Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Marti Festival – in collina si balla

Settembre non segna certo la fine dei festival: un festival giovane che abbiamo deciso di supportare è il Marti Festival.
Incastonato tra le colline pisane, completamente gratuito, promette 12 ore non-stop di musica in un ambiente rilassante e familiare.

Siete pronti a partire per questo weekend all’ insegna del divertimento?

Ma iniziamo con una breve carrellata degli artisti in cartellone che si alterneranno in consolle questo sabato 22 settembre al Marti Festival:

marti festival

Francesco Zappalà

Dj italiano di fama internazionale, nato a Palermo e cresciuto a Roma. A metà degli anni ’80 comincia a muovere i primi passi nei club della sua città alternando hip-hop elettronica e pop. Nel 1986 arrivano la house, la acid e la techno.

Nel 1990 è finalista al DMC WORLD DJ CHAMPIONSHIPS alla Wembley Arena di Londra. Primo dj italiano in finale alla Battle for World Supremacy in cui si classifica secondo.
Negli anni ’90 diventa uno dei punti di riferimento della scena elettronica italiana per quanto riguarda la acid-techno-house.
Ha suonato nei più famosi club italiani e internazionali -Pacha, Space, Amnesia, Suicide Circus, kit Kat, Arena per fare alcuni nomi-
E questo sabato sarà al Marti Festival!

Gabriele Baldi

Nato a Livorno nell’ ’82. All’ età di sei anni comincia a suonare il piano e da lì la musica diventa una costante nella sua vita. La sua prima esperienza come dj risale al 2009. ha dedicato la maggior parte del suo tempo allo studio della musica e alla ricerca e nel frattempo ha registrato tracce house e techno. Al momento è considerato nella scena europea un giovane talento italiano. Cresciuto ascoltando una varietà di generi musicali, dal blues al soul al funk attingendo da vecchi vinili e musicassette di famiglia. Il suo background eclettico ha provveduto a dargli le fondamenta per la producione delle sue tracce profondamente influenzate dalla deep, la house e dal sound acid-funk.
Prendendo ispirazione da Ricardo Villalobos, i suoi lavori hanno riscosso grandi consensi in Italia e all’ estero dove ha ricevuto apprezzamenti da dj come Sven Vath, Richie Hawtin, Luciano, e molti altri.
Nel settembre 2009 pubblica il suo primo EP “She Comes Back” per l’etichetta olandese Bitten, e le tracce al suo interno diventano subito dei must have per molti dj importanti della scena techno.

Luca La Rocca

Luca, classe ’86 comincia a costruire la sua collezione di vinili nel 2001. Alla fine del 2000 infatti comincia a partecipare a sempre più serate e rimane immediatamente folgorato dall’ atmosfera che si respira nei club. A metà anni 2000 compra la sua prima console e inizia così a suonare in giro. La sua attività si intensifica sempre di più nel tempo fino a portarlo ad esibirsi con nomi importanti come Ricardo Villalobos, Alex Neri, Uovo, Ivo Toscano, Thomas T, Sandro Vibot.

Big Beat

Nato nel 1991, inizia a studiare musica a 16 anni appassionandosi dapprima alla chitarra con il rock il reggae e lo ska. Scopre la musica elettronica drum n bass, jungle e underground Tekno
grazie ad artisti come ShyFX,MkUltra,Mbeat,Alex Reece,2badMice,FoolPlay,Spiral Tribe,Acid Anonymous,Kernel Panik,Tomahawk,Desert Storm.
Da quel momento comincia a produrre musica propria eplorando gli innumerevoli sound della musica elettronica.

Bruit

Nato in toscana, per lui la musica è stata una passione fino dall’ infanzia. Inizia infatti a suonare il piano da bambino. Crescendo si trova coinvolto in varie feste underground scoprendo così un mondo che gli regala un senso di libertà: il mondo della musica elettronica. Comincia a produrla, concentrandosi in particolare sulla acid techno. Definisce la sua musica “un’atmosfera scura” accompagnata da suoni melodiosi, si ispira a Aphex Twin e Plastikman.

Paolo Virus, classe 81, appassionato di vinile ci porterà in un viaggio tra la techno anni novanta

Dalla Francia arriva invece Côme Rolin con la sua elettronica al contempo soulful e dark

Sacha Passeri aka Nomoremptyboxes
Sacha é cresciuto musicalmente con suo padre che suonava la batteria in un gruppo blues. Andava in sala prove con lui e fin da piccolo la musica black era il pane quotidiano.
Negli anni dopo ha scoperto l’hiphop tramite gli amici di suo fratello, invasati per la golden age.
Crescendo ha stimolato la sua curiosità musicale tra serate hiphop, concerti ed eventi dove i bboys e flygirls breakkavano con i classici del funk.
Ora é collezionista di vinili e selezionatore di musica prettamente black partendo dalla musica africana fino ad arrivare alla musica odierna, fa parte del team di Sanantonio42 e anima spesso le serate pisane.

sacha passeri marti festival

Ultimo ma non per importanza vi lasciamo con un mixato di Andrea Filippi, cuore e anima del festival.
Non resta che salutarci e… ci vediamo sabato al Marti Festival!

post di questa categoria

Joe Wright. La danza dell'immaginazione, da Jane Austen a Winston Churchill - Foto di Aurora Parisi

Joe Wright. La danza d...

Joe Wright. La danza dell’immaginazione, da Jane Austen a Winston Churchill, di Elisa Torsiello

generic animal

Generic Animal –...

Generic Animal – Animali generici e dove trovarli – Intervista e live report

Kelela - Take Me Apart Remixes

St Vincent, Kelela, No...

St Vincent, Kelela, Noname | Demography #302

ADVENTURE CLUB (1)

Generic Animal al Lumi...

Generic Animal al Lumiere e tanti altri: gli eventi in Toscana | ATP #148

ultimi post caricati

D14F35A6-F64D-471E-AE24-FA907AAC3FCF

Conferenza Stampa-Navi...

Conferenza Stampa-NavigArte, Comune di Pisa

IF2018 - “Fake: una storia vera” con Martina dell'Ombra

IF2018 – “Fake...

IF2018 – “Fake: una storia vera” con Martina dell’Ombra

Blade Runner

IF2018 – Blade R...

IF2018 – Blade Runner (The Final Cut) @ Cinema Arsenale

Ph: Irene Camposano

IF2018 – Affront...

IF2018 – Affronta il Pac-Man: una sfida all’ultimo puntino.

Commenti