Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

Cari amici universitari, cari colleghi, cari commensali… oggi, siamo qui riuniti per rendere grazie a chi, ogni giorno, viene catapultato in uno dei gironi danteschi più spaventosi di tutti: la mensa. Perché come il buon vecchio poeta vate è solito fare, post-lezioni mattutine l’universitario sviene e riprende i sensi nella bolgia dell’ora di pranzo.

Ogni giorno, un universitario povero si sveglia e sa che dovrà correre più veloce degli altri suoi compagni per prendere posto a mensa. Perché sapete quale è il risultato prodotto dalla somma di due semplici fattori, quali “fame” e “povertà”? Sì, proprio lei… invochiamo il suo nome ancora una volta: mensa.

Calvino diceva di cercare cosa in mezzo all’inferno non è inferno e darle spazio, perciò cerchiamo 5 semplici regole per sopravvivere a questo incubo.

Mensa - 5 regole per la sopravvivenza

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

 

1 – LA TESSERA: nonostante l’avvento tecnologico, ci sono alcuni meccanismi rimasti celati alla nostra mente. Penserete di essere stupidi, di aver perso ogni cognizione del tempo e dello spazio, di aver picchiato forte la testa. Tranquilli, capire il funzionamento del “bancomat”della mensa è ancora oggi uno dei misteri della fede. E così, come la religione, voi abbiate  fede: inserite i vostri miseri 5 euro e pregate il Magnifico Rettore che il marchingegno non si mangi i soldi e pure la tessera.

 

2 – LA FILA: dopo esservi accertati di aver sufficiente credito nella tessera (onde evitare di tornare a caricarla una volta riempito il vassoio… credetemi, parola di scout, è successo veramente), armatevi di pazienza e magari anche di armi vere, perché la fame è una brutta bestia e rende tutti un po’ animali. Ci sarà chi vorrà intimidirvi, mostrandovi le proprie tessere da Matusalemme della mensa, ma se sono in fila, loro abbracciano la povertà come voi. Perciò, sguardo da duri e gomiti alti: conquistate il vostro pranzo.

 

3 – IL MENÙ: forse chi ha progettato il listino dei prezzi e le possibili combinazioni da fare, aveva una strana passione per i rompicapo. Non provate a risolverlo, non provate a leggerlo, perché tanto, qualsiasi interpretazione gli darete, i responsabili in mensa vi diranno che avete sbagliato e che verrà contato, lo stesso, come un pasto completo. Anche se nel vassoio avete solamente due piselli e un mandarino. Pasto completo.

 

4 – PRIMO O SECONDO?: la scelta è ardua per i deliziosi piatti che offre la cucina gourmet della mensa, ma per rimanere leggeri e affrontare le lezioni pomeridiani, forse è meglio optare per un secondo. Dicono che i primi piatti contengano un numero così alto di calorie da far arrivare a corsa il Dr. Nozaradan dal Texas. Ad ogni modo, il secondo va bene, ma non l’hamburger. L’hamburger della mensa è buono solo per giocarci a hockey su tavolo.

 

5 – POSTO A SEDERE: “rimaniamo uniti” tipica frase dei film horror, ma NO. A mensa bisogna dividerci! Rinunciate a ogni speranza di sedervi con il vostro compagno o addirittura con la vostra compagnia. Siamo a mensa, non dobbiamo fare tavola rotonda e risolvere i problemi dell’umanità. Più rimarrete in piedi a cercare tavoli liberi per ospitarvi tutti, più gli ultimi posti verranno conquistati con la stessa facilità con la quale il prof vi rimanda al prossimo appello.

Buon appetito.

Sara Binelli per RadioEco

post di questa categoria

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

ryanair

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Ryanair

Albert Einstein

Albert Einstein: la te...

Albert Einstein: la teoria della felicità messa all’asta – Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

ultimi post caricati

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

serata

eventi in toscana: ser...

eventi in toscana: serate jazz e…|atp #109

Pirati sbarcano a Teat...

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

Commenti