Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Maria Chiara Carrozza, lectio magistralis

Maria Chiara Carrozza, ilsole24ore.com

Maria Chiara Carrozza, ilsole24ore.com

Maria Chiara Carrozza, lectio magistralis

La quarta rivoluzione industriale e la simbiosi uomo-macchina: una sfida per la ricerca in tutti i settori

Lunedì 4 aprile 2016 alle ore 16, presso l’Aula Liva del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, per il Dottorato di Storia, l’On. Prof.ssa Maria Chiara Carrozza ha tenuto la lectio magistralis dal titolo La quarta rivoluzione industriale e la simbiosi uomo-macchina: una sfida per la ricerca in tutti i settori.

Maria Chiara Carrozza, laureata in fisica con una tesi sulle particelle elementari, professoressa di bioingenieria industriale,  è stata anche rettore dell’Istituto Superiore Sant’Anna  e nel periodo intercorrente tra il 28 aprile 2013 e 22 febbraio 2014, è stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il governo Letta. Appartiene perciò alla schiera degli accademici pisani che hanno dato un importante contributo all’ attività legislativa e al governo del nostro paese.

Sotto il punto di vista della ricerca, tra i  vari temi che si è trovata ad affrontare , senza ombra di dubbio ad occupare un ruolo centrale è stata la neurorobotica, per cui è nota in tutto il mondo, avendo anche diretto vari progetti di ricerca su protesi neurorobotiche di mano e gamba, destinate a restituire ad amputati il senso del tatto, la capacità di camminare e sostenere pesi. Ha avuto contatti con importanti strutture estere. Ha viaggiato per tutto il mondo, approdando a Vienna come in Massachussets, a Tokyo come in Francia, rivestendo ruoli di spicco in societa’ scientifiche tradizionali e gruppi di ricerca cosmopoliti.

La Carrozza ha inoltre approfondito un tema fortemente innovativo e di fondamentale importanza per lo sviluppo della ricerca nel nostro paese; un tema per cosi’ dire interdisciplinare.

L’incontro è stato mediato dal Presidente del Dottorato, ed è costato di tre momenti fondamentali: uno introduttivo, la lectio magistralis vera e propria e infine un momento di dibattito.

Il primo, svolto dallo stesso Presidente del Dottorato in Storia, ha ripercorso sinteticamente la carriera e il percorso di Maria Chiara Carrozza, iniziando a porre il focus sull’ interdisciplinarita’ della tematica affrontata.

La Lectio magistralis è iniziata con una introduzione da parte della Carrozza dedicata alle rivoluzioni industriali. Sono stati definiti i limiti cronologici e,  naturalmente è stato lasciato molto spazio alla definizione dell’ultima,  la quarta, la quale promette di trasformare drasticamente il posto di lavoro e di far sì che l’intero mondo degli oggetti giri intorno all’uomo.

La quarta rivoluzione industriale, più comunemente conosciuta come “Industria 4.0,” deve il suo nome a un’iniziativa del 2011 guidata da uomini d’affari, politici e accademici, con l’obiettivo di aumentare la competitività delle industrie manufatturiere della Germania attraverso la crescente integrazione di “sistemi ciber-fisici” [cyber-physical systems], o CPS, nei processi industriali.

 I direttori delle aziende in poche parole ci ha spiegato Maria Chiara Carrozza, non stanno semplicemente immaginando una nuova catena di montaggio, ma stanno creando attivamente un network di macchine che non possano solo produrre di più e con meno errori, ma anche modificare autonomamente gli schemi di produzione a seconda degli input esterni che ricevono, e nel frattempo mantenere un’alta efficienza.

Due caratteristiche sarebbero poi basilari in quest’ottica: l’applicabilita’ in più campi e la globalita’.

La meccatronica, ovvero la branca dell’ ingegnieria dell’automazione, si propone di far interagire tre discipline: la meccanica, l’elettronica, l’informatica. Nasce dalla necessità di creare delle linee guida nell’ambito della modellistica, della simulazione e prototipazione. I campi di applicazione sono molteplici. Esempi sono la robotica, l’automazione industriale, la biomeccatronica, i sistemi meccanici automatici degli autoveicol. Questo studi non solo hanno ricevuto pieno sostegno in paesi come la Germania, ma stanno anche facendo parlare di sé altrove nel mondo.

Maria Chiara Carrozza, ha aggiunto inoltre che il fenomeno della quarta rivoluzione industriale presenta in se alcuni ostacoli e possibili svantaggi

Ottenere il massimo dei vantaggi dalla quarta rivoluzione industriale richiederà un’intensa collaborazione tra corporazioni, specialmente quando si tratterà di far parlare a tutte le macchine la stessa lingua. Un altro problema importante è la sicurezza: creare reti sicure non è una cosa semplice, integrare internet nei sistemi fisici può renderli vulnerabili a ciber-attacchi. Dal punto di vista sociale, una paura è che la quarta rivoluzione industriale possa proporre si lavoro efficiente e automatizzato, ma corra il rischio di essere dannosa circa la stabilita’ lavorativa di molti lavoratori. ‘industria 4.0 permetterà alle imprese di espandere il loro operato senza la necessità di creare lavoro.

Durante l’ultima parte di dibattito la professoressa Maria Chiara Carozza si è gentilmente prestata a rispondere ad alcune domande.

Tra i vari interventi, il nostro: abbiamo pensato di chiederle qualcosa circa l’impegno politico e istituzionale necessario a sostenere questi complessi cambiamenti e lei cosi ci ha risposto

La politica deve tenere conto indubbiamente di questi importanti cambiamenti che si registrano nella nostra societa’. Negli Stati Uniti sono previste innovazioni sostenute da finanziamenti pubblici. Io ritengo importante il connubio pubblico privato e una preparazione dei tecnici che non sia settoriale ma interdisciplinare. Sotto questo punto di vista dovrebbero essere introdotti dei cambiamenti anche nel contesto accademico di preparazione universitaria. La riforma universitaria dovrebbe infatti sostenere una ricerca ad ampio spettro.

Isabel Viele per RadioEco

 

 

post di questa categoria

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

"il cervello e la mente" - conferenza divulgativa @Gipsoteca Unipi

Il cervello e la mente...

Il cervello e la mente – intervista ad Alberto Del Guerra

Pixel a 45 giri - Gipsoteca di Arte Antica dell'Università di Pisa

Pixel a 45 giri –...

Pixel a 45 giri – Gipsoteca di Arte Antica #Unipi

20170515_172452

Da Cassino ad Hollywoo...

Da Cassino ad Hollywood, la presentazione

ultimi post caricati

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

pantesca

Insalata Pantesca

Insalata Pantesca

Commenti