Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Marco Pantani e quella ferita che non si richiuderà mai

marco pantani

Secondo il pm di Forlì fu la camorra a far alterare le analisi che portarono all’esclusione di Marco Pantani al Giro d’Italia del 1999. Quella vicenda portò al drammatico epilogo (mai veramente chiarito) della morte del campione di Cesenatico.
Uno che andava così forte poteva essere fermato solo in questo modo. La vicenda di Marco Pantani è una ferita che continua a sanguinare e che forse non si rimarginerà mai. Dopo mille insinuazioni, dichiarazioni dei Vallanzasca di turno, riaperture delle indagini per “associazione a delinquere finalizzata a frode e truffa sportiva” arrivano anche le dichiarazioni del pm di Forlì Sergio Sottani che afferma come un clan camorristico avrebbe minacciato un medico per far alterare le analisi di Pantani durante quel Giro del 1999, e soddisfare così un giro di scommesse milionarie che puntavano a far perdere il campione di Cesenatico. Da quel infausto 5 giugno 1999 si arrivò a quel drammatico e doloroso 14 febbraio 2004, quando il corpo di Marco Pantani venne ritrovato senza vita all’interno di una stanza del residence Le Rose in una Rimini grigia e malinconica. A questa nuova fase della vicenda si è arrivati dopo l’ultima intercettazione pubblicata da Premium Sport in cui un uomo vicino alla camorra, parlando con una propria parente, ha confermato con dei definitivi “sì” circa l’infiltrazione camorristica nella vicenda Pantani.

Marco Pantani lo affermava da sempre: “Mi hanno fregato”. Lo diceva a tutti mentre si immergeva sempre più in quel tunnel depressivo da cui non è più uscito; lo urlava, eroso da quella vergogna che non riusciva a sopportare e da quella sensazione di abbandono e di sfiducia che percepiva attorno a sè. In primis dai giornalisti e dagli addetti ai lavori che lo hanno lasciato solo. E la cosa paradossale è che Marco Pantani non è mai stato realmente trovato positivo al doping. Nel 1999, a seguito dei fatti di Madonna di Campiglio, fu infatti solamente sospeso per quindici giorni, il che è una cosa ben diversa dall’essere squalificato. Si era rialzato tante volte dopo infortuni e circostanze sfortunate, ma quella volta lo dichiarò subito che non si sarebbe più riavuto. Un fenomeno dall’animo sensibile che non ha retto a questo ultimo affronto.

L’ultimo campione ad aver fatto la doppietta Giro-Tour nello stesso anno ha saputo appassionare l’italia ciclistica come nessun altro corridore dai tempi di Coppi e Bartali. Dal duello contro Tonkov al Giro del 1998 alla leggendaria tappa del Galibier che fece saltare il Tour 1998, è stato un tripudio di affetto e di festa che nessun Gimondi e nessun Moser ha mai generato. Quell’affetto che Marco Pantani non ha più sentito intorno a sé da quel 5 giugno. L’intervista di Gianni Minà che Marco Pantani concesse pochi giorno dopo l’accaduto, è una delle testimonianze più dolorose di questa vicenda. Una sagoma che prima faceva “il vuoto” riempiendo i nostri cuori di meraviglia e poi quel vuoto, un tempo tanto amico, lo ha sentito dentro di sé e ce lo ha portato via piano piano.

Mamma Tonina, che ha combattuto contro quella che ha sempre sostenuto essere un’ingiustizia, ha affermato: “Finalmente gli è stata ridata la dignità”. Dopo 17 anni tutti sanno quanto Marco Pantani fosse estraneo a quel valore di ematocrito del 51,9% (quando il limite regolamentare è 50%), improvvisamente troppo alto, che venne riscontrato nelle sue analisi. Questa certezza arrivata troppo tardi ha lo strano potere di essere un balsamo e un veleno. Quanto dolore, quanto rammarico e, sopratutto, quanto schifo. Uno schifo che Marco Pantani non meritava affatto.

Giacomo Corsetti

post di questa categoria

black sun empire

Black Sun Empire ̵...

Black Sun Empire – GLI OLANDESI (NON) VOLANTI

backstage campos

Campos – Backsta...

Campos – Backstage from the Basement [ intervista ]

yombe

YOMBE, Nick Murphy �...

YOMBE, Nick Murphy & more | Demography #229 [playlist]

La battaglia dei sessi

Recensione: La battagl...

Recensione: La battaglia dei sessi

ultimi post caricati

IF2017: le interviste (foto: Lorenzo Antei)

IF2017: Le interviste ...

IF2017: Le interviste by RadioEco

Emergency

IF2017: EMERGENCY -INT...

IF2017: EMERGENCY -INTERVISTA AL PRESIDENTE ROSSELLA MICCIO

IF2017: Passione e dolore - “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Passione e dol...

IF2017: Passione e dolore – “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Arrivederci al prossimo anno - Recap giorno 4

IF2017: Arrivederci al...

IF2017: Arrivederci al prossimo anno – Recap giorno 4

Commenti