Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Mostra fotografica sul tema dei rifugiati

mostra
La mostra fotografica Goodbye sweet home, per il progetto “Welcome refuges”

La mostra fotografica Goodbye sweet home – fleeing the wars of Albania, Kosovo e Siria, per il progetto Welcome refugees, è stata inaugurata lo scorso 28 novembre, presso la Gipsoteca di arte antica di Pisa. L’evento, è stato preceduto da un seminario a cura del gruppo studentesco Milosao, del Dipartimento di civiltà e forme del sapere e della stessa Gipsoteca.

Si è trattato di un incontro interessante, con testimonianze offerte dalla comunità albanese e da quella siriana. Ospiti Albertina Mustafa, la blogger Asmae Dachan e il professore Marcello di Filippo, esperto di diritto internazionale.

Albertina Mustafa, che ha conosciuto la guerra e la migrazione da bambina, ha ricostruito con precisione la storia dell’Albania e del Kosovo relativa agli eventi bellici e ai flussi migratori, e ha precisato l’intento con cui sia lei che gli altri membri del gruppo hanno promosso l’evento.

Welcome refuges è un titolo con valenza positiva, un titolo di speranza. Siamo tutti ragazzi giovani che vogliono comunicare agli altri le vicende della popolazione albanese. Vogliamo aprirci inoltre verso la storia degli altri popoli. Per noi è stato bello creare un parallelo con la realtà siriana, oggi balzata alle cronache.

A seguire, l’intervento di Asmae Dachan che ha ricostruito la storia siriana apportando anche dei contributi narrando racconti personali.

Io sono figlia di siriani di Aleppo. Mio padre è giunto in Italia negli anni 60′ per studiare medicina. Si trovava perciò in Italia quando Assad padre dette il via a genocidi. Non tornò più in Siria. Io sono nata e cresciuta in Italia ma ho avuto il desiderio di visitare e documentare il paese delle mie radici. Sono andata più volte in Siria. Recentemente mi è stato sconsigliato di tornare: troppo pericoloso. Ho camminato tra le macerie e visitato campi di sfollati. Ho visto tanti bambini versare in condizioni igienico – sanitarie precarie e in costante in pericolo di vita. Adesso andrà peggio, ciò che sta accadendo è una sconfitta del genere umano. Il popolo siriano ha dovuto affrontare i disastri provocati dalle bombe  del regime, adesso ci saranno quelli derivati dalle forze belliche russe e francesi. Sarebbe opportuno un intervento della Comunità internazionale a riguardo.

L’ultimo intervento prima di passare alla vera e propria inaugurazione della mostra è stato quello del Prof. Marcello di Filippo, esperto di diritto internazionale e professore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’ Università di Pisa. La sua è stata un’analisi puntuale, volta all’analisi dei flussi migratori, la loro origine, le cause e e conseguenze, le loro rotte e con una riflessione sulla tematica della legislazione esistente.

Oggi la legislazione che regolamenta i flussi migratori non è delle migliori. Spesso i ricongiungimenti familiari sono difficili, le pratiche lente e costose ed è spesso per tale motivo che alcuni si affidano a pratiche illegali. Il dialogo sui migranti rischia di essere sbilanciato. Basti pensare che oggi si pensa di pagare la Turchia purchè si tenga i profughi.

Una rapida visione del documentario Pisa migrante Pisa vibrante, sulla storia del Campo con profughi albanesi a Marina di Pisa nel 1997 è stato l’intermezzo che ha separato il seminario dalla mostra fotografica.

mostra

In occasione dell’inaugurazione della mostra, Eleonora Sirsi, Presidente del corso di Scienze per la Pace ha presentato al pubblico il fotografo Michele Pero, autore dell’esposizione.

Riportiamo le parole di Pero, utili al pubblico per approcciarsi alla lettura delle fotografie.

Goodbye Sweet Home è una retrospettiva sul lavoro di reportage fotografico  da me svolto in Albania, Kosovo e Siria. Mi sono mosso su invito del gruppo studentesco albanese Milosao dell’Università di Pisa, ui presente. Ho accettato con entusiasmo l’idea di esporre e mettere a confronto tre realtà in guerra da me vissute in prima persona: La rivolta in Albania (1997) e la Missione Alba, la guerra civile del Kosovo (1998) e la guerra in Siria (2012) ancora in corso. La mostra si compone di 48 fotografie che narrano la storia di tre popoli che nell’arco di vent’anni. Popoli che si sono ribellati all’oppressione, costretti ad abbandonare la propria terra per riottenere la libertà. La mostra Goodbye Sweet Home – in fuga dalle guerre d’Albania, Kosovo e Siria è accompagnata dalla omonima pubblicazione: non un semplice catalogo ma un vero e proprio libro in cui accanto alle 70 foto scattate in Albania, Kosovo e Siria, fra cui sono comprese anche le 48 fotografie selezionate per la mostra, sono incluse le testimonianze dell’artista e una prefazione della coordinatrice del Gruppo Milosao Albertina Mustafa. Parte del ricavato della vendita del libro sarà devoluto all’Associazione Cultura della Pace di Sansepolcro. Se questo libro rappresenta cio’ da cui l’essere umano fugge, la mia precende pubblicazione La dolce vita made in Germany costituisce invece cio’ verso cui l’uomo tende e aspira per se stesso

Le foto inserite nel contesto dei calchi in gesso della Gipsoteca sono indubbiamente meritevoli di attenzione e destano motivo di riflessione. Per chi ancora non ha avuto possibilità di visitare la mostra, ricordiamo che questa resterà visitabile fino al 9 gennaio 2016, con le seguenti modalità:

Dal lunedì al giovedì 9-13 e 15-18, venerdì 9-13, sabato 16-20 (sabato 26 dicembre e sabato 2 gennaio chiuso) presso la Gipsoteca di Arte Antica dell’Università di Pisa – Piazza S. Paolo All’Orto, 20, 56126 Pisa

Isabel Viele per Radioeco

post di questa categoria

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

Una settimana in un clic! - Terrorismo

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Terrorismo

Westminster

Terrore a Westminster:...

Terrore a Westminster: Isis rivendica attacco

Aiesec

AIESEC arriva a Pisa &...

AIESEC arriva a Pisa – Spazio ai Giovani!

ultimi post caricati

risotto viola

Risotto Viola alla Mel...

Risotto Viola alla Mela e Limone

Press conference- Marquez, Rossi e Viñales - MotoGP.com

Rossi “sei” primo!...

Rossi “sei” primo! La febbre delle due ruote

Itaca exwide (2)

Itaca – L’...

Itaca – L’amore è tornato in città – “itaca mi manchi” release party @ Ex Wide [live report]

20170421_182407

Gabriele del Grande li...

Gabriele del Grande libero subito!

Commenti