IJF18 - Il caso David Rossi - Foto di Sara Binelli

#IJF18 – Il caso...

#IJF18 – Il caso David Rossi

Commenti