Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

MORETTI ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA TRA PASSIONE RICORDI

Alla Festa del Cinema di Roma un Nanni Moretti in forma strabiliante si è raccontato, ha parlato degli inizi, della sua passione per il cinema, della sua esperienza da giurato ma anche del tumore, il secondo nel giro di poco più di vent’anni

Nanni Moretti Meets The Audience - 12th Rome Film Fest (foto http://www.romacinemafest.it)

Certamente uno degli ospiti più attesi e desiderati al Festival della dodicesima edizione del Festival del Cinema di Roma è stato Nanni Moretti, regista, attore, produttore e- come dice egli stesso- esercente romano. Della sua più che quarantennale carriera ricordiamo film che hanno segnato la storia del cinema contemporaneo italiano, da “Palombella Rossa” a “Ecce Bombo”, da “Aprile” a “La stanza del figlio”. Lo scorso lunedì 30 ottobre dinanzi a 500 persone Moretti si è lasciato andare a racconti, aneddoti, passioni e dolori personali tra cui un tumore, il secondo nel giro di circa vent’anni, che è riuscito nuovamente a sconfiggere e che ha voluto narrare tramite un cortometraggio di otto minuti che ha mostrato proprio agli spettatori lì presenti dal titolo “Autobiografia dell’uomo mascherato” in cui si vede un uomo, che è lo stesso Moretti, che gira per Roma o che si sottopone ad una delle tante sedute di radioterapia. Quest’evento ha certamente soddisfatto tutti coloro che si chiedevano che fine avesse fatto il regista romano che ha segnato intere generazioni tant’è vero che i suoi film sono stati definiti film generazionali- ed egli proprio in occasione del Festival del Cinema ha ammesso il fastidio che ha sempre provato nel vedere che alcuni non andavano oltre a questo cliché mentre oggi si ritiene orgoglioso di questa definizione-.

Moretti (immagine presa da Fidelityhouse.eu)

In realtà è vero, assenze come quelle di Moretti sicuramente si fanno sentire non solo tra i cinefili ma anche nella società civile proprio per quello che Moretti e i suoi film hanno rappresentato, per tutte quelle citazioni diventate veri e propri mantra, giusto per ricordarne qualcuna e per rendergli omaggio “Le parole sono importanti”, “Mi si nota se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente”, “D’Alema, dì qualcosa di sinistra!”, “Fai qualcosa di diverso, di nuovo.  Rompi almeno un tuo schema, uno su duecento”.

Il regista Dino Risi diceva di lui che, quando guardava un suo lavoro, gli veniva sempre da pensare “Nanni scansati e fammi vedere il film”, in realtà è un bene che nei suoi film Moretti metta tutta la propria anima perché è sempre stato avanti, nonostante non ami apparire in TV né tanto meno utilizzi i social network- lunedì ha esplicitamente affermato di non averne bisogno-, ma soprattutto perché ha un modo di rappresentare la realtà tutto suo per cui tra lui e lo spettatore non può che esserci empatia. Sarà certamente stato appassionante vedere il Moretti politicante in “Aprile” o con i Girotondi ma Moretti è molto altro, il modo in cui riesce a trasformare la sofferenza per un tumore o per la perdita della madre in un film, come accade rispettivamente in “Caro Diario” e in “Mia Madre”, è semplicemente straordinario. Ed è ancora più straordinaria la voglia che ha di approcciarsi al pubblico e di raccontarsi, proprio lui che in apparenza è così freddo e distaccato. Sì, è vero, ci era mancato tanto, ma, come dice lui, è tornato più forte di prima. A presto Nanni. E grazie di tutto.

Farouk Perrone per RadioEco

post di questa categoria

cof

Parola di Donna –...

Parola di Donna – Voci femminili a confronto

Sophia - la Filosofia in festa

Sophia – la Filo...

Sophia – la Filosofia in festa

Simone Lenzi alla presentazione del suo libro al Pisa Book Festival

La canzone secondo Sim...

La canzone secondo Simone Lenzi

Il Trovatore di Giuseppe Verdi (foto di Imaginarium Creative Studio)

Il Trovatore di Giusep...

Il Trovatore di Giuseppe Verdi @TeatrodiPisa

ultimi post caricati

Mensa - 5 regole per la sopravvivenza

Mensa – 5 regole...

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

calibro 35 rit

Calibro 35, “Rit...

Calibro 35, “Ritornano Quelli di…” | Artwork della domenica

Il caffè

Caffè: quattro regole...

Caffè: quattro regole fondamentali secondo la scienza – Enjoy The Science – Rubrica scientifica di Radioeco

dan kye

Dan Kye, The Fratellis...

Dan Kye, The Fratellis, Björk| Demography #238

Commenti