Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Milan, a questo punto c’è da chiederci: è una nuova alba?

maxresdefault

La vittoria contro la Juventus ha riproposto sensazioni che dalle parti rossonere di San Siro non si provavano da tempo e conferma quanto questo inizio di campionato sembra suggerirci. Forse il Milan ha trovato la strada giusta per risorgere.

C’è qualcosa di insolito nella vittoria del Milan contro la Juventus. Insolito almeno se si guardano gli ultimi tre o quattro anni fatti di parametri zero fantozziani, scelte illogiche e confusione a tutti i livelli possibili. C’è come una sorta di energia che irradia in tutto il suo splendore un San Siro pieno come durante i bei tempi passati dei trionfi e delle gioie. Al fischio finale di sabato sera si è solidificata una visione a tinte rossonere a cui non eravamo più abituati. E’ il futuro.

Intraprendenza, ambizione, grinta e talento. Il Milan in questo inizio di stagione ha avuto il coraggio finalmente di puntare su quei giovani sempre invocati ma mai utilizzati. Se il calciomercato aveva ancora una volta deluso con l’acquisto esoso di Lapadula e il “mistero” di Sosa, Vincenzo Montella ha avuto il pregio di capire e il coraggio di osare. Non è un caso che la formazione tipo dell’ex-allenatore della Fiorentina non comprenda i nuovi acquisti. Meno fantasia e possesso di gigliata memoria e più pragmatismo al potere.

Una logicità nelle scelte rossonere inusuale negli ultimi tempi che è risultata spiazzante. Esalta ed ancora stranisce la consapevolezza della presenza di un 1999 (Donnarumma) e di un 1998 (Locatelli) come pilastri di una squadra che ha tutte le credenziali per credere nella rinascita. Cinesi o non cinesi. La sapienza tattica di Montella ha fatto il resto, donando sicurezze ad un gruppo di ragazzini terribili ed a un ambiente bisognoso quanto mai di trovare la strada giusta per quei palcoscenici che il Milan merita. Ci vorrà ancora del tempo per rivedere competere come ai vecchi tempi i rossoneri ma la strada sembra segnata e il progetto finalmente chiaro e lampante come le idee di Bonaventura ogni volta che gioca un pallone.

Il secondo posto in campionato non deve ingannare. Questa è una squadra che ancora non è pronta per lottare per il titolo ma ha l’entusiasmo di chi vuole stupire crescendo in fretta, mantenendo l’umiltà d’intenti e la consapevolezza della propria classe. L’obiettivo Europa League non è utopia, o magari si può strizzare l’occhio anche a qualcosa di più. Ma qui ormai non è più in gioco l’europea o meno ma la credibilità di una società che ha vissuto per troppo tempo nel fango e nella irrazionalità tecnica ed organizzativa. Credibilità che questo Milan sta ritrovando. Forse il gol ingiustamente annullato a Pjanic poteva cambiare la partita oppure semplicemente è la mera maschera di una Juventus che ancora non ingrana come vorrebbe. Ma il risultato stavolta non è il punto focale della questione. In gioco ci sono pure sensazioni.

Al centro di tutto c’è l’età media bassissima, la crescita esponenziale di Alessio Romagnoli, i miracoli di uno che riscriverà la storia del ruolo come Gianluigi Donnarumma, la personalità di Manuel Locatelli e la forza di Davide Calabria e Mbaye Niang. Insomma al centro c’è un Milan che finalmente sta donando un’idea, una visione, una nuova alba da cui ripartire.

Giacomo Corsetti

@giacomocorsetti

 

 

 

 

 

 

 

post di questa categoria

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

pantesca

Insalata Pantesca

Insalata Pantesca

radiohead oknotok

Radiohead, “OKNO...

Radiohead, “OKNOTOK” – Artwork della Domenica

ultimi post caricati

764d0be37628ec0b028eeaf030cc7aab

Steamcon 2017, lo Stea...

Steamcon 2017, lo Steampunk a Pisa

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Presentazione "Da Cassino ad Hollywood" - Promovie (foto @Promovie)

Cos’è Promovie?...

Cos’è Promovie? – “Da Cassino ad Hollywood” @LaFeltrinelli

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

Commenti