Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Moka Stone Live @ Lumiere [Report]

Ospiti speciali ieri sera per il Lumiere: i Moka Stone, infatti, hanno deciso di iniziare dalla loro Pisa la nuova avventura del “Grazie di che” tour, in un concerto pieno di energia che ha preso per mano e fatto divertire il giovane ed entusiasta pubblico del Lumiere.

Quella dei Moka Stone è stata davvero una festa ieri sera, come ci avevano promesso già dal nome dell’evento: “Grazie di che” Release Party. La voglia di esprimersi, di esibirsi e di vivere la loro musica in mezzo alla gente ha creato un’atmosfera coinvolgente e ha incuriosito ancor di più i presenti riguardo a chi sono e cosa fanno i quattro musicisti.

Moka Stone @ Lumiere 1

Moka Stone @ Lumiere

Moka Stone all’inizio era solo Gabriele Capri, pisano, classe ’96 e un impellente bisogno di trovare sfogo alla rabbia e ai pensieri mettendoli in versi, ma la maggior parte di noi penserà invece al quartetto pisano che ha preso parte alle audizioni di X Factor, esperienza che li ha fatti conoscere per caso e rimanere insieme per scelta: così, insieme a Gabriele ora ci sono Pietro Spinelli alle tastiere, Lorenzo Palmerini alla chitarra elettrica e Gabriele Guidi alla batteria.

Moka Stone: un momento del live

Moka Stone: un momento del live

Vedere ed ascoltare i Moka Stone dal vivo significa rendersi conto che ognuno di loro ha uno stile personale che non si perde nell’armonia del gruppo che spaziando tra funky, hip hop, rock ed elettronica ha trovato un canale di espressione che sta riscontrando apprezzamento da un numero sempre maggiore di persone, soprattutto giovanissimi, ma non solo: merito della scelta di parole distanti dall’attuale hip hop mainstream e di suoni che non si pensa essere facilmente accostabili, ma scelta che per i Moka Stone è diventata una linea guida della loro composizione creativa.

I Moka Stone live al Lumiere

I Moka Stone live al Lumiere

Uno, Extasy, la cover punk di Fight da Faida di Frankie Hi-Nrg sono solo alcuni dei brani che hanno avuto più apprezzamenti da parte del pubblico che ha cantato e ha sempre risposto al dialogo che i Moka Stone hanno saputo instaurare, fino ad arrivare al singolo che più di tutti aspettavamo di sentire live, soprattutto dopo il lancio del relativo video: Grazie Di Che, dove l’energia, la rabbia e l’emozione fuoriescono in modo esplosivo a metà del concerto facendo trasparire la voglia di mettersi in gioco al 100% e di buttarsi a capofitto in un progetto che ha tanto da dire agli altri, ma soprattutto tanto da dare ai ragazzi in primis, che si aspettano solo di divertire e di divertirsi facendo ciò che più amano. Ai Moka Stone l’augurio che l’affetto della loro Pisa al Lumiere, ieri sera, sia stato solo il trampolino di lancio per la prima di tante avventure di vita e di musica.

Francesca Staropoli per RadioEco

 

 

 

post di questa categoria

CoCo

CoCo, Ghemon, Flying L...

CoCo, Ghemon, Flying Lotus & molto altro | Demography #401

teatro

Teatro, musica, cinema...

Teatro, musica, cinema e tanto altro! | ATP #176

Funk

Montoya, Funk Shui, Au...

Montoya, Funk Shui, Auntie Flo | Demography #400

Jameszoo

Jameszoo, Greg Foat,DJ...

Jameszoo, Greg Foat,DJ Haram & more|Demography #399

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti